Fluxland by Cyril de Commarque - Credits: photo credit Sam Jennings
News

10 eventi di inizio autunno

In Italia come in Europa, saranno moltissimi gli eventi che ci spingeranno fuori di casa in questi primi giorni autunnali.

Non mancheranno infatti le occasioni per godersi gli ultimi momenti di tepore estivo passeggiando tra installazioni outdoor o per progettare piccole gite dedicate all'arte contemporanea e al design.

Alcuni esempi? La seconda edizione della Bologna Design Week ma anche il Fashion Film Festival di Milano e INTERNI Open Borders di Piacenza.

Abbiamo selezionato 10 eventi da non perdere con l'arrivo dell'autunno, alcuni vicini, altri lontanissimi, per scoprire le intersezioni tra arte, architettura e design che vanno in scena nel mondo.

Milano. Fashion Film Festival

SEEN by Margot Bowman - Credits: Fashion Film Festival
Escape by Georgia Tribuiani for Anaak - Credits: Fashion Film Festival
Fashion Film Festival Milano Manifesto - Credits: Fashion Film Festival

Durante la Fashion Week milanese, torna l'appuntamento dedicato all'incontro tra cinema e moda, per una tre giorni che vedrà la proiezione di 180 film provenienti da 50 paesi. A fare da giuria saranno personaggi internazionali del mondo del cinema e della moda come Franca Sozzani, Vanessa Beecroft, Jason Schwartzman, Elle Fanning, Alicia Vikander e Jessica Chastain, oltre al pubblico, che potrà votare il proprio film preferito sul sito del festival a partire dal 27 settembre. Da non perdere nella sezione Fuori concorso è il documentario sulla carriera di Anna Piaggi dal titolo Anna Piaggi: Una visionaria della moda, diretto dalla regista milanese Alina Marazzi. Un altro progetto speciale è THROUGH MY EYES, raccolta di film in cui 10 registi internazionali interpretano altrettanti brand italiani. Il Fashion Film Festival è ospitato dall'Anteo spazioCinema e l'accesso alle proiezioni è gratuito.

Date: dal 24 al 26 settembre

Londra. Fluxland

Fluxland by Cyril de Commarque - Credits: photo credit Graham Kuhn
Fluxland by Cyril de Commarque - Credits: photo credit Graham Kuhn
Fluxland by Cyril de Commarque - Credits: photo credit Graham Kuhn
Fluxland by Cyril de Commarque - Credits: photo credit Sam Jennings

Un'installazione visiva e sonora che navigherà sulle acque del Tamigi per tutto il mese di settembre. É la nuova opera dell'artista francese Cyril de Commarque: una nave di 25 metri dalla forma poliedrica e dalla superficie specchiata. Una scultura galleggiante, che prende il nome da Fluxus, il movimento artistico di cui fecero parte Joseph Beuys e John Cage e che negli anni 60 promuoveva l'incontro inaspettato tra arte e vita quotidiana. Ormeggiata presso l'Imperial Wharf Marina, Fluxland è visitabile al suo interno e si propone come luogo di dibattito sulla politica odierna, il progresso e l'utopia. I dibattiti sono registrati e diffusi in streaming, per permettere a tutti gli interessati di ascoltarli. Tra i personaggi invitati alla discussione, la poetessa Fatima Bhutto, gli scrittori Pankaj Mishra e Adam Thirlwell e la fisica Sonia Trigueros.

Date: fino al 30 settembre

Rovereto. La città utopica. Dalla metropoli futurista all'EUR42

Tullio Crali, Spazioscenico - Credits: MART Rovereto
Tullio Crali, Palazzo delle Scienze - Credits: MART Rovereto
Angiolo Mazzoni, Palazzo delle poste - Credits: MART Rovereto
Adalberto Libera, Progetto per il palazzo dell'acqua e della luce all'E42 - Credits: MART Rovereto

In occasione dei 500 anni dalla pubblicazione di Utopia di Thomas Moore, il Mart di Rovereto offre una riflessione sul concetto di città del futuro sviluppato dagli artisti e architetti all'inizio del XX secolo. Una visione dell'agglomerato urbano che si basava sul movimento, sulla velocità e sulla trasformazione, come teorizzava l'architetto futurista Antonio Sant'Elia. E che i progettisti Angiolo Mazzoni e Adalberto Libera tentarono di mettere in pratica nell'Agro Pontino e durante la realizzazione dell'Eur42, riscontrando non poche difficoltà. Proprio da qui parte la mostra, dallo scontro tra utopia e realtà. In mostra, schizzi, disegni e opere raffiguranti la città del futuro, tutti accompagnati da frammenti e proiezioni del cult movie Metropolis di Fritz Lang.

Date: fino al 6 novembre

Richmond, Virginia. Ballet pas de deux: an exhibition of dance and architecture

Ballet pas de deux - Credits: The Branch Museum, ph.by Love by Serena Photography
Ballet pas de deux - Credits: The Branch Museum, ph.by Love by Serena Photography
Ballet pas de deux - Credits: The Branch Museum, ph.by Love by Serena Photography

Cosa succede quando danza e architettura si incontrano? A chiederselo è il Branch Museum di Richmond, in Virginia, con la mostra Ballet pas de deux: an exhibition of dance and architecture, interessante riflessione sul dialogo tra corpo e architettura. In mostra, una serie di immagini dei due ballerini del Richmond Ballet Valerie Tellmann-Henning and Kirk Henning, ritratti all'interno della Branch House, residenza costruita nel 1916 da John Russell Pope e oggi sede del Branch Museum. Una celebrazione della bellezza delle forme, sia architettoniche, sia umane, e del loro impatto reciproco.

Date: fino al 23 dicembre

New York. OSGEMEOS: Silence of the Music

OSGEMEOS: Silence of the Music Installation view, Lehmann Maupin - Credits: Courtesy the artists and Lehmann Maupin, New York and Hong Kong Photo: Max Yawney
OSGEMEOS O Dia Da Festa de Break (The Break Party's Day), 2016 - Credits: Courtesy the artists and Lehmann Maupin, New York and Hong Kong Photo: Max Yawney
OSGEMEOS O Sonho Feliz (The Happy Dream), 2016 - Credits: Courtesy the artists and Lehmann Maupin, New York and Hong Kong Photo: Max Yawney
OSGEMEOS O Pato Rei (The King Duck), 2016 - Credits: Courtesy the artists and Lehmann Maupin, New York and Hong Kong Photo: Max Yawney
OSGEMEOS: Silence of the Music Installation view, Lehmann Maupin - Credits: Courtesy the artists and Lehmann Maupin, New York and Hong Kong Photo: Max Yawney

La galleria Lehmann Maupin di New York ospita Silence of The Music, mostra interamente dedicata all'estro dei gemelli della street art brasiliana: OSGEMEOS. Fino al 22 ottobre, le stanze della galleria offriranno un'esperienza immersiva nel caleidoscopico mondo dei due artisti attraverso sculture, dipinti, installazioni e graffiti, molti dei quali accompagnati da un sottofondo musicale appositamente scelto dagli artisti. Nata alla fine degli anni 80 nel quartiere Cambuci di San Paolo, la street art di OSGEMEOS unisce immaginazione, espressione del subconscio e simbolismo in opere dai colori brillanti, spesso di denuncia politica e sociale. Un'occasione unica per scoprire a fondo la loro interpretazione della street art, intesa come collante tra arte e società.

Date: fino al 22 ottobre

Milano. Landa Arquitectos & Piuarch: Architetture Contemporanee tra Messico e Italia

Piuarch, CENTRO, Arezzo, - Credits: Spazio FMG
Credits: Spazio FMG
Credits: Spazio FMG
Spazio FMG - Credits: FMG
Spazio FMG - Credits: Spazio FMG

Lo Spazio FGM per l'Architettura di Milano presenta i progetti più innovativi degli studi di architettura Landa Arquitectos, di Monterrey, e di Piuarch, a Milano, stimolando una riflessione sull'evoluzione urbanistica delle due città, entrambe in piena crescita. In esposizione, 8 progetti dei due studi, analizzati in tutte le fasi del loro sviluppo, per un viaggio alla scoperta del processo che si nasconde dietro la realizzazione delle opere architettoniche. Tra i progetti esposti, l'high-rise di Reforma Latino (2016), torre di 185 metri costruita lungo il paseo de la Reforma di Città del Messico, opera che è già diventata un'icona della capitale, e il Porta Nuova Buiding (2013), costruzione inserita nell'intervento di riqualificazione urbana di Porta Nuova a Milano.

Date: fino al 14 ottobre

"Miniature Exhibition" presso il Museo della storia di Bologna - Credits: Bologna Design Week
"Amare Gio Ponti" di Francesca Molteni - Credits: Bologna Design Week
"Dissezioni del Quotidiano" presso il Teatro Anatomico della Biblioteca dell'Archiginnasio di Bologna - Credits: Bologna Design Week

Insieme a Cersaie, fiera dedicata al mondo della ceramica, ecco un altro appuntamento da non perdere a Bologna a settembre. Sta per partire infatti la seconda edizione della Bologna Design Week, che offrirà mostre, eventi e workshop all'insegna del design, dell'arte e dell'architettura. Tra gli eventi immancabili della manifestazione, la mostra Miniatures Exhibition, che presenterà 100 sedie in miniatura prodotte dall’Ottocento a oggi, il documentario Amare Gio Ponti e la serie di incontri Dissezioni del quotidiano, lezioni di design e architettura tenute da Alberto Meda, Marco Zanuso jr. e Marco Zito.

Date: dal 26 settembre al 1° ottobre

Palazzo Farnese
Galleria d'Arte Moderna Ricci

Oltre a Bologna, sarà Piacenza a trasformarsi in una città di design a settembre. L'occasione è INTERNI Open Borders, iniziativa della rivista INTERNI che porterà in alcuni spazi d'arte piacentini - Palazzo Rota Pisaroni, Palazzo Farnese e la Galleria d’Arte Moderna Ricci – numerose installazioni, sculture e mostre dedicate al lavoro di architetti e designer di fama internazionale, come Stefano Boeri, Patricia Urquiola, Vito di Bari e Carlo Ratti.

Date: fino al 16 ottobre

Venezia. Le stanze del vetro. Paolo Venini e la sua fornace

Paolo Venini - Vasi in vetro a murrine "a dame", 1953
Paolo Venini, vasi della serie "incisi", 1956-57
Paolo Venini, vasi in vetro della serie "diamante", 1934-36

Fu uno dei massimi esponenti dell'arte vetraria italiana del XX secolo. Paolo Venini, milanese di nascita ma muranese d'elezione, ha unito arte, vetro e design in una serie di collaborazioni con personalità chiave del mondo del design e dell'architettura come Gio Ponti, Piero Fornasetti, Massimo Vignelli e Tobia Scarpa. La Fondazione Cini di Venezia ospita ora una retrospettiva dell'artista: Le stanze del vetro. Paolo Venini e la sua fornace, che presenterà oltre 300 opere del maestro del vetro.

Date: fino all'8 gennaio 2017

Lugano. Slow Dancing

David Michalek - Slow Dancing - Credits: Lac Lugano Arte e Cultura
David Michalek - Slow Dancing - Credits: Lac Lugano Arte e Cultura
David Michalek - Slow Dancing - Credits: Lac Lugano Arte e Cultura
David Michalek - Slow Dancing - Credits: Lac Lugano Arte e Cultura

Dopo il Lincoln Center di New York e Travalgar Square a Londra, arriva al LAC di Lugano la suggestiva video-installazione dell'artista americano David Michalek. Dal 20 settembre fino al 9 ottobre, sulle facciate del museo verrà presentata a partire dalle ore 20.30 l'opera Slow Dancing, una triplice proiezione di 43 ritratti in movimento realizzati attraverso la tecnica dell’hyper-slow-motion. I protagonisti delle sequenze sono ballerini delle più diverse discipline e provenienti da tutto il mondo, filmati in un set apposito con videocamere capaci di catturare 1000 fotogrammi al secondo. Sullo schermo, i loro movimenti sono rallentati, fluidi, impercettibili. Un omaggio alla danza e alla bellezza del corpo umano.

Date: fino al 9 ottobre

Products
Paul McCarthy crea una collezione di tavole da skate per beneficenza
Storytelling
Dialoghi al futuro: alla scoperta di Casa Jasmina
You may also like
L’arte del tatuaggio, tra 3D e design

L’arte del tatuaggio, tra 3D e design

Ritratto di Roberto Trupiano, italiano trapiantato a Barcellona con una grande passione per i viaggi oltre che per l’arte. E un passato da skater.
Barcellona: un museo a cielo aperto

Barcellona: un museo a cielo aperto

Da Keith Haring a Roy Lichtenstein, passando per Joan Fontcuberta. Barcellona è ricchissima di opere d'arte, non solo nei musei
TV BOY e l’universo della Urban Pop Art

TV BOY e l’universo della Urban Pop Art

Una chiacchierata con Salvatore Benintende, in arte TV BOY, uno dei più importanti esponenti della street art in Italia. Un viaggio nella città catalana a bordo della nuova SEAT Ibiza
BlueProject Foundation ed Espronceda: arte a 360 gradi

BlueProject Foundation ed Espronceda: arte a 360 gradi

In conversazione con la curatrice Ilaria Termolino, un viaggio alla scoperta degli angoli meno noti della città di Barcellona a bordo della nuova SEAT Ibiza
Peugeot Onyx, nata per ispirare

Peugeot Onyx, nata per ispirare

La concept car di Peugeot arriva a Milano. Guarda, immagina e crea.
Outdoor d’autore

Outdoor d’autore

B&B Italia festeggia i dieci anni della sua collezione Outdoor con nuovi progetti esclusivi firmati da Antonio Citterio che si potranno ammirare al Fuorisalone.