Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Marchand Meffre
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Marchand Meffre
Credits: Ph. Marchand Meffre
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
Credits: Ph. Takuji Shimmura
News

La Biblioteca Nazionale di Francia torna al suo splendore

Le operazioni della prima fase di restauro del Quadrilatero Richelieu, durate sette anni, si sono concluse ed è finalmente possibile accedere alla Biblioteca Nazionale di Francia.

La prestigiosa biblioteca parigina situata nel secondo arrondissement offre un rifugio sicuro per oltre 14milioni di libri, manoscritti, stampe, fotografie, cartine e planimetrie, spartiti, monete, medaglie, documenti audio e video, ma anche supporti multimediali e costumi.

La gestione generale dell’intervento, finanziato all'80 per cento dal Ministero della Cultura, è stata affidata allo studio di architettura Bruno Gaudin, mentre il restauro della Salle Labrouste a Jean François Lagneau, architetto capo della Sopritendenza ai Monumenti Storici. Un'operazione costata 232 miloni di euro che restituisce ai cittadini francesi non solo un luogo di consultazione, ma un vero e proprio tempio della conoscenza e del sapere.

Dopo una lunga analisi sul campo, Bruno Gaudin ha elaborato il progetto mettendo in evidenza le qualità intrinseche dell’edificio, coniugando ecessità funzionali di oggigiorno. I lavori di restauro sono stati divisi in due fasi: una scelta voluta per facilitare la creazione del cantiere e allo stesso tempo consentire l’apertura parziale della libreria sul lato di Rue Vivienne. La seconda fase di riqualificazione del Quadrilatero Richelieu si concluderà nel 2020.

Places
Un rifugio con terrazza panoramica, nel cuore delle Dolomiti
Products
Depero Futurista: di nuovo in stampa il "libro imbullonato"
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano