Designparade, Toulon, Vincent Darre
News

Design al sole: gli eventi di agosto

Ad agosto il design non va in vacanza, anzi: si trasforma in manifestazioni all'aperto e in mostre-evento dedicate ai più grandi designer e architetti della storia.

Se si rimane in città si potrà visitare con tutta calma quello che si è perso durante l'anno, come la retrospettiva dedicata a Yona Friedman al MAXXI di Roma e la mostra collettiva White Flag alla Triennale di Milano.

Se si viaggia invece verso nord, da non perdere è la mostra dedicata a Ettore Sottsass al Vitra Design Museum e quella su Alvar Aalto al Designmuseum di Copenhagen. E poi, per chi sceglie l'Italia come meta delle vacanze, due appuntamenti sull'architettura del paesaggio: il Radicepura Garden Festival, tra Giarre e Acireale, e il Festival del Paesaggio di Anacapri.

Ecco gli eventi di design e architettura di agosto.

Uno scatto tratto dalla serie Metafore, Predazzo, 1976 - Credits: Studio Ettore Sottsass
Valentine, Olivetti, Ettore Sottsass e Perry A. King, 1969

Il 14 settembre 2017 ricorre il centenario della nascita di uno dei personaggi più geniali della storia del design italiano: Ettore Sottsass. A celebrarlo non sarà solo l'Italia con una mostra in arrivo a settembre in Triennale, ma anche il Met Breuer di New York e il Vitra Design Museum, quest'ultimo con una retrospettiva che ne analizza il pensiero anticonformista, di rottura con il passato. Ed è così che lo Schaudepot si trasforma in una macchina del tempo che accompagna i visitatori attraverso gli anni 60, 70 e 80, mostrando l'evoluzione della visione di Sottsass. In mostra, le sue opere più rivoluzionarie, che liberavano il design dall'imperativo della funzionalità, come la libreria Carlton e le lampade Ashoka e Tahiti.

  • Dove: Weil am Rhein, Vitra Design Museum
  • Quando: fino al 24 settembre 2017

Hyeres, Toulon. Designparade

Designparade - Hyères, Inga Sempe
Designparade - Hyères, Maria Jeglinska
Designparade, Toulo, Archives cercle naval

Come ogni anno, l'estate provenzale è accompagnata da Design Parade, festival organizzato presso la celebre Villa Noailles di Hyères. Terminato il concorso, rimangono visitabili fino a fine settembre le mostre che espongono i progetti dei partecipanti del festival. A Hyères verranno presentati i lavori legati al design del prodotto, mentre a Tolone quelli relativi alla progettazione di interni. Se si passa dalla Costa Azzurra, un appuntamento imperdibile per scoprire i nuovi talenti del design internazionale.

  • Dove: Hyères e Toulon
  • Quando: fino al 24 settembre

Milano. White Flag

White Flag, La Triennale, Milano - Credits: Ph. Gianluca Di Ioia
White Flag, La Triennale, Milano - Credits: Ph. Gianluca Di Ioia
White Flag, La Triennale, Milano - Credits: Ph. Gianluca Di Ioia

Design per la pace. In occasione della prima London Design Biennale, tenutasi nel settembre 2016, la Triennale di Milano aveva chiesto a venti designer di progettare una bandiera bianca. Il progetto, che seguiva le celebrazioni del 500° anniversario di Utopia di Thomas Moore, rappresentò l'Italia alla Biennale. Ora, è diventato una mostra: White Flag. Venti bandiere bianche svettano su una cartina geografica del mondo a ricordare il valore della tregua. L'installazione è in continuo divenire: durante il corso della mostra, ogni bandierina verrà sostituita da un oggetto offerto dal designer che l'ha realizzata. Ultimo mese per vederla.

  • Dove: Milaino, Triennale
  • Quando: fino al 27 agosto

Nuoro. Michele De Lucchi - Haystacks/Pagliai

Michele de Luchhi - Haystacks/Pagliai
Michele de Luchhi - Haystacks/Pagliai
Michele de Luchhi - Haystacks/Pagliai

"Tagliare l’erba e raccogliere il fieno, nei covoni prima nei pagliai poi, è un’operazione ancestrale oramai in disuso che però conserva nella mentalità comune l’impellenza e la poesia di prepararsi al futuro, ai mesi freddi dell’inverno. L’oggetto pagliaio è forse la forma architettonica per eccellenza: pura, essenziale e unica.[...] Il pagliaio è un’immagine comune di positiva attenzione al pianeta." - Michele De Lucchi descrive così la sua concezione del pagliaio. E a rendere omaggio al suo pensiero e alla sua attenzione verso il tema della sostenibilità è il Museo Nivola di Nuoro, che dopo la retrospettiva su Andrea Branzi prosegue il suo percorso alla scoperta dei protagonisti del design italiano proprio con il designer e architetto ferrarese. In mostra, la sua recente serie Pagliai, strutture dalal forma compatta realizzate tramite una sovrapposizione di elementi. Insieme a loro, saranno esposti altri oggetti lignei provenienti da altre serie, in una esplorazione del rapporto tra design e artigianalità che da sempre affascina De Lucchi.

  • Dove: Nuoro, Museo Nivola
  • Quando: fino al 15 settembre 2017
Maurizio Nannucci, Something happened, 2009
Marzia Migliora, Senza titolo (Forever Overhead, foto 3), 2010
Marco Basta, Pioggia Invernale, 2011

Mostre, installazioni ma anche una riflessione sul significato, sia mentale sia fisico, del paesaggio. Per tutta l'estate, a Capri si respirerà aria di arte, design e architettura grazie alla seconda edizione del Festival del Paesaggio. Protagonista di quest'anno è l'artista e designer Fortunato Depero, esponente del "secondo futurismo". A lui, l'architetto e designer Alessandro Mendini dedica la mostra 1917-2017 Depero/Mendini, che oltre a presentare alcune sue opere, ricostruisce il periodo trascorso dall'artista a Capri. Da non perdere poi, le installazioni site-specific del collettivo torinese Nucleo e la mostra Anatomia del paesaggio, che analizza il tema della piscina pubblica come espressione della modernità.

  • Dove: Anacapri
  • Quando: fino al 30 settembre

Roma. Yona Friedman - Mobile Architecture, People’s Architecture

Visualizzazione dell’interno della Ville Spatiale, anni Sessanta - Credits: Courtesy Marianne Polonsky Collection/ Yona Friedman
Visualizzazione dello spazio interno per il Parlamento Europeo di Straburgo, anni Settanta - Credits: Courtesy Marianne Polonsky Collection

Mobile e incentrata sui bisogni delle persone: per Yona Friedman l'architettura dev'essere così. Ma soprattutto dev'essere democratica e inclusiva, capace di modellarsi sulle esigenze della vita quotidiana, talmente semplice da poter essere realizzata dai cittadini stessi. Yona Friedman rimane uno degli architetti più idealisti e visionari di sempre. E la sua Ville Spatiale (1958-62), griglia aerea con abitazioni progettate da chi le abita, rimane il manifesto del suo pensiero. Ai tempi, le sue idee sembravano quasi folli. Oggi, sembra invece che Friedman precorresse i tempi di 70 anni. Dopo il Power Station of Art di Shangai, arriva al MAXXI di Roma la grande retrospettiva in suo onore: in mostra schizzi, progetti, una video-intervista inedita, una sezione dedicata alla sua casa. Ma soprattutto, la mostra ospita anche uno Street Museum, all'interno del quale saranno esposti 16 oggetti scelti da altrettanti cittadini romani per il loro valore affettivo. Perché secondo Friedman, oltre all'architettura anche i musei di arte contemporanea devono essere in primo luogo rivolti ai cittadini.

  • Dove: Roma, MAXXI
  • Quando: fino al 29 ottobre 2017

Copenhagen. Alvar Aalto. Paimio Sanatorium

Alvar Aalto on top of the roof of Paimio Sanatorium - Credits: Photo: Gunner Asplund
Alvar Aalto Museum. - Credits: photo: Gustaf Welin,
Colour scheme: made by Eino Kauria, - Credits: Foto: Mikko Hietaharju, Alvar Aalto Museum.

La parola "Archi-star" non esisteva ancora ma lui lo era già. Alvar Aalto fu una delle figure chiave dell'architettura del Novecento. Ispirato dal paesaggio naturale e culturale della suo paese, la Finlandia, realizzò edifici rivoluzionari che si basavano sulla volontà di rendere l'architettura più "umana". Tra questi, il Paimio Sanatorium, l'ospedale dedicato alla cura della tubercolosi che l'architetto progettò negli anni 30. Una struttura concepita attorno ai bisogni dei pazienti, che rivoluzionava la progettazione degli ospedali del tempo. E del Paimio Sanatorium, Alvar Aalto disegnò tutto, dalle fondamenta fino alle maniglie delle porte. Ogni cosa fu sviluppata in funzione del paziente. Oggi, il Designmuseum di Copenhagen ha ricreato gli ambienti originali della clinica, offrendo un'immersione totale nella visione dell'architetto.

  • Dove: Copenhagen, Designmuseum Denmark
  • Quando: dal 25 agosto fino al 10 dicembre 2017

Acireale. Radicepura Garden Festival

Radicepura Garden Festival - Credits: Foto: Alfio Garozzo
Radicepura Garden Festival - Credits: Foto: Alfio Garozzo
Radicepura Garden Festival - Credits: Foto: Alfio Garozzo
Radicepura Garden Festival - Credits: Foto: Alfio Garozzo

A Giarre, in Sicilia, è nata la prima biennale internazionale dedicata al garden design e all'architettura del paesaggio mediterraneo: il Radicepura Garden Festival. Per tutta l'estate, il parco botanico di Radicepura si animerà di workshop, mostre, proiezioni, concerti ed eventi legati al tema del Mediterraneo. Inoltre, presso il parco saranno allestiti 14 giardini realizzati con 800 specie e 5000 varietà di piante coltivate da Piante Faro. Un evento dedicato alla bellezza del paesaggio del Mediterraneo, per riscoprirne i colori, i suoni e i sapori.

  • Dove: Parco botanico Radicepura, Giarre
  • Quando: fino al 23 ottobre 2017

Lubiana. Biennale del Design

Countryside Reloaded - Nov zagon podezelja - Credits: foto: Delfino Sisto Legnani Marco Cappelletti
New Heroes - Novi heroji - Credits: photo: Delfino Sisto Legnani Marco Cappelletti
Underground Release - Sprostitev - Credits: foto: Delfino Sisto Legnani Marco Cappelletti
Brand New Coexistence - Cisto novo sobivanje - Credits: photo: Delfino Sisto Legnani Marco Cappelletti

Per la prima volta nella sua storia, la Biennale del Design di Lubiana si spinge fuori dai confini del museo (il MAO, Museum of Architecture and Design) per avventurarsi in sette località della Slovenia. Altrettanti sono i progetti in mostra: Underground Release, Occupying Woods, After Utopia, Brand new Coexistence, Countryside Reloaded, Resilience of the past, New Heroes. Ogni progetto nasce dalla collaborazione tra designer sloveni e internazionali ed è ambientato in contesti diversi da quello della capitale, tra i boschi e le campagne slovene. Le sette installazioni trovano la propria dimensione lontano dalla città ma trattano tematiche molto vicine a chi la abita, proprio come suggerisce il titolo di questa 25esima edizione "Faraway, so close". Un esperimento che vuole far riflettere sulle trasformazioni urbane e paesaggistiche della Slovenia, ma non solo.

  • Dove: Lubiana e varie location in Slovenia
  • Quando: fino al 29 ottobre 2017

Taipei. Global Design Laboratory

Zaha Hadid - Global Design Laboratory
Zaha Hadid - Global Design Laboratory
Zaha Hadid - Global Design Laboratory

Che volto avrà la progettazione del futuro? A rispondere è lo studio Zaha Hadid Architects con una mostra-laboratorio dedicata alle tecnologie per l'architettura: Global Design Laboratory. In esposizione presso il Songshan Cultural and Creative Park di Taipei, non solo alcuni dei progetti più innovativi di Zaha Hadid - promotrice di una visione ottimistica del futuro grazie al potere dell'invenzione - ma anche i progetti dello studio realizzati con il 3D Building Information Modelling (BIM) e gli esperimenti del gruppo di ricerca CODE (Computational Design). Un'occasione per sbirciare nel futuro e per immergersi nel mondo visionario dello studio di architettura più celebre al mondo.

  • Dove: Songshan Cultural and Creative Park, Taipei, Taiwan
  • Quando: fino al 10 ottobre
Places
Un rifugio per artisti sull'isola di Fleinvær, in Norvegia
Products
Happy hands
You may also like
Addio Ventura Lambrate, benvenuta Ventura Future

Addio Ventura Lambrate, benvenuta Ventura Future

Gli organizzatori fanno sapere che l’edizione 2018 non si terrà, ma in compenso ci sarà un’altra novità
Tadao Ando e Venini: ecco la collezione Ando Cosmos

Tadao Ando e Venini: ecco la collezione Ando Cosmos

Artigianalità made in Italy e design giapponese: la storica azienda fondata nel 1921 rinnova il sodalizio con l’architetto giapponese
Nendo ripensa la zip per YKK

Nendo ripensa la zip per YKK

La pratica chiusura che sostituisce i bottoni declinata in cinque nuovi design per YKK, la società giapponese che la produce dal 1934
Una villa neobrutalista tra i colli liguri

Una villa neobrutalista tra i colli liguri

Pietra grezza, legno di abete povero e cemento a vista sono i materiali protagonisti di questa villa isolata che, dalle colline liguri, si affaccia su un paesaggio marino mozzafiato
Una sauna galleggiante, in Svezia

Una sauna galleggiante, in Svezia

A firmarla è lo studio di progettazione milanese Small Architecture Workshop. Siamo ad Åmot, circa tre ore a nord di Stoccolma, nel cuore della foresta svedese
I vincitori della Targa Bonetto 2017

I vincitori della Targa Bonetto 2017

Ecco come è andata la 22esima edizione del concorso che premia i migliori designer in erba