Fornasetti store, Milano
Fornasetti store, Milano
Fornasetti store, Milano
Fornasetti store, Milano
News

Fornasetti cambia casa

Fornasetti apre in Corso Venezia a Milano un monomarca su tre piani, e con sette vetrine su strada, nel palazzo dalla facciata neoclassica che fu abitato dal futurista Filippo Tommaso Marinetti e che qui diede vista alla rivista Poesia nel 1905.

Sulla rampa di scale trasparenti s’insinua il serpente peccaminoso di Adamo ed Eva e indica il percorso verso uno spazio accogliente come una casa, ma a tratti metafisico, che raccoglie l’eclettismo dell’illustre decoratore. Nel concatenarsi di stanze sfilano disegni neoclassici in bianco e nero, i motivi a carte da gioco, i soli, gli innumerevoli volti di Lina Cavalieri. E tutta quella fauna intrigante di farfalle, pesci fluttuanti sul vetro delle finestre, i portaombrelli a forma di cane, i gatti che abbelliscono i piccoli piatti, le libellule sui cuscini. Tra le "nuvole" di una delle salette si ritrova un assaggio di oggetti d’epoca, inclusa l’insegna del negozio che Fornasetti aprì negli anni ’50 a Capri.

Qui sarà possibile ordinare pezzi personalizzati, che verranno creati dall’atelier come un abito su misura, estensione naturale di una realtà per cui l’artigianalità è parte intrinseca dell’identità di marca.

Ma nel nuovo store Fornasetti non c’è solo Fornasetti; secondo la tradizione già avviata dal fondatore, ospiti sono gli oggetti amati: i vetri di Fulvio Bianconi realizzati a Murano nel secolo scorso e quelli di oggi di Hugh Findletar, oppure le ceramiche di Vietri di Sergio Scognamiglio. E ancora: la spettacolare installazione in policarbonato di Jacopo Foggini e un suo lampadario in uno dei due salottini collocati all’ultimo piano.

Una destinazione amena nel centro cittadino, che già promette di diventare meta dei turisti oltre che, come annunciato dall’azienda, un luogo dedicato a eventi culturali.

Products
I nuovi rivestimenti Florim
News
La carta secondo Nendo
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano