Shared House - Credits: Claudio Avila
Places

Quando la casa diventa co-dividuale: la Shared House

Condividere, sì, ma non solo. Perché la co-divisione è un fenomeno che si inserisce in un momento storico di profonda trasformazione, determinato dal passaggio dall'in-dividualismo del XX secolo al co-dividualismo del XXI secolo, che avrà forti ripercussioni sul nostro modo di abitare la casa. Sono queste le basi teoriche su cui è stato costruito il progetto della Shared House, esempio di architettura co-dividuale nato da un'idea dello studio LAPS Architecture (Salvator-John A. Liotta e Fabienne Louyot) e FARM Cultural Park (Andrea Bartoli e Florinda Saieva).

Progettata da LAPS Architecture insieme al professore Marco Imperadori del Politecnico di Milano e ai suoi studenti (Fabio Angeloni, Claudio Avila, Andrea Sala, Marco Baccaro, Luca Del Favero e Andrea Tagliabue con l’ausilio di Matteo Brasca, Roberto Francieri e Federica Brunone), è concepita come spazio off della mostra 999. Una Collezione di Domande sull'Abitare Contemporaneo della Triennale ed è stata realizzata negli spazi di A14 HUB in Via Ventura 3 a Milano.

Il progetto si basa su una semplice constatazione: oggigiorno si condivide sempre più spesso la casa per ragioni economiche, ma la struttura degli appartamenti rimane ancorata a concetti abitativi del passato, che ruotano attorno alle esigenze dell'individuo e della famiglia. Ma la casa, oggi, è uno spazio che si apre al mondo e all"altro", un luogo in cui si lavora, si progetta e ci si incontra. Naturale che debba cambiare. E a cambiare, deve essere anche il modo di progettarla. La Shared House parte proprio da questo ragionamento, e vuole essere un esempio di abitazione contemporanea in linea con l'evoluzione sociale. Un luogo aperto - anzi spalancato - a tutti, in cui entrare per curiosare e lasciarsi sorprendere da incontri fortuiti con gli inquilini della casa, in cui partecipare alle attività organizzate all'interno degli spazi conoscendo persone nuove.

La Shared House è strutturata in due spazi privati per dormire (prenotabili attraverso AirBnb o What a Space), alcuni spazi semi-privati per lavorare in tranquillità, oltre ad ambienti aperti e pubblici dove stare insieme per svolgere qualsiasi tipo di attività di produzione e intrattenimento, come cucinare oppure lavorare in co-working. A partecipare alla progettazione dell'interior design sono state numerose aziende, che hanno appoggiato il concept di co-divisione del progetto. Le Officine Tamborrino hanno portato la cucina su ruote Q-CINA e il divano circolare LOGOS (rispettivamente disegnati da Momang e da Alessandro Guerriero), l’azienda MYOP è presente con la libreria X.ME (design by LAPS Architecture) e il tavolo in pietra lavica Filo di Fumo (progettato da Sonia Giambrone), entrambi configurabili dagli utenti tramite software dedicati, mentre il brand D3Wood ha fornito il tavolo CO-DIVIDUAL X2 in legno massiccio e gli sgabelli Cedro3, realizzati per offrire ampi spazi di lavoro. Ad arredare invece le camere private sono i letti di ADE, Art, Design & Engineering, mentre l'illuminazione è stata fornita dall’azienda Leucos, partner tecnico del progetto.

La Shared House sarà collegata agli eventi del Fuorisalone del Lambrate Design District e ospiterà incontri, laboratori e talk dedicati alle trasformazioni dell'abitare contemporaneo.

Shared House - Credits: Andrea Sala
Shared House - Credits: Fabio Angeloni
Shared House - Credits: Claudio Avila
Shared House - Credits: Fabio Angeloni
Shared House - Credits: Claudio Avila
Shared House - Credits: Claudio Avila
Shared House - Credits: Claudio Avila
Milano Design Week
Salone Satellite: la 21esima edizione
Milano Design Week
Il divano Superonda in edizione limitata

You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Get back in shape

Get back in shape

Tra moda e design, il servizio fotografico di Moos-Tang, Chiara Spennato ed Elisa Musso per Icon Design
Instax Square SQ6, la nuova fotocamera istantanea di Fujifilm

Instax Square SQ6, la nuova fotocamera istantanea di Fujifilm

Dal design semplice e lineare, è concepita per gli amanti del formato quadrato. In tre colorazioni: pearl white, blush gold e graphite gray
I vincitori del Compasso d’Oro 2018

I vincitori del Compasso d’Oro 2018

Dall'Alfa Romeo Giulia alla famiglia di lampade Discovery di Artemide, passando per la Fondazione Prada. Tutti i progetti vincitori del più antico e autorevole premio di design
Il (primo) libro illustrato sul design firmato Nendo

Il (primo) libro illustrato sul design firmato Nendo

Un progetto editoriale che mette in luce l’applicazione del pensiero creativo alla risoluzione dei piccoli problemi quotidiani
A Palermo è in scena Manifesta, Biennale nomade di arte e cultura

A Palermo è in scena Manifesta, Biennale nomade di arte e cultura

Il capoluogo siciliano ospita la rassegna che affronta temi sensibili come l’immigrazione e la relazioni interculturali. Fino al prossimo 4 novembre