Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
Isola di Petra, New York - Credits: Chilton & Chadwick
News

In vendita due abitazioni firmate Frank Lloyd Wright

L’isola di Petra, 50 miglia a nord di New York, ospita due proprietà firmate Frank Lloyd Wright: un piccolo cottage e una residenza principale con quattro camere da letto. L’isola si affaccia sul lago Mahopac e si estende per 11 acri (4,4 ettari), dispone di una pista per elicottero e un molo per l'attracco. Per raggiungerla da Manhattan sono sufficienti 15 minuti.

L’isola porta con sé una storia controversa. Il progetto originale fu concepito nel 1949 per l’ingegner Ahmed Chahroudi, che non potendo permettersi di corrispondere la cifra stimata ripiegò su un cottage di dimensioni ridotte, sempre firmato da Wright. Successivamente la proprietà passò in mano a Joseph Massaro, che nel 2007 decise di dare alla luce il progetto iniziale di Wright, a cinquant'anni dalla sua morte, avvalendosi dell’aiuto dell’architetto e storico Thomas A. Heinz. Il risultato combina i prinicipi progettuali concepiti da Frank Lloyd Wright, come l’integrazione degli elementi naturali dell’isola con l’architettura, unitamente a una serie di soluzioni inedite tra cui alcune videocamere di sorveglianza, un sistema di condizionamento e di riscaldamento radiante.

Durante i lavori John Massaro si scontrò duramente con la Frank Lloyd Wright Foundation, che dal 1940 detiene le proprietà intellettuali dell’architetto americano e che non ha mai riconosciuto ufficialmente l’opera come una creazione originale del maestro americano. Oggi entrambe le proprietà sono sul mercato per 14,9 milioni di dollari, la vendita è gestita al gruppo immobiliare Chilton & Chadwick.

 

Products
Un’alternativa all’iconica bottiglietta Kikkoman
Products
Eclipse, la base di ricarica smart per smartphone e tablet
You may also like
Addio Ventura Lambrate, benvenuta Ventura Future

Addio Ventura Lambrate, benvenuta Ventura Future

Gli organizzatori fanno sapere che l’edizione 2018 non si terrà, ma in compenso ci sarà un’altra novità
Tadao Ando e Venini: ecco la collezione Ando Cosmos

Tadao Ando e Venini: ecco la collezione Ando Cosmos

Artigianalità made in Italy e design giapponese: la storica azienda fondata nel 1921 rinnova il sodalizio con l’architetto giapponese
Nendo ripensa la zip per YKK

Nendo ripensa la zip per YKK

La pratica chiusura che sostituisce i bottoni declinata in cinque nuovi design per YKK, la società giapponese che la produce dal 1934
Una villa neobrutalista tra i colli liguri

Una villa neobrutalista tra i colli liguri

Pietra grezza, legno di abete povero e cemento a vista sono i materiali protagonisti di questa villa isolata che, dalle colline liguri, si affaccia su un paesaggio marino mozzafiato
Una sauna galleggiante, in Svezia

Una sauna galleggiante, in Svezia

A firmarla è lo studio di progettazione milanese Small Architecture Workshop. Siamo ad Åmot, circa tre ore a nord di Stoccolma, nel cuore della foresta svedese
I vincitori della Targa Bonetto 2017

I vincitori della Targa Bonetto 2017

Ecco come è andata la 22esima edizione del concorso che premia i migliori designer in erba