Milano Design Week

Edison immagina la città del futuro: smart e sostenibile

ICON DESIGN PER Edison

L’energia è la forza primaria insita nella materia, è possibilità, è trasformazione. Anima ogni singolo pulsare della terra: dall’attrazione gravitazionale, alla forza del vento, delle acque e all’alternarsi delle stagioni. La sfida del terzo millennio è ritornare a produrre energia nel rispetto dell'ambiente e utilizzarla limitandone la dispersione.

Visione questa condivisa anche da Edison, la più antica società energetica d’Europa con oltre 130 anni di attività, che ha fatto dell’impegno nelle rinnovabili, l’efficienza energetica e la produzione di servizi smart il suo asse di sviluppo. “Noi siamo per un mondo dove le forme e gli spazi in cui viviamo non abbiano bisogno di altro che di energia naturale. Per questo siamo alla costante ricerca di confronto con chi pensa, progetta e gestisce gli spazi e le funzioni, al fine di aiutare a concepire dall’origine le migliori prestazioni energetiche”, dichiara Paolo Quaini, direttore Energy Services Market Division di Edison. “Edison è pronta ad avviare in Italia le prime sperimentazioni di «energy communities», le comunità energeticamente autosufficienti e a lavorare fianco a fianco alla pubblica amministrazione per la riqualificazione dei territori, apportando benefici per i cittadini, l’ambiente e le casse dei Comuni”.

Edison è storicamente impegnata nella produzione, approvvigionamento e vendita di energia. Ma la società si è costantemente evoluta, accrescendo le proprie competenze e oggi è una delle maggiori società energetiche del Paese, in grado di fornire soluzioni intelligenti che dialoghino con architetture, case, città.

A questo fine, Edison quest’anno ha rafforzato il proprio legame con il territorio del design, a cominciare dalla partnership Architettura con la Triennale di Milano e l’allestimento della mostra 999. Una collezione di domande sull’abitare contemporaneo, una riflessione sull’evoluzione della casa moderna. La società energetica, inoltre, ha fatto il suo debutto alla Biennale di Venezia in occasione della 16ma Mostra Internazionale di Architettura, mettendo a disposizione il suo know-how e le sue competenze di eccellenza nei servizi energetici e ambientali. Edison ha pensato di dotare la Biennale di Venezia di una soluzione “smart audit” in grado di gestire le risorse energetiche in modo ottimale grazie all’IoT e di proporre interventi di miglioramento per le principali strutture a maggior intensità energetica e impatto della Mostra.

Durante la Design Week 2018 di Milano, Edison porta la sua energia nell’Innovation Design District (IDD), il laboratorio a cielo aperto in cui sperimentare la costruzione di un futuro sostenibile anche attraverso il nuovo concetto di smart city. Innovation Design District è il nuovo quartiere della città di Milano compreso tra Porta Nuova e Porta Volta identificato come luogo dove esprimere tutto il potenziale della energia ‘smart’ e dove confrontarsi in occasione di conversazioni, dibattiti ed eventi ispirati ai temi della mobilità sostenibile,  della smart city e dello smart living. Edison, contribuisce a rendere iconico l’IDD attraverso LightHenge, un’istallazione luminosa ideata appositamente da Studio Boeri per l’avvio della Design Week 2018. L’energia di Edison, inoltre, alimenterà anche l’intero perimetro del distretto, identificandone i gate d’accesso e alimentando i totem interattivi.

Sempre in occasione del Fuorisalone 2018, Edison conferma anche  la collaborazione con The Design Prize, il premio internazionale dedicato alla cultura del progetto ideato da Abitare e Designboom. La cerimonia di premiazione avverrà proprio il 17 aprile, il primo giorno della Design Week milanese nell’esclusiva cornice del Teatro alla Scala. I premi andranno alle migliori idee, autori, realizzazioni ed eventi del 2017.

Nella stessa settimana milanese del Design, infine, Edison presenterà il nuovo sistema di illuminazione permanente  del Museo Teatrale alla Scala in occasione dell’inaugurazione  della mostra dedicata a Gioacchino Rossini. Per la realizzazione del progetto, sono previsti oltre 100 metri lineari di binari elettrificati a sospensione tramite cavetti d’acciaio, quasi 300 faretti, sagomatori e a ottiche varie, e circa 30 metri lineari di strip. L’estrema versatilità del sistema permetterà di modulare l’illuminazione degli spazi in base alle differenti esigenze a cui il Museo Teatrale risponde. Sarà infatti possibile intensificare le luci nei luoghi del Museo destinati a ospitare eventi musicali e manifestazioni culturali, mentre nei normali orari di apertura il criterio seguito agevolerà la fruizione delle opere e dei supporti multimediali in un’atmosfera magica e soffusa di voluta derivazione teatrale.

Tornando all’impegno nell’ambito della smart city, da aprile Edison lancia una sua proposta di  mobilità sostenibile: PLUG&GO. L’offerta permette il noleggio di auto elettriche di differenti segmenti di mercato. Un’occasione per chi desidera fare un’azione concreta per limitare il proprio impatto ambientale quando è in movimento e abbracciare uno stile di vita sostenibile.

Scopri di più su www.efficienzaenergetica.edison.it.