Milano Design Week

Le sedie più belle presentate al Salone del Mobile 2017

Sono colorate, ironiche o preziose come gioielli, ma anche funzionali e dalle linee sobrie e pulitissime: le sedie presentate al Salone del Mobile 2017 sono un tripudio di creatività.

E se è vero che a volte basta un dettaglio per cambiare il look della casa, allora saranno le sedie a fare la differenza: in soggiorno, in cucina ma anche in camera da letto basterà scegliere la giusta seduta per trasformare gli spazi.

In occasione della fiera, sono state tante le aziende italiane che si sono affidate ad alcuni dei designer più celebri della scena internazionale presentando sedute dal carattere contemporaneo, talvolta con una vena nostalgica che guarda ai classici del passato.

Ecco le sedie presentate al Salone del Mobile 2017 che abbiamo scelto.

Arper: Arcos – Design by Lievore Altherr. Arper riduce ai minimi termini le ispirazioni Art Decò con una sedia leggera e dalle linee essenziali. L'incurvatura dei braccioli rievoca gli archi delle architetture classiche, creando un sottile contrasto con le geometrie della struttura della sedia.
Calligaris: Saint Tropez. Al Salone del Mobile Calligaris ha presentato Saint Tropez, una sedia solida e impilabile, dotata di schienale con effetto trapuntato. La comodità delle sue forme morbide e sinuose la rendono perfetta anche per l'ufficio.
Cappellini: Embroidery simple – Design by Johan Lindstèn. Una poltroncina girevole sobria e minimalista, con un accento rétro: è la nuova Embroidery Simple di Cappellini. Disponibile nei colori bianco, sabbia e antracite, è interamente rivestita con tessuti e pelli della collezione Cappellini.
Driade: Sissi – Design by Ludovica e Roberto Palomba. Una seduta che celebra la femminilità e l'eleganza, reinterpretando in chiave contemporanea le sedute della principessa Sissi. Una sedia-scultura ideale per la casa come per l'outdoor, disponibile in bianco, grigio, cipria, grigio lavanda e oro.
Riflessi: Perla – Design by Stefano Sandonà e Sabrina Bettini. Unisce raffinatezza e sensualità la poltroncina Perla di Riflessi. Le linee morbide dello schienale a goccia proseguono nell'incrocio delle gambe posteriori, che ricordano quelle di una donna. Una seduta bella da guardare, che evoca preziosità.
MDF Italia: Sign Filo. Piergiorgio Cazzaniga reinterpreta la sua seduta iconica, ideata nel 2007, estremizzandone il concetto iniziale: nasce così Sign Filo, poltroncina realizzata in sottili fili di metallo che la rendono quasi un gioiello, sintesi perfetta di artigianalità e design.
Cassina: Cotone – Design by Ronan & Erwan Bouroullec. È una sedia, ma anche una morbida poltroncina. Cassina presentala nuova collaborazione con i fratelli Bouroullec con la sedia Cotone, che combina una struttura rigida in alluminio alla seduta morbida e accogliente realizzata in piuma.
Discipline: Two Tone. Al Salone del Mobile, l'azienda Discipline ha portato Two Tone, la sedia in frassino e rivestimento in pelle 100% bovina italiana o tessuto in lana Kvadrat. Il rivestimento crea giochi cromatici di ombre esaltando la linea fra lo schienale e la seduta. Una sedia comoda e funzionale, che combina semplicità e colore.
Infiniti: Ruelle – Design by Philippe Tabet. Ricorda le sedie di scuola la nuova Ruelle di Infiniti. Ed è proprio il suo carattere giocoso e ironico a caratterizzarla, anche grazie alla scelta dei colori, che vanno dai toni del pastello fino al nero. La struttura di Ruelle è realizzata in alluminio, mentre lo schienale è in multistrato di faggio.
Magis: Officina – Design by Ronan & Erwan Bouroullec. L'azienda veneta ha presentato al Salone del Mobile una sedia-poltroncina con ottomana che unisce volumi morbidi e geometrie minimaliste. Ideata dai designer francesi Ronan & Erwan Bouroullec, è perfetta per il soggiorno, come alternativa alla classica poltrona, o in camera da letto.
Poltrona Frau: JEFF – Design by Jean-Marie Massaud. Jean-Marie Massaud si ispira all'architettura radicale per costruire la poltroncina JEFF. Seduta a forma di cerchio, schienale che ricorda un cilindro: sono queste, semplicissime, le forme e i volumi che ispirano questo nuovo modello, quasi scultoreo, firmato Poltrona Frau.
Riva 1920: Materia – Design Claudio Bellini. Il celebre designer e architetto milanese firma per Riva 1920 una seduta dall'eleganza senza tempo, reinterpretandola attraverso il legno massello. Lo schienale e la seduta sono unite tra loro attraverso una giunzione a coda di rondine. Disponibile in due varianti con gambe fisse oppure con base girevole in ferro.
Zanotta: Judy – Design by Frank Rettenbacher. Al Salone del Mobile, Zanotta ha presentato Judy, una poltroncina dal flair rétro e dalle linee minimaliste perfetta sia per il soggiorno sia per la camera da letto. La base è in acciaio verniciato, mentre il sedile è in poliuretano e lo schienale in multistrato di faggio. Il rivestimento può essere scelto in stoffa o in pelle.
Kartell: Be Bop – Design by Ludovica e Roberto Palomba. Al Salone del Mobile, Kartell ha presentato una collezione di sedie colorate e giocose, tra cui Be Bop, disegnata da Ludovica e Roberto Palomba. Una seduta dal carattere pop, ideale per il soggiorno ma anche per gli spazi dell'ufficio. Un invito alla spensieratezza e al gioco.
Carl Hansen & Son: CH23 – Design by Hans J. Wegner. Semplicità, funzionalità e cura dei dettagli contraddistinguono questo classico del designer danese Hans J. Wegner, ideato nel 1950. Rimasta fuori produzione negli ultimi cinquant'anni, la sedia da pranzo CH23 rientra ora nel catalogo di Carl Hansen & Son che celebra così uno dei primi pezzi realizzati dal designer per l'azienda, punto di inizio di una pluriennale collaborazione.
Icon Design Talks
Icon Design Talks: giorno 5
Places
Milano, nuovi indirizzi tra design e architettura
You may also like
Addio Ventura Lambrate, benvenuta Ventura Future

Addio Ventura Lambrate, benvenuta Ventura Future

Gli organizzatori fanno sapere che l’edizione 2018 non si terrà, ma in compenso ci sarà un’altra novità
Tadao Ando e Venini: ecco la collezione Ando Cosmos

Tadao Ando e Venini: ecco la collezione Ando Cosmos

Artigianalità made in Italy e design giapponese: la storica azienda fondata nel 1921 rinnova il sodalizio con l’architetto giapponese
Nendo ripensa la zip per YKK

Nendo ripensa la zip per YKK

La pratica chiusura che sostituisce i bottoni declinata in cinque nuovi design per YKK, la società giapponese che la produce dal 1934
Una villa neobrutalista tra i colli liguri

Una villa neobrutalista tra i colli liguri

Pietra grezza, legno di abete povero e cemento a vista sono i materiali protagonisti di questa villa isolata che, dalle colline liguri, si affaccia su un paesaggio marino mozzafiato
Una sauna galleggiante, in Svezia

Una sauna galleggiante, in Svezia

A firmarla è lo studio di progettazione milanese Small Architecture Workshop. Siamo ad Åmot, circa tre ore a nord di Stoccolma, nel cuore della foresta svedese
I vincitori della Targa Bonetto 2017

I vincitori della Targa Bonetto 2017

Ecco come è andata la 22esima edizione del concorso che premia i migliori designer in erba