Softwall, disegnata dagli architetti Gerhards e Glücker per B&B Italia
Softwall, disegnata dagli architetti Gerhards e Glücker per B&B Italia
Bibliochaise dello studio di design .nobody&co.
Bibliochaise dello studio di design .nobody&co.
The Bookworm dello studio olandese Atelier 010 - Credits: Caren Huygelen
Infinity progettata dall'olandese Job Koelewijn - Credits: Courtesy Galerie Fons Welters
Products

Cinque librerie sorprendenti per rilassarsi con eleganza

Laura Barsottini

Creative, articolate, stravaganti nelle forme: sono le librerie più anticonformiste e di tendenza oggi. Complemento d’arredo a volte sottovalutato, la giusta libreria può diventare, all’occorrenza, protagonista dello spazio adattandosi a ogni esigenza. Non solo, quindi, contenitore di libri e suppellettili, ma elemento d’arredo da vivere e mostrare con orgoglio. Ecco cinque librerie che non passano inosservate.

Non è per tutte le case perché ha bisogno di grandi spazi e di un numero notevole di volumi, Infinity progettata dall'olandese Job Koelewijn. Più che una libreria è, infatti, un’opera d'arte, o meglio, una scultura tridimensionale che occupa pienamente la superficie con le sue linee sinuose. La struttura ripercorre nelle forme il simbolo dell'infinito come omaggio all’immenso potere dei libri e del sapere.

Ritaglia spazi più intimi The Bookworm dello studio olandese Atelier 010. The Bookworm si compone di un lungo scaffale interno e uno esterno che corrono paralleli e si avvolgono in modo circolare creando una forma morbida e flessuosa. Al centro della struttura uno spazio vuoto funge sia da seduta per una o più persone sia da chaise longue.

Softwall, disegnata dagli architetti Gerhards e Glücker per B&B Italia, è una parete in feltro poggiata su una struttura in metallo. Non semplice complemento di arredo, è una parete per dividere e rendere funzionale qualsiasi spazio, a casa e al lavoro. Ricorda nella forma una libreria, ma è concepita per ospitare riviste e tutti quegli oggetti che si vuole avere sempre a portata di mano.

Sorprendente, 48, la libreria realizzata dall’architetto russo Andrei Saltykov, replica nella forma la mappa degli Stati Uniti d’America. La struttura è in legno ed è composta da 48 sezioni che riproducono gli stati degli USA (a esclusione delle isole Hawaii e dell’Alaska). In edizione limitata.

Risolve ogni problema di spazio Bibliochaise dello studio di design .nobody&co., la poltrona libreria che unisce la comodità della seduta alla funzionalità della struttura. Nonostante le dimensioni ridotte, Bibliochaise può contenere un numero elevato di volumi grazie ai 5 metri lineari di ripiani ed è provvista di piccole rotelle nascoste per essere spostata agevolmente anche piena. Disponibile nelle tre versioni: matt, laccata lucida e in rovere tinto wenghé.

Places
Copernico: un progetto innovativo, tra forma e produttività
Products
Cemento e forma: 5 progetti d'arredo innovativi
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Photo Week, la seconda edizione

Milano Photo Week, la seconda edizione

Ecco il programma della settimana meneghina dedicata alla fotografia, in programma dal 4 al 10 giugno
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne