Tetra, Heatworks, design Frog Studio
Tetra, Heatworks, design Frog Studio
Tetra, Heatworks, design Frog Studio
Products

Una lavastoviglie in formato mini

È assodato che lavare piatti, bicchieri e posate in lavastoviglie è di gran lunga più ecosostenibile rispetto al tradizionale lavaggio a mano.

C’è però un interessante statistica che riguarda il mercato americano. Secondo una ricerca condotta da Heatworks, società americana dal dna tecnologico, il nucleo famigliare americano medio si compone di 2,58 persone.

«Il dato va in conflitto con le moderne lavastoviglie presenti sul mercato, che vengono progettate per un carico da 13 in su», spiega Jerry Callahan, CEO e fondatore di Heatworks. «Questo porta le persone a lavare a mano i piatti sporchi quando sono pochi – sprecando 10 volte più acqua rispetto alla lavastoviglie – oppure ad aspettare un carico completo prima di azionare il ciclo di lavaggio. Con Tetra vogliamo cambiare tutto questo»

Per farlo, Heatworks ha messo a punto Tetra in collaborazione con Frog, studio di progettazione di base a New York, che ne ha curato il design. Si tratta di una lavastoviglie di dimensioni ridotte da appoggiare direttamente sul piano cucina, o dove si preferisce, perché non necessita di impianto idraulico. Basta una semplice presa della corrente e il gioco è fatto.

Ultracompatta e dal design curato, si configura come una base che sfrutta elettrodi in grafite per riscaldare l’acqua, cosa che consente un maggiore accuratezza nella gestione della temperatura. Il tutto è poi sormontato da un box trasparente che consente di osservare il sistema in azione. Può lavare piatti, ciotole, bicchieri e posate impiegando 10 minuti con poco meno di 2 litri d’acqua, che viene introdotta mano insieme al detersivo. 

Tetra è stata presentata a Las Vegas in occasione di CES 2018, sarà messa in vendita a partire dalla seconda metà del 2018. Il prezzo si aggira intorno ai 300 dollari.

Products
Carta da parati brutalista
Storytelling
Lanserring: quando la cucina è sartoriale
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano