Products

8 libri di architettura consigliati da Electa

Se avete ancora qualche dubbio su cosa regalare a Natale non disperate, Electa architettura viene in vostro aiuto con una selezione di titoli per gli appassionati di architettura e design. D’altronde, un buon libro è sempre gradito.

Otto volumi da leggere e sfogliare. All’interno troverete saggi e immagini dedicati a Franco Albini, Carlo Scarpa, Rem Koolhaas-OMA, Francesco Cellini, allo studio Burkhalter Sumi architekten, all’Ospedale degli Innocenti di Firenze e alla Fondazione MAST.

Non ci resta che augurarvi buona lettura.

Franceso Cellini - Credits: Electa
Burkhalter Sumi architekten
I musei e gli allestimenti di Franco Albini - Credits: Electa
Il design e gli interni di Franco Albini  - Credits: Electa
Carlo Scarpa. Gipsoteca Canoviana Possagno - Credits: Electa
L’Ospedale degli Innocenti di Firenze - Credits: Electa
Il Fondaco dei Tedeschi, Venezia, OMA. Il restauro e il riuso di un monumento veneziano - Credits: Electa
Capolavori della fotografia industriale. Mostre 2015. Fondazione Mast - Credits: Electa

Franceso Cellini

Un volume corposo che documenta gli episodi più importanti dell'attività di ricerca progettuale e professionale dell'architetto Francesco Cellini, svolta lungo quasi cinquant’anni.
 Accompagnato da un saggio di Francesco Dal Co e da disegni e testi teorici di Francesco Cellini, il volume esplora parallelamente l’evoluzione dei modi, dell’organizzazione e degli strumenti di lavoro, che nel periodo esaminato hanno vissuto una radicale trasformazione informatica.

Burkhalter Sumi architekten

Una monografia dedicata al lavoro svolto negli ultimi quindici anni da Burkhalter Sumi architekten, studio fondato nel 1984 da Marianne Burkhalter e Christian Sumi. Il volume prende in esame i progetti realizzati dallo studio di base a Zurigo, tra architetture in legno, edifici residenziali, edifici per uffici, alberghi, riqualificazioni e ampiamenti. A condurre il lettore una serie di saggi critici che offrono importanti e inediti spunti interpretativi.

I musei e gli allestimenti di Franco Albini

Un volume curato da Federico Bucci e Augusto Rossari che racchiude saggi che indagano gli aspetti generali dell’opera di Franco Albini nel campo dell’architettura degli allestimenti e alcuni tra i progetti più famosi come le mostre alla Triennale di Milano, Palazzo Bianco, Palazzo Rosso e il Museo del Tesoro di San Lorenzo a Genova. La pubblicazione è arricchita da un ampio album di illustrazioni e materiali d’archivio inediti.

Il design e gli interni di Franco Albini 

Un titolo che affronta
 in modo puntuale il tema del lavoro di designer e architetto d’interni di Franco Albini mettendo in evidenza i caratteri di originalità della sua opera che si distingue per la severa razionalità, il riserbo formale, l’ordine geometrico, la perfezione tecnica e la pregevolezza dei materiali. I contributi di Giampiero Bosoni e Federico Bucci guidano alla comprensione delle opere di design e degli interni d’architettura realizzate da Albini durante la sua carriera.

Carlo Scarpa. Gipsoteca Canoviana Possagno

Un libro corredato da un ricco repertorio iconografico che ripercorre le concitate fasi del lavoro di ampliamento della Gipsoteca di Possagno a cura di Carlo Scarpa, una delle opere del maestro veneziano più celebrate. Il volume comprende un’ampia rassegna di schizzi e disegni provenienti dall’archivio personale custodito presso il MAXXI di Roma e il Centro Carlo Scarpa di Treviso.

L’Ospedale degli Innocenti di Firenze

Un volume che ripercorre la storia dell’Istituto degli Innocenti e della sua attività, ricostruisce la genesi del progetto di Brunelleschi e le trasformazioni della fabbrica quattrocentesca, e illustra la recente campagna di rilievo architettonico. L’intervento di recupero del complesso e il nuovo allestimento museale realizzato da Ipostudio è documentato attraverso disegni, immagini delle fasi del cantiere e un ampio servizio fotografico.

Il Fondaco dei Tedeschi, Venezia, OMA. Il restauro e il riuso di un monumento veneziano

Un volume dedicato alla storia del progetto elaborato da Rem Koolhaas-OMA per il restauro e il riuso del Fondaco dei Tedeschi, che documenta in modo minuzioso il processo che ha portato al completamento dell’opera.


Capolavori della fotografia industriale. Mostre 2015. Fondazione Mast

Tutti gli appuntamenti presentati negli spazi espositivi della Fondazione MAST nel 2015 in un libro, tra fotografie, brevi brani di studiosi che si sono occupati della storia dell’industria moderna, accanto a testi che hanno segnato i modi in cui la fotografia è stata interpretata nel Novecento.


 

News
Andrea Branzi in mostra a Milano
Products
10 calendari di design per il 2017
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Photo Week, la seconda edizione

Milano Photo Week, la seconda edizione

Ecco il programma della settimana meneghina dedicata alla fotografia, in programma dal 4 al 10 giugno
Il fascino discreto di Collezione Maramotti

Il fascino discreto di Collezione Maramotti

A Reggio Emilia, all'interno dell'edificio in cui si costruì la storia di Max Mara, sorge la Collezione Maramotti. Un gioiello architettonico che racchiude oltre 200 opere d'arte contemporanea
Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Nike Flyprint, la scarpa da running stampata in 3D

Non solo ponti ed edifici, la tecnologia 3D si applica anche al mondo delle calzature, dove si raggiungono grandi margini di personalizzazione
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne