La lampada da terra Callimaco, disegnata nel 1982 da Ettore Sottsass per Artemide
La lampada da terra Riluminator, disegnata nel 1932 Pietro Chiesa per FontanaArte
La lampada da terra Arco, disegnata nel 1962 da Achille e Pier Giacomo Castiglioni per Flos
La lampada da terra DIM, disegnata nel 1975 da Vico Magistretti per Oluce
La lampada da terra Costanza, disegnata nel 1986 da Paolo Rizzato per Luceplan
Products

5 lampade da terra, icone di funzionalità

Alessandro Mitola

Ideali per illuminare il soggiorno, le lampade da terra sono una soluzione di design pratica e funzionale.

Proprio per la loro natura, offrono la possibilità di essere spostate con facilità a seconda delle esigenze, creando innumerevoli punti luce nell’ambiente domestico. I pezzi più rappresentativi portano la firma dei maestri del design italiano: Pietro Chiesa, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Vico Magistretti, Ettore Sottsass e Paolo Rizzato. E naturalmente, anche la produzione è tutta italiana.

Il progetto originale di Riluminator risale al 1932, per opera di Pietro Chiesa. Nel 2014, vista l’estrema attualità della lampada, FontanaArte ha deciso di produrne una riedizione. Le forme sono geometriche e ricordano quelle di una torcia; il corpo, reinterpretato in tecnopolimero plastico, è cilindrico alla base e sale per poi aprirsi e dare vita a un tronco di cono, dove è posizionata una sorgente luminosa a led. Per l’occasione, l’inconfondibile lampada è stata realizzata in tre diverse colorazioni: bianco, rosso e grigio.

Prodotta da Flos dal 1962, Arco è sicuramente una delle più importanti e iconiche lampade da terra della storia del design italiano. Porta la firma di Achille e Pier Giacomo Castiglioni ed è segnata da linee pulite ed equilibrate, che la rendono un elemento funzionale e raffinato, soprattutto per l’attenzione ai materiali. Dalla solida base in marmo di Carrara si sviluppa un arco in acciaio regolabile alla cui è estremità si inserisce un diffusore orientabile in metallo cromato. «Nella Arco niente è decorativo», spiegava Achille Castiglioni. Gli spigoli svolgono la funzione di non urtare, mentre il foro sulla base in marmo è progettato per l’inserimento di un bastone per agevolarne lo spostamento.

Dim di Oluce è una lampada da terra con dimmer a luce diretta e indiretta progettata da Vico Magistretti nel 1975. Dim arriva subito dopo Alogena, lampada disegnata da Joe Colombo sorretta da una esile tige e con una testa pensata per ospitare una potente lampada alogena. Analogamente, anche Dim è sorretta da una sottile tige, in questo caso caratterizzata da un riflettore sagomato a doppia onda che ricorda l’ala di un gabbiano, orientabile e regolabile in altezza.

Dagli anni Ottanta, più precisamente dal 1982, Artemide produce Callimaco, una piantana con emissione di luce indiretta disegnata da Ettore Sottsass, padre del Gruppo Memphis. Il design è scultoreo e ancora attuale: base e diffusore sono in acciaio verniciato, lo stelo in alluminio verniciato e la maniglia in metallo cromato lucido.

Nel 1986 il designer milanese Paolo Rizzato firma il primo grande successo di Luceplan, la lampada Costanza. Si tratta di una lampada che con il suo paralume intercambiabile in policarbonato diffonde luce calda nel living. La struttura è realizzata in alluminio ed è caratterizzata da un profilo sottile, con dimmer sensoriale ad astina per regolare l’accensione e lo spegnimento, passando per quattro livelli di intensità luminosa.

Products
Sei complementi d'arredo per vivere tutto l'anno in estate
Products
Lo spremiagrumi di Starck per Alessi compie 25 anni
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Photo Week, la seconda edizione

Milano Photo Week, la seconda edizione

Ecco il programma della settimana meneghina dedicata alla fotografia, in programma dal 4 al 10 giugno
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne