Icon Design Talks

Icon Design Talks 2018: giorno 1

La seconda edizione degli Icon Design Talks è stata inaugurata presso la Sala Excelsior di Palazzo del Cinema Anteo con lo Special Event dal titolo Constructed Narratives. Protagonista l’architetto ghanese naturalizzato britannico Sir David Adjaye, che nel corso dell’intervento ci ha condotto alla scoperta del museo nazionale di storia e cultura afro-americana di Washington DC.

Nel pomeriggio, sempre negli spazi del Cinema Anteo, si è tenuta la Lectio Magistralis con l’architetto Guido Canali, che ha ripercorso i progetti del suo studio seguendo un ordine tematico. Dal Palazzo della Pilotta a Parma al centro espositivo Gyeonggi a Seoul, passando per il più recente quartiere nel Portello a Milano.

Nella galleria fotografica qui in basso trovate una selezione di immagini dei talk e della festa di inaugurazione, che anche quest’anno si è svolta presso la Microsoft House di viale Pasubio 21, con il dj-set di Alioscia Bisceglia e Peter Adjaye. In apertura, invece, un breve video di riepilogo della giornata.

Gli ospiti dello Special Eventi ospitato a Palazzo del Cinema Anteo - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Sir David Adjaye sfoglia il nuovo numero di Icon Design - Credits: Ph. Silvia Morara
A sinistra, il direttore Michele Lupi, a destra, l'architetto Sir David Adjaye - Credits: Ph. Silvia Morara
Il direttore Michele Lupi - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Sir David Adjaye - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Sir David Adjaye presenta lo Special Event "Constructed Narratives" - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti dello Special Event "Constructed Narratives" - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
La Lection Magistralis dell'architetto Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti della Lectio Magistralis con Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
Da sinistra, il direttore Michele Lupi, l'architetto Guido Canali e l'architetto e grafico Italo Lupi - Credits: Ph. Silvia Morara
Il dj-set di Peter Adjaye - Credits: Ph. Silvia Morara
I cocktail firmati Prime Uve, partner della serata - Credits: Ph. Silvia Morara
Il dj-set di Alioscia Bisceglia - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti del party di Icon Design, ospitato presso la Microsoft House - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli stuzzichini a cura di Berkel, partner della serata - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli invitati al party - Credits: Ph. Silvia Morara
Milano Design Week
LightHenge, l'installazione di Edison firmata da Stefano Boeri Architetti
Milano Design Week
Citroën insieme a Bertone Design Interior per #Cactus4Comfort
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Photo Week, la seconda edizione

Milano Photo Week, la seconda edizione

Ecco il programma della settimana meneghina dedicata alla fotografia, in programma dal 4 al 10 giugno
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne