The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
The Budapest Café, Sichuan, Cina, progetto di Biasol - Credits: Ph. James Morgan
Places

Il bar ispirato al Grand Budapest Hotel di Wes Anderson, in Cina


Simmetrie, colori pastello, composizioni curate fin nei minimi particolari. Quella del regista e produttore americano Wes Anderson è un’estetica inconfondibile che affascina.

Estetica che ha ispirato lo studio australiano Biasol per il progetto del Budapest Café a Chengdu, il capoluogo della provincia sud-occidentale di Sichuan, in Cina. Un vero e proprio omaggio alla pellicola Grand Budapest Hotel, uscita nel 2014, che si traduce in scelte cromatiche tenui sui toni del verde e del rosa.

Nei suoi 178 metri quadrati, The Budapest Café è un bar ritmato da archi a tutto sesto, motivi a zigzag, insegne al neon. «Elementi che incoraggiano a esplorare e interagire fisicamente con lo spazio», spiega lo studio.

The Budapest Café evoca l’immaginario di Wes Anderson attraverso una selezione curata di materiali. Dal marmo bianco per l’ampio bancone alla scalinata in stile terrazzo veneziano che domina l’ambiente, dove spicca una vasca di palline rosa e un’iconica Bubble Chair, disegnata nel 1968 dal finlandese Eero Aarnio.

Infine, una scalinata conduce al mezzanino, che concede una vista d’insieme del bar dall’alto. Per godere pienamente dei brillanti giochi di colore e delle sofisticate simmetrie in perfetto stile Anderson.

Storytelling
La forma delle banlieue
News
La funicolare più ripida del mondo, in Svizzera
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano