101 volti e altrettanti racconti che trasmettono un accorato ritratto del popolo del giro d’Italia. In ogni pagina una testimonianza unica, carica di ricordi ed emozioni.
Vittorio Adorno, vincitore del Giro d’Italia 1965 e Campione del Mondo 1968 ricorda i sacrifici fatti per comprare la sua prima bicicletta: tanto bella da sembrargli una Ferrari.
Il Giro d’Italia racchiude in sé aneddoti e tradizioni antiche. Come il rintocco della storica campana che scandisce da sempre l’ultimo giro nei circuiti cittadini.
Tra i volti del Giro d’Italia c’è la miglior sintesi delle regioni italiane. Come l’artista napoletano che vive ad Olbia da trent’anni e si presenta con le sue opere.
Tra i miti leggendari legati alla Corsa Rosa c’è sicuramente il nome di Fausto Coppi. Oltre a ricordarlo c’è chi si impegna attivamente per perpetuarne la memoria.
Il popolo del Giro d’Italia è spesso animato da personaggi folkloristici e divertenti. Come i membri del gruppo “W la Fuga” che animano la tappa con la loro allegria.
Il percorso del Giro d’Italia mostra a ciclisti e spettatori le bellezze del Bel Paese. Gli aneddoti e i segreti dei luoghi più affascinanti li raccontano i tifosi locali.
News

101 racconti d’Italia in salita e discesa

ICON DESIGN PER Banca Mediolanum

101 storie raccontate da appassionati e tifosi del Giro d’Italia.

101 emozioni raccolte e inanellate in un unico libro: #StorieDalGiro

Le testimonianze di grandi campioni del passato si intrecciano ai racconti di persone comuni che, pur non vantando vittorie storiche o imprese da copertina, si rivelano protagonisti altrettanto preziosi della “corsa più dura del mondo nel Paese più bello del mondo”. Un’armonia di voci e sguardi che danno vita a un ritratto unico della Corsa Rosa, permettendo al lettore di conoscerne i retroscena meno noti. A fare da sfondo c’è un’Italia meravigliosa, perlustrata da Nord a Sud attraverso i suoi folclori più autentici tutti da scoprire.

Essere sponsor di un evento storico come il Giro d’Italia non significa solamente permettere alle persone di assistere allo spettacolo da un posto privilegiato. Significa anche avere la responsabilità di farle sentire parte della manifestazione, della tappa, del territorio. È su questa considerazione che Banca Mediolanum, sponsor del Gran Premio della Montagna dal 2003, ha ideato e alimentato questo progetto.

“La passione per il Giro d’Italia me l’ha trasmessa mio padre - dichiara Massimo Doris, amministratore delegato di Banca Mediolanum - portandomi fin da piccolo ad assistere al passaggio della corsa a bordo strada. Una passione che sedici anni fa si è trasformata nella sponsorizzazione della Maglia dedicata al miglior scalatore e con essa la possibilità di valorizzare il nostro impegno sul territorio con clienti e appassionati che nel mese di maggio popolano le strade del Giro. Il libro #StorieDalGiro è il risultato e la testimonianza di questa continua contaminazione tra digitale e reale.”

Nato come racconto Web con storiedalgiro.it è poi cresciuto su Instagram, Twitter e Facebook coinvolgendo il pubblico e rendendolo altresì protagonista. Grazie all’hashtag #storiedalgiro tutti hanno la possibilità di condividere le proprie emozioni diventando indiretta espressione dei valori condivisi dalla Banca che da sempre ha scelto di metterci la faccia.

Già richiesto dagli Atenei come case history di comunicazione #StorieDalGiro  è ora disponibile nelle migliori librerie.

Per maggiori informazioni visita storiedalgiro.it

Messaggio pubblicitario