Il collage fotografico raffigurante la facciata storica del museo realizzato da JR cela la piramide di vetro - Credits: © JR-ART.NET
L'ultima sfida dell'artista francese è far scomparire la piramide, simbolo del musei - Credits: © JR-ART.NET
Con i suoi ritratti in bianco e nero ha tappezzato le pareti di tutto il mondo - Credits: © JR-ART.NET
Per esporre le sue opere JR sceglie la galleria a cielo aperto più grande del mondo: gli spazi pubblici - Credits: © JR-ART.NET
L'esibizione JR au Louvre sarà in mostra fino al 27 giugno - Credits: © Jérémy Schneider
News

L’artista francese JR cancella la piramide del Louvre

Dopo aver tappezzato le pareti di tutto il mondo con i suoi collage fotografici, lo street artist JR posa gli occhi sulla piramide del Louvre. Cerca il modo per farla sparire. E ci riesce. 

Per dieci anni JR ha scelto gli spazi pubblici per esporre la sua arte, usando la sua arte per coinvolgere la gente e osservarne le reazione. Dalle favelas di Rio alle slum del Kenya. E ancora Medio Oriente, New York e Shanghai fino alla capitale francese. La sua nuova sfida è cancellare parte di uno dei più grandi musei al mondo con un semplice trucco visivo. 

La piramide, realizzata nel 1989 dall’architetto Ieoh Ming Pei, viene avvolta dall’opera dell’artista: un collage fotografico raffigurante la facciata storica del Musée du Louvre (cielo compreso).

L’installazione, osservata da una particolare angolazione, da quindi l’impressione che la piramide sia stata inghiottita dall’architettura principale.

«La cosa più importante è dove metto le mie foto e il significato che assumono a seconda del posto scelto», spiega l’artista francese Jean René. L’installazione JR au Louvre ricoprirà l’iconica piramide fino al 27 giugno.

News
La prima grande mostra dedicata a Nendo
Products
Fabrica presenta la serie di vasi in vetro Table of Contents
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne
Luigi Ghirri. Il paesaggio dell

Luigi Ghirri. Il paesaggio dell'architettura

La Triennale di Milano omaggia il celebre fotografo emiliano mettendo in luce l'importanza della sua opera nell'ambito dell'architettura. Dal 25 maggio al 26 agosto