Chang Yeonsoon, Repubblica di Corea. ‘Matrix III Tempo, Spazio, Uomo – 1,2,3’, fibra di abaca, dimensioni variabili. 2016
Wycliffe Stutchbury, Regno Unito. ‘100 piedi di canale / Il legno di Annie’, quercia di palude, rovere europeo, comune agrifoglio, 1870 x 25 x 1850 mm.
 2017
Takuro Kuwata, Giappone
. ‘Tazza da tè’, porcellana, smalto, pigmento, platino e acciaio, 380 x 380 x 400 mm. 2017
Takeshi
 Yasuda, Regno Unito. ‘Recipiente Qingbai in oro’, porcellana, smalto qingbai, oro colloidale, 418 x 398 x 119 mm. 2015
Steffen Dam, Denmark
. ‘Nuova medicina’, vetro, vecchia vetrina restaurata con luce dimmerabile, 270 x 440 x 820 mm.
 2017
Simone Pheulpin, Francia.
 ‘Croissance XL (Crescita XL)’, tessuto di cotone e spilli, 900 x 900 x 100 mm. 2017
Shohei Yokoyama, Giappone. ‘Sei wo harumu (Riempire con il silenzio)’, vetro, 1000 x 800 x 750 mm. 2017
Sara Gackowska, Polonia. ‘Craquelure’, ematite, polvere di pietra, bio resina, argento, dimensioni variabili. 2017
Sam Tho Duong, Germania. ‘Ghiacciato/Se[e/a]/Look’, argento, oro, perle d’acqua dolce, nylon, ossidazione, dimensioni variabili. 2017
Ryuhei Sako, Giappone. ‘Mokume-gane Vase’, argento, rame, syakudo, shibuichi, kuromido, 163 x 155 x 213 mm.
 2017
Rita Soto, Cile
. ‘Pieghe della memoria’, crine di cavallo, fibra vegetale, rame, argento inossidabile, dimensioni variabili. 2017
Rita Soto, Cile
. ‘Pieghe della memoria’, crine di cavallo, fibra vegetale, rame, argento inossidabile, dimensioni variabili. 2017
Richard McVetis, Regno Unito. ‘Variazioni di un cubo cucito’, lana, cotone, polistirolo, MDF, 850 x 1500 x 1200 mm.
 2017
Paul Adie, Regno Unito. 
 ‘Alla ricerca di solide fondamenta’, acciaio e corda, dimensioni variabili. 2017
Mercedes Vicente, Spagna
. ‘Scalaria Bifurca’, tela, 300 x 750 x 330 mm. 2017
Marie Janssen, Austria
. ‘Fornace velata 5’, tradizionale ceramica smaltata manganese e piombo, 800 x 1200 x 1400 mm. 2017
Julian Watts, Stati Uniti
. ‘Panca’, acero, 330 x 1244 x 482 mm. 2017
Joonyong Kim, Repubblica di Corea
. ‘Lacrime al tramonto’, vetro, 480 x 480 x 43 mm. 2014
Joe Hogan, Irlanda
. ‘Omaggio all’albero’, faggio, conifere e bacche di acero locale, 750 x 1050 x 650 mm.
 2017
Jennifer Lee, Regno Unito. ‘Tracce pallide, ombrate e maculate, ellisse sfumata, macchie bronzee, ripiano inclinato’, gres, argilla e ossidi naturali mischiati all’argilla, 174 x 160 x 310 mm. 2017
Irina Razumovskaya, Russia. ‘Barkskin’, gres, porcellana, smalti, 750 x 250 x 250 mm. 2017
Hae Cho Chung, Repubblica di Corea
. ‘Recipienti di cinque colori 0831’, ottchil su canapa e lucidato con corno di cervo, 120 x 120 x 120 mm.
 2013
Gunilla Maria Åkesson, Svezia. ‘Contenitore’, gres rosso, 310 x 310 x 260 mm. 2016
Deirdre McLoughlin, Irlanda. ‘Canale I’ argilla nera/marrone, sottosmalto in velluto, smalto lucido color melanzana, 260 x 340 x 320 mm.
 2017
Christopher Kurtz, Stati Uniti. ‘Singolarità’, tiglio intagliato a mano e vernice a base di latte, 914 x 3657 x 2057 mm. 2012
Chen Min, Cina. ‘Sgabello Hangzhou’, bambù, 420 x 480 x 530 mm. 2013
Ashley YK Yeo, Singapore.
 ‘Metrica Arbitraria II’, carta tagliata a mano, dimensioni variabili. 2015
Ashley YK Yeo, Singapore.
 ‘Metrica Arbitraria II’, carta tagliata a mano, dimensioni variabili.
Arko, Giappone
. ‘Terzo acquazzone’, paglia, filo, 1100 x 250 x 1250 mm. 2017
Ann van Hoey, Belgio. ‘Oggetti tratti dalla serie ‘Terracotte Ferrari’, ceramica e pittura rossa Ferrari, 330 x 380 x 280 mm.
Aneta Regel, Regno Unito. ‘Pioggia di pietre’, granito, quarzo, basalto, feldspato, porcellana, crank, slip, smalto, dimensioni variabili.
 2017
Laurenz Stockner, Italia
. ‘Ciotola di rame / forma elastica– Ø 200mm’, rame, 200 x 200 x 100 mm. 2012
News

I finalisti del Loewe Craft Prize 2018

Sono stati annunciati i nomi dei finalisti della seconda edizione del Loewe Craft Prize, il premio istituito nel 2016 dalla Fondazione LOEWE e dedicato allo sviluppo dell’artigianato contemporaneo.

I nomi dei finalisti sono stati selezionati da un comitato di esperti tra oltre 1900 candidature provenienti da 75 paesi. La giuria, composta da 11 esperti, si è riunita a Madrid, dove nel corso di due giorni ha esaminato tutte le opere presentate selezionando 30 nomi di età compresa tra i 26 e i 76 anni.

«Quest’anno la selezione è stata ancora più ardua rispetto all’edizione precedente, con standard altissimi in tutte le categorie. Le opere che abbiamo selezionato mostrano una manipolazione pressoché alchemica delle potenzialità di ogni mezzo», ha dichiarato Anatxu Zabalbeascoa, presidentessa della giuria del LOEWE Craft Prize.

Le opere dei 30 finalisiti saranno esposte dal 4 maggio al 17 giugno presso il Design Museum di Londra. Il 3 maggio, durante l'inagurazione, una giuria composta da 10 nomi di spicco del mondo del design svelerà il vincitore del Loewe Craft Prize 2018, che si aggiudicherà un premio di 50mila euro.

News
Maison&Objet: le novità
Products
Nike Epic React Flyknit, la scarpa da running dal dna tecnologico

You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Carl Hansen a Stoccolma


Carl Hansen a Stoccolma


Ecco il nuovo spazio espositivo dell’azienda danese, progettato dall’architetto Vasco Trigueiros nel quartiere di Östermalm
space&interiors e il futuro dell’abitare

space&interiors e il futuro dell’abitare

Al The Mall di Milano una mostra evento per conoscere il futuro dei materiali, dei prodotti e dei nuovi modi di abitare le nostre case e le nostre città
La chiesa progettata da Álvaro Siza a Saint-Jacques-de-la-Lande, in Francia

La chiesa progettata da Álvaro Siza a Saint-Jacques-de-la-Lande, in Francia

L’architetto portoghese Premio Pritzker nel 1992 ha realizzato un’architettura che si inserisce nel contento urbano della cittadina francese
Lo speaker firmato Nendo


Lo speaker firmato Nendo


Lo studio guidato da Oki Sato ha realizzato un diffusore in legno di faggio e materiale plastico sintetico per l'azienda giapponese Bunaco
Gentle Monster, quando l

Gentle Monster, quando l'eyewear incontra l'arte

I suoi flagship store sono come gallerie d'arte contemporanea. Ecco il brand coreano che sta conquistando il mondo a suon di installazioni immersive