1° classificato categoria Professionisti: Luca Giacomelli e Lorenzo Rossotti
2° classificato ex-aequo categoria Professionisti: Alessio Biava
2° classificato ex-aequo categoria Professionisti: Yu Hiraoka
3° classificato categoria Professionisti: Simone Alberto Gerbino
Menzione speciale Professionisti: Gabriele Vella
Menzione speciale Professionisti: Tom Fereday
Menzione speciale Studenti: Ayse Yakar
News

I vincitori di Porada International Design Award 2017


Sono stati premiati a Como, negli spazi di Villa del Grumello, i sette vincitori della sesta edizione di Porada International Design Award 2017, il concorso di design promosso da Porada e POLI.design, con il patrocinio di ADI, Associazione per il Disegno Industriale.

Quattro vincitori nella categoria Professionisti e tre in quella Studenti hanno convinto la giuria realizzando diverse tipologie di tavolini - da salotto, di servizio, coffe table e side table - capaci di incarnare lo spirito progettuale di Porada.

Vincitore della categoria Professionisti è Sliding Plates dei progettisti Luca Giacomelli e Lorenzo Rossotti: un tavolino caratterizzato da tre piani d’appoggio svincolati tra 
loro e ruotabili in maniera indipendente. Il progetto è stato scelto dalla giuria «perché nel far emergere un
 elemento ludico nell'interazione con l'utente ha saputo coniugare 
cura del dettaglio, scelta appropriata dei materiali e armoniosa
 modificazione nella configurazione del prodotto, interpretando appieno la filosofia dell'arredo Porada».

Il primo premio della categoria Studenti è andato a Nicole Maccari e Serena Chille', studentesse del Politecnico di Milano. Il duo ha realizzato Noua, un coffee table con vassoio incorporato e rimovibile, premiato per «l'originalità della multifunzione, unita alla semplicità nell'impiego e nell'accoppiamento di materiali diversi, che con un'estetica garbata si inserisce bene nel panorama prodotti dell'azienda».

Accanto ai sette progetti premiati, la giuria ha riservato tre menzioni speciali ai progetti Odiyn di Ayes Yakar (Turchia ‐ Politecnico di Milano, Architectural Design) per la categoria Studenti, Fido di Gabriele Vella (Italia) e Bearing Table di Tom Fereday (Australia) per la categoria Professionisti.

News
Vittorio Gregotti in mostra al PAC di Milano
News
Esselunga: la storia del primo supermercato italiano
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano