Il nuovo Gucci Hub di via Mecenate 79, a Milano
Il nuovo quartier generale della maison sorge in un'ex fabbrica aeronautica
News

Il nuovo Gucci Hub firmato Piuarch

Dopo tre anni di ristrutturazione ha inaugurato a Milano - al 79 di via Mecenate - Gucci Hub, il nuovo quartier generale della casa di moda fiorentina.

La struttura nasce dalle ceneri dell’ex fabbrica aeronautica Caproni, dove dal 1915 al 1950 venivano costruiti biplani e triplani, che spiccavano i loro voli di prova e collaudo sull’adiacente campo di volo di Taliedo.

Gucci Hub si estende su una superficie di 35mila metri quadrati e accoglie insieme per la prima volta tutti gli uffici meneghini del marchio, gli showroom, lo spazio destinato alle sfilate, le attività grafiche e lo studio fotografico, all’interno di una location che ospita oltre 250 persone.

A firmare il progetto è stato lo studio milanese Piuarch, che nel 2013 ha accettato l’incarico di recuperare il patrimonio architettonico preesistente definendo un impianto volumetrico e concettuale capace di accogliere le esigenze di un moderno headquarter.

Gucci Hub si configura come un progetto sostenibile: al suo interno è presente un bosco, una piazza alberata, giardini diffusi, patii e pareti verdi, con tanto di certificazione Leed Gold.

Il cuore del complesso è costituito una torre di sei piani costruita ex-novo, con le pareti in vetro, che insiste su una superficie di oltre 3mila metri quadri. Il volume e la forma della torre, con i suoi componenti neri e di metallo, producono un forte contrasto con le pareti di mattoni rossi degli edifici storici. A questi si affianca il parcheggio sotterraneo, che può contenere 300 auto.

Ad ispirare gli interni di Gucci Hub è stata la visione e l’estetica del Direttore Creativo, Alessandro Michele. Le singole aree sono state arredate con pezzi perlopiù unici, valutando la configurazione degli spazi: poltrone da teatro, vecchi piani di lavoro da bar, schermi vintage, poltrone e tavolini.

Places
Cinque ristoranti stellati da non perdere
News
Anversa, la nuova Port House disegnata da Zaha Hadid
You may also like
L’arte del tatuaggio, tra 3D e design

L’arte del tatuaggio, tra 3D e design

Ritratto di Roberto Trupiano, italiano trapiantato a Barcellona con una grande passione per i viaggi oltre che per l’arte. E un passato da skater.
Barcellona: un museo a cielo aperto

Barcellona: un museo a cielo aperto

Da Keith Haring a Roy Lichtenstein, passando per Joan Fontcuberta. Barcellona è ricchissima di opere d'arte, non solo nei musei
TV BOY e l’universo della Urban Pop Art

TV BOY e l’universo della Urban Pop Art

Una chiacchierata con Salvatore Benintende, in arte TV BOY, uno dei più importanti esponenti della street art in Italia. Un viaggio nella città catalana a bordo della nuova SEAT Ibiza
BlueProject Foundation ed Espronceda: arte a 360 gradi

BlueProject Foundation ed Espronceda: arte a 360 gradi

In conversazione con la curatrice Ilaria Termolino, un viaggio alla scoperta degli angoli meno noti della città di Barcellona a bordo della nuova SEAT Ibiza
Peugeot Onyx, nata per ispirare

Peugeot Onyx, nata per ispirare

La concept car di Peugeot arriva a Milano. Guarda, immagina e crea.
Outdoor d’autore

Outdoor d’autore

B&B Italia festeggia i dieci anni della sua collezione Outdoor con nuovi progetti esclusivi firmati da Antonio Citterio che si potranno ammirare al Fuorisalone.