Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Credits: Ph. Rasmus Hjortshoj - COAST
Places

Blox: spazi flessibili by OMA a Copenhagen

Dopo l'inaugurazione della spettacolare Torre di Prada a Milano, lo studio OMA, fondato da Rem Koolhaas, torna a stupire a Copenhagen con Blox, un edificio flessibile e poliedrico condensatore di attività diverse fra di loro.

Blox, voluto da Realdania By & Byg, si staglia nella nuova area, fronte acqua, in grande trasformazione urbanistica: si articola su 9 piani, strutturati in un gioco di blocchi uno sopra l'altro, sfalsati tra di loro, che rivelano le diverse funzioni al suo interno. L'edificio, che sorge nell'area di un ex birrificio, fornisce un ambiente per spazi urbani all'aperto ricreativi e parchi giochi, dove anche la scalinata, che dall'acqua porta all'ingresso dell'edificio, diventa luogo di sosta informale: punto ideale per momenti di relax, da cui si gode della vista sui grandi blocchi vetrati dalle sfumature verdi che si rispecchiano nell'acqua, richiamandone i riflessi.

All'interno si trovano ben ventidue appartamenti, uffici, caffetterie, una libreria, una palestra, spazi di co-working, nonché un forum unico per l'ambiente costruito con spazio per lavoro, mostre, ricerca e riflessione. Ed è anche la nuova casa del Dac, il Centro di Architettura Danese, che inaugura con una mostra interattiva di Olafur Eliasson, dal titolo Multiple Shadow House (aperta dal 17 maggio al 21 ottobre 2018).

Lo studio OMA ha anche pensato a un collegamento acqua-terra con il ponte che attraversa il canale Frederiksholms: a oggi più di 1000 persone al giorno lo attraversano, trasformandolo in uno dei punti focali della città. Attraversato dalla tangenziale, Blox collega il distretto del parlamento con il fronte del porto, e diventa così uno spazio culturale e residenziale, in grado di far rinascere il sito della Old Brewery, vissuto, fino a questo progetto, solo come luogo di transito. Blox condensa quindi l'energia elettrizzante di una città in un unico edificio e crea uno spazio per incontri casuali tra persone e attività diverse, che siano di lavoro o di tempo libero.

Places
Il nuovo planetario firmato Snøhetta, in Norvegia
Places
Una gelateria di design, a Milano
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Photo Week, la seconda edizione

Milano Photo Week, la seconda edizione

Ecco il programma della settimana meneghina dedicata alla fotografia, in programma dal 4 al 10 giugno
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne