Hi Pedini, collezione Arkè, design di Alfredo Zengiaro e Domenico Paolucci
Products

Hi Pedini, la cucina intelligente che dialoga con le persone

Una cucina parlante? Non è fantascienza, ma la nuova avventura di Pedini nata dalla sinergia con Microsoft e la collaborazione della startup IoMote. Si chiama Hi Pedini ed è quella che potremmo definire la cucina del futuro, attualmente in mostra a Milano presso il Microsoft Technology Center della Microsoft House, dove è stata recentemente presentata.

«Quando mi è stato proposto di applicare qualcosa che parlasse di futuro alle nostre cucine ho sposato subito l’idea», ha dichiarato Daniele Radi Temelini, presidente di Pedini Cucine «Il design è qualcosa di molto importante e naturalmente non possiamo perderlo di vista perché è parte del nostro dna sin dalla nascita».

«Pedini ha avuto un’idea stupenda, quella di portare l’intelligenza artificiale verso il consumatore finale dando esclusivamente i vantaggi che questa può portare», ha aggiunto Andrea Cardillo, direttore Microsoft Technology Center. «Cambiare il colore della cucina o stilare la lista della spesa comunicando con la cucina possono sembrare banalità, ma in realtà rappresentano piccoli modi per avvicinare l’utente alla sua casa».  

Hi Pedini abilita un’interazione veloce e intelligente ed è in grado di comprendere gli input vocali delle persone e di reagire in modo pertinente. Mediante piattaforma di Cloud Computig e i servizi di riconoscimento vocale basati sull’Intelligenza Artificiale di Microsoft - in particolare LUIS (Language Understanding Intelligent Service) - e grazie a un’app dedicata, a sensori applicati all’interno delle ante e ad assistenti vocali “fisici”, consente di dialogare con la cucina, controllare via smartphone i consumi, monitorare la qualità dell’aria e ricevere alert nell’eventualità di fughe di gas e perdite d’acqua.

Non solo, le funzioni sono tante: si può organizzare e gestire la lista della spesa, scoprire nuove ricette, aprire e chiudere ante a voce, programmare gli elettrodomestici e non solo. Ad esempio è possibile adattare l’ambiente domestico alle diverse esigenze della giornata: con un semplice comando vocale si possono cambiare colori e toni della cucina. Oppure svegliarsi con una tazza fumante di caffè appena pronto. Mica male.

Products
Snackshot! Accessori per la tavola di design
News
L’Etna a Milano
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Carl Hansen a Stoccolma


Carl Hansen a Stoccolma


Ecco il nuovo spazio espositivo dell’azienda danese, progettato dall’architetto Vasco Trigueiros nel quartiere di Östermalm
space&interiors e il futuro dell’abitare

space&interiors e il futuro dell’abitare

Al The Mall di Milano una mostra evento per conoscere il futuro dei materiali, dei prodotti e dei nuovi modi di abitare le nostre case e le nostre città
La chiesa progettata da Álvaro Siza a Saint-Jacques-de-la-Lande, in Francia

La chiesa progettata da Álvaro Siza a Saint-Jacques-de-la-Lande, in Francia

L’architetto portoghese Premio Pritzker nel 1992 ha realizzato un’architettura che si inserisce nel contento urbano della cittadina francese
Lo speaker firmato Nendo


Lo speaker firmato Nendo


Lo studio guidato da Oki Sato ha realizzato un diffusore in legno di faggio e materiale plastico sintetico per l'azienda giapponese Bunaco
Gentle Monster, quando l

Gentle Monster, quando l'eyewear incontra l'arte

I suoi flagship store sono come gallerie d'arte contemporanea. Ecco il brand coreano che sta conquistando il mondo a suon di installazioni immersive