Operae 2016
News

Il novembre del design e dell’architettura: gli eventi del mese

Design e architettura, ma non solo: gli appuntamenti di novembre saranno dedicati alle interconnessioni tra discipline artistiche e progettuali.

Protagonista indiscussa della prima metà del mese sarà la Contemporary Art Week di Torino, che offrirà uno sguardo sulla scena dell'arte contemporanea internazionale ma anche sul design indipendente grazie alla fiera Operae. Un altro grande appuntamento sarà la Dubai Design Week, con i suoi 200 eventi sparsi per la città e la fiera Downtown Design. Decisamente più piccole ma non meno interessanti le fiere SPRINT, dedicata all'editoria indipendente, e Raggio, festival della bicicletta a Bergamo. Tra le mostre da vedere, quella dedicata all'artista americano Sol LeWitt alla Fondazione Carriero di Milano, co-curata da un nome d'eccezione: Rem Koolhaas.

Ecco gli eventi di design e architettura da non perdere a novembre secondo Icon Design.

Galleria Luisa delle Piane - Branzi - Voliere
Portego - Scena - Wall small mirrors
Andrea Bouquet

In occasione della Contemporary Art Week di Torino torna in scena Operae. Independent Design Fair, fiera dedicata al design indipendente e da collezione che farà da ponte tra creativi e galleristi richiamando migliaia di collezionisti, designer e appassionati del settore. Titolo dell'ottava edizione sarà Why design, senza punto interrogativo. Un'affermazione della capacità del design di interpretare e rappresentare la società contemporanea attraverso progetti destinati a diventare simboli del nostro tempo. Per il primo anno, la fiera si sposta al Lingotto, accanto ad Artissima. Qui la nostra intervista alla curatrice Alice Stori Liechtenstein.

  • Dove: Torino, Lingotto Fiere, dal 3 al 5 novembre

Rovereto. In Font We Trust

F.T. Marinetti Zang Tumb Tuuum. Adrianopoli, ottobre 1912. Parole in libertà Edizioni Futuriste di “Poesia”, Milano, 1914 - Credits: Archivio del ’900, fondo librario Archivio di Nuova Scrittura
Decio Pignatari Beba coca cola, 1960 circa - Credits: Courtesy of Mart, Archivio Tullia Denza
Ardengo Soffici Natura morta con uovo rosso, 1914 - Credits: Courtesy of Mart, collezione L.F.

A iniziare fu lui, Tommaso Marinetti. Era il 1913 quando teorizzò l’utilizzo simultaneo di più caratteri tipografici e in corpi diversi nel suo manifesto L’immaginazione senza fili e le parole in libertà. Da allora, l'esplorazione nell'ambito della tipografia è proseguita con i dadaisti e le avanguardie russe, con i movimenti artistici come Poesia Concreta, Fluxus e Gruppo 70. A raccontare la storia delle intersezioni tra arte e tipografia è oggi la mostra In Font We Trust organizzata dal Mart di Rovereto e allestita presso la Casa d'Arte Futurista Depero. In esposizione, le opere, i manifesti, l'editoria sperimentale e i documenti d’archivio di numerosi artisti del XX secolo come Vincenzo Agnetti, Henry Chopin, Paul De Vree, Emilio Isgrò, Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Maurizio Nannucci e Giovanna Sandri

  • Dove: Rovereto, Casa d’Arte Futurista Depero, fino al 28 gennaio 2018

Milano. NUCLEO. The Law of Past Experience 

FuturDome - NUCLEO. The Law of Past Experience - Credits: Foto: Studio Pepe Fotografia
FuturDome - NUCLEO. The Law of Past Experience - Credits: Foto: Studio Pepe Fotografia
FuturDome - NUCLEO. The Law of Past Experience - Credits: Foto: Studio Pepe Fotografia

Lo spazio FuturDome di Milano ospita la mostra personale del collettivo torinese Nucleo, diretto da Piergiorgio Robino. In The Law of Past Experience, il collettivo rievoca le teorie di xi Wertheimer, esponente della psicologia gestaltistica, per offrire un'esplorazione spazio-temporale che gioca con la sottrazione e l'addizione di superfici geometriche, schemi algebrici e volumi scultorei. Punto di partenza sono alcuni arredi dell'appartamento in cui si riuniva l'ultima generazione di Futuristi che conobbe Marinetti, trasformati e plasmati dal collettivo. Il risultato è un percorso espositivo attraverso 50 opere tra cui statuarie in bronzo de-simmetrizzate, mobili in radica assottigliati come altorilievi, maschere votive e lunotti specchianti.

  • Dove: Milano, FuturDome, fino al 15 dicembre 2017
Ferrari 166-195 Sport Coupé MM Figurino a colori 13 - Credits: Courtesy of Ferrari
Credits: Courtesy of Ferrari
Enzo Ferrari con la 125 S nel cortile della Fabbrica. Al volante c'è Ferdinando Nando Righetti - Credits: Courtesy of Ferrari
Ferrari FXX K, progetto di Marco Fainello, 2014 - Credits: ADI

La Ferrari compie 70 anni. Per l'occasione, il Design Museum di Londra ospita Under The Skin, un viaggio attarverso la storia del Cavallino Rampante attraverso alcuni dei suoi modelli più celebri, ma anche disegni, lettere personali e memorabilia. Una serie di fotografie d'epoca ricorda con vena nostalgica alcuni dei fan più famosi del marchio, come Clint Eastwood, Sammy Davis Jr, Brigitte Bardot e Peter Sellers. Per gli appassionati della Ferrari, un appuntamento semplicemente immancabile.

  • Dove: Londra, Design Museum, dal 14 novembre al 15 aprile 2018

Milano. Sprint

SPRINT 2014, Folding by Giorgio Maffei, archive exhibition ; spazio Agalma, Milan. - Credits: Ph Agnese Martinuzzi
SPRINT 2015, non-profit fair view. - Credits: Ph Antonio Miucci
SPRINT 2015, non-profit fair view. - Credits: Ph Morgane Quere

Torna per il quinto anno consecutivo SPRINT, la fiera dell'editoria indipendente che porterà a Milano i lavori di piccoli editori ma anche di collettivi artistici provenienti da tutto il mondo. Concepita come una fiera "diffusa", che si svolgerà in diverse location sparse per la città, SPRINT offrirà non soltanto una panoramica sulle realtà editoriali più innovative di oggi, ma anche workshop, momenti di discussione, performance e proiezioni. Qui il programma della fiera. Sprint è un progetto dell'associazione no-profit "O'" ed è curato dall'artista Dafne Boggeri.

  • Dove: Milano, varie location. Dal 24 al 26 novembre

Milano. Sol LeWitt. Between The Lines

Sol LeWitt - 1 3 5 7 9 11 1995-1996 - Credits: The Nelson - Atkins Museum of Art Kansas City, Missouri (Gift of the Hall Family Foundation) Photo: E.G. Schempf
Sol LeWitt Hester Street Loft, New York, New York (July 1961) - Credits: Photo: Neal Boenzi/The New York Times
Sol LeWitt Modular Cube 1966 - Credits: Art Gallery of Ontario, Toronto Photo: Norman Goldman, New York

Fu lui a coniare nel 1967 il termine "concettuale", teorizzando il primato dell'idea sull'esecuzione. Nel suo testo “Paragraphs on Conceptual Art” l'artista americano Sol LeWitt riassumeva la sua concezione dell'arte e dell'artista. Compito di quest'ultimo era semplicemente quello di concepire il progetto: la realizzazione dell'opera poteva poi essere affidata a chiunque. La sua visione dell'arte come progetto lo avvicinava al mondo dell'architettura, rendendolo un progettista dell'arte. Proprio da qui parte la mostra Sol LeWitt. Between The Lines, in programma presso la Fondazione Carriero di Milano. A curarla, oltre a Francesco Stocchi, un nome d'ecezzione: Rem Koolhaas. Sarà lui, per la prima volta nella veste di curatore, a esplorare le intersezioni dell'opera di LeWitt con l'architettura. Una mostra imperdibile.

  • Dove: Milano, Fondazione Carriero, dal 17 novembre al 23 giugno 2018

Bergamo. Raggio.

Spazio Fase - Raggio
Raggio
Raggio - Spazio Fase

Una piccola perla per gli amanti della bicicletta: ad Alzano Lombardo, in provincia di Bergamo, andrà in scena il festival Raggio, un'immersione nel mondo delle due ruote e dello stile di vita sostenibile. La location è quella suggestiva della storica cartiera Pigna, edificio ex industriale oggi trasformato nello Spazio Fase, luogo di eventi e manifestazioni culturali. Protagonisti del festival saranno giovani designer, officine, negozi di accessori, produttori di biciclette artigianali e telaisti, che avranno l'occasione di presentare i propri prodotti a un pubblico di appassionati. Completa il festival un ricco calendario di gare ciclistiche, workshop, proiezioni, presentazioni e conferenze. 

  • Dove: Alzano Lombardo (BG), Spazio fase, 11 - 12 novembre
Monica Cecchi - Credits: courtesy of Monica Cecchi
Gianpaolo Babetto - Credits: ph: Giustino Chemello
Philip Sajet - Anello - Credits: Courtesy of Philip Sajet

Due mondi considerati lontani, eppure vicinissimi: l'architettura e la gioielleria condividono discorsi progettuali attorno al corpo e al movimento. Ad esplorare le loro connessioni è la mostra Corpo, Movimento, Struttura. Il gioiello contemporaneo e la sua costruzione. organizzata dal MAXXI di Roma. La mostra prenderà in esame alcuni progetti di grandi nomi del gioiello come Babetto, Bielander, Britton, Cecchi, Chang, Sajet, analizzandone il processo di costruzione, a partire dall'idea iniziale fino alla realizzazione di pezzi unici ed edizioni limitate. A loro saranno affiancati alcuni modelli di architettura provenienti dalla collezione del MAXXI.

  • Dove: Roma, MAXXI, dal 15 novembre al 14 gennaio 2018

Dubai Design Week

100 Best Posters
Edmund Sumner - Credits: Image courtesy V&A - Concrete While We Wait

Giunta alla terza edizione, la Dubai Design Week si sta velocemente trasformando in uno degli appuntamenti più importanti del design in Medioriente. A movimentare i sei giorni della manifestazione saranno oltre 200 eventi sparsi per la città: il più importante sarà come sempre Downtown Design, la fiera di design che accoglierà 125 brand provenienti da 25 nazioni, mentre a fare da incubatore di talenti sarà il Global Grad Show, che presenterà oltre 200 progetti di 90 università del mondo. Non mancherà Abwad, il talent dedicato ai designer locali, che nel pavillon progettato da Fahed & Architects consentirà di osservare da vicino i 45 progetti selezionati dalla giuria. E poi: tantissimi gli eventi collaterali, le conferenze i workshop e le installazioni, in una festa del design che coinvolgerà tutta la città.

  • Dove: Dubai, varie location, dal 13 al 18 novembre
Floating Cube, Molteni&C
Floating Cube, Molteni&C - Credits:
Floating Cube, Molteni&C

«Un cubo dentro un cubo, una stanza sospesa senza entrata e senza uscita, uno spazio inaspettato per l’arte». Così definisce Ron Gilad il suo progetto Floating Cube, creato all'interno del Molteni Museum a Giussano, nel cuore della Brianza. All'interno del cubo, 20 progetti fotografici realizzati negli ultimi dieci anni durante il Salone del Mobile per la testata multiculturale e plurale bilingue M&C inventata da Luca Meda.

  • Dove: Giussano, Molteni Museum
News
Shining, l’horror del maestro Stanley Kubrick torna sul grande schermo
Products
Nolii, il nuovo brand di accessori hi-tech firmato Benjamin Hubert
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Photo Week, la seconda edizione

Milano Photo Week, la seconda edizione

Ecco il programma della settimana meneghina dedicata alla fotografia, in programma dal 4 al 10 giugno
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne