Studio Wald Pinboard Calendar
Products

Dieci calendari per un buon 2018

Per alcuni è il rituale che accompagna gli ultimi giorni di dicembre: scegliere il calendario giusto significa decidere che spirito avrà l'anno a venire. Sarà colorato e pieno di scarabocchi, oppure minimalista e rigoroso?

Meglio sceglierlo attentamente dunque, in modo che rappresenti il miglior augurio per l'anno nuovo. L'importante è che sia funzionale alle necessità e che segua il proprio gusto estetico, che sia bello da guardare e che metta di buonumore. C'è chi lo preferisce grande, quasi a surrogato dell'agenda, da usare come memo per gli appuntamenti, chi invece lo utilizza come elemento decorativo e chi lo vuole piccolo e da tenere in bella mostra sulla scrivania.

Per tutti, abbiamo selezionato dieci calendari per il 2018 realizzati da designer e artisti in giro per il mondo. Per iniziare il nuovo anno all'insegna della creatività.

Chad Kouri Wall Calendar. Ormai è una felice consuetudine: ogni anno, l'artista statunitense Chad Kouri realizza un calendario con le sue opere. Tema del 2018 è quello dei disegni astratti, in cui le geometrie si sovrappongono in giochi di colori brillanti e vitaminici.
Studio Wald Pinboard Calendar. Si appende al muro come se fosse una gruccia e ha la doppia funzione di calendario-bacheca. La parte superiore in sughero consente di appuntare foto, note, biglietti da visita o liste della spesa. È disponibile anche in una versione XL, tutta da scarabocchiare. Il design è dei creativi inglesi Jakob Creswell-Rost e Freya Hawtin, in arte Studio Wald.
Ciclostile – Le parole importanti. Per il 2018, l'etichetta bellunese Ciclostile ha creato un calendario per piccoli e per grandi fatto di curiosità e di parole – quelle importanti - da leggere insieme, da imparare e da tenere a mente giorno dopo giorno. Curata da Elisa Miorin e Daniele Bacon, Ciclostile realizza libri, artefatti, illustrazioni e opere tipografiche nate dalla voglia di incuriosire e sperimentare.
Inkello Letterpress 2018 Matchbook Calendar™. Un blocchetto disponibile in quattro varianti di colore – rosso, verde, rosa e azzurro – che si trasforma in un comodo calendario da tenere sulla scrivania. A renderlo speciale però è la storia di chi l'ha creato (rigorosamente a mano): Christine M. Schneider, quarta generazione di una famiglia di tipografi del Colorado, che per le sue opere utilizza una macchina del 1897, la J.M. Jones Lightning Jobber.
Lollipop Designs 2018 Year Planner. Si attacca al muro (o al frigorifero) come se fosse un poster. Quello proposto dalla designer londinese Rachel Le Mesurier è un calendario colorato e creativo, da pasticciare con appunti e adesivi. È disponibile anche nella versione dorata.
One Must Dash – A year long calendar. Il minimalismo scandinavo formato calendario: fondato da Anki Josefsson & Anneli Sandström, il brand One Must Dash propone un modello verticale da appendere al muro, semplicissimo ma d'effetto.
Populäre Produkte - Wall Calendar 2018. Sarà un anno roseo oppure nero? Sta a noi decidere. Da un lato Bubble Pink, dall'altro Muddy Black: quello del negozio berlinese Populäre Produkte è un calendario perpetuo da personalizzare con i post it inclusi nella confezione. Si attacca al muro come un poster e si riutilizza anno dopo anno.
Lars Harmsen – Typodarium 2018, The Gold Standard in Type. Dedicato agli amanti della tipografia: ogni anno, Lars Harmsen riassume i trend tipografici nel suo celebre calendario da scrivania Typodarium. Giorno dopo giorno, si susseguono font e scritte diverse con relative storie, curiosità e spiegazioni. Un cult da avere assolutamente.
Dowse Design – 2018 Wall Planner primary colourway. Si ispira al movimento artistico olandese De Stijl e ai colori primari utilizzati da Piet Mondrian. Il calendario di Dowse Design, aka Susannah Dowse, si appende al muro proprio come un'opera d'arte.
Products
Il design incontra la tecnologia wireless per smartphone
News
Afsluitdijk, la diga delle meraviglie
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano