Places

Lego House vista dai droni

Milano Design Film Festival

In attesa della prossima apertura il 29 settembre, lo studio danese BIG - Bjarke Ingels ci aggiorna con un video realizzato attraverso droni sul grande edificio della Lego House a Billund (Danimarca). Le riprese aeree, infatti, sono la descrizione più immediata del concept del progetto che cita i mattoncini Lego in grande scala. Letteralmente una “costruzione”, l’architettura è composta da 21 volumi parallelepipedi, da terrazzamenti che si compenetrano e da un coronamento che cita il mattoncino 2x4 in versione oversize. L’idea del salto di scala e che dalla piccola unità, il mattoncino, si possano costruire grandi cose è ciò che permea il progetto che, anche nelle planimetrie, è composto da moduli Lego ripetuti.

L’edificio di circa 12 mila mq vuole essere un “experience center” sul mondo Lego. È aperto al pubblico, con piazze coperte ai piani terra e aree a tema nei vari livelli. Sono attesi oltre 250 mila visitatori l’anno e ben 2.500 come picco nei week end. «La citazione del mattone Lego è stata incorporata nell’architettura in modo semplice ma ingegnoso e rende la creatività sistematica che sta al cuore di tutto il gioco», spiega Jesper Vilstrup, direttore generale dell’azienda danese.

Il drone che sorvola l’edificio rende non soltanto la complessità della costruzione, consentendoci una veduta altrimenti inaccessibile, ma anche il colore dei terrazzamenti, fattore che dalla vista al suolo non si percepisce. Il video rende manifesta la composizione dei 21 volumi e le grandi finestre che catturano il massimo della luce e restituiscono la continuità tra esterni e interni, e tra i differenti livelli altimetrici. Le aperture sul coronamento – il mattoncino 2x4 – sono degli “occhi” sul cielo danese.

Il 2017 è stato un anno particolarmente felice per BIG con oltre 20 progetti in corso. Anno anche della consacrazione internazionale dell’eccentrico architetto Bjarke Ingels, che ama “mettere la faccia” nei suoi progetti – frequenti i video (non amatoriali) in cui spiega i progetti del suo studio. È un progettista consapevole del profondo ruolo di amplificatore mediatico dei social (il suo profilo Instagram ha oltre 330 mila followers). Bjarke Ingels è protagonista anche del biopic Big Time del regista Astrup Schröderè, dedicato agli ultimi cinque anni di carriera. Diversa dai documentari biografici più tradizionali, la pellicola esplora anche l’aspetto fragile di questa esuberante personalità. In anteprima italiana al Milano Design Film Festival.

Products
Il tavolo Grand Prix di Arne Jacobsen è di nuovo in produzione
News
Tutte le novità di FuoriCinema 2017
You may also like
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano
A Eindhoven il primo Bosco Verticale in edilizia sociale

A Eindhoven il primo Bosco Verticale in edilizia sociale

Una nuova architettura sostenibile a firma dello studio di progettazione guidato da Stefano Boeri. 19 piani appartamenti con affitto calmierato
Pannelli fonoassorbenti che arredano

Pannelli fonoassorbenti che arredano

A parete, a pavimento oppure a sospensione, ecco la collezione disegnata dallo studio di base a Valencia PerezOchando per il marchio spagnolo Missana