Muj Hut, la nuova unità abitativa realizzata dal colosso giapponese - Credits: Muji
L'interno di Muji Hut si sviluppa su una superficie di 9 metri quadrati e può accogliere fino a 3 o 4 quattro persone - Credits: Muji
Le pareti interne sono realizzate in compensato di cipresso al naturale, mentre il pavimento in malta - Credits: Muji
L’esterno realizzato con pannelli di legno di cedro bruciato, per garantire una maggiore durata nel tempo - Credits: Muji
Products

Muji e le nuove frontiere dell’abitare

Alessandro Mitola

«Posizionatela in montagna, vicino all'oceano o in un giardino. La sua struttura si integrerà con l'ambiente circostante, invitandovi a intraprendere a una vita completamente nuova». L'intento è chiaro fin da subito, il marchio giapponese Muji vuole raccontare un nuovo modo di abitare nel segno della flessibilità e della sostenibilità. Parliamo di Muji Hut, (letteralmente rifugio), una micro casa prefabbricata che a partire dal prossimo autunno sarà disponibile per l’acquisto, per ora solo in Giappone.

Il progetto segue le orme di quello presentato in occasione del Tokyo Midtown Design Touch 2015: tre micro architetture progettate da Naoto Fukasawa, Jasper Morrison e Konstantin Grcic, rispettivamente realizzate in legno, sughero e alluminio. Muji Hut trasmette in toto i valori del brand unendo funzionalità ed eleganza. L’unità abitativa è realizzata in legno giapponese ed è distribuita su 9 metri quadri e un piccolo portico da 3 metri quadri. L'intera struttura poggia su una base in calcestruzzo per evitare l’umidità di risalita dal terreno ed è in grado di accogliere un massimo di 3/4 persone.

L’ingresso prevede un’ampia porta scorrevole in vetro a tutta altezza, mentre una piccola finestra posizionata sul retro assolve le funzioni di ventilazione e illuminazione. L’interno è caratterizzato da pareti in compensato di cipresso non trattato e da una pavimentazione in malta. L’esterno è invece rivestito con pannelli in legno di cedro bruciato con finitura ad olio, frutto di un’antico procedimento giapponese che prende il nome di Shou Sugi Ban.

Per chi se lo stesse chiedendo, bagno e cucina non sono inclusi nel micro-edificio. Questo perché Muji Hut non vuole essere un’alternativa alle tradizionali case vacanza, ma concedere un’esperienza unica: «A very special little place, all your own».

 

Storytelling
Marazzi world
News
Tutto su Vitra
You may also like
L’arte del tatuaggio, tra 3D e design

L’arte del tatuaggio, tra 3D e design

Ritratto di Roberto Trupiano, italiano trapiantato a Barcellona con una grande passione per i viaggi oltre che per l’arte. E un passato da skater.
Barcellona: un museo a cielo aperto

Barcellona: un museo a cielo aperto

Da Keith Haring a Roy Lichtenstein, passando per Joan Fontcuberta. Barcellona è ricchissima di opere d'arte, non solo nei musei
TV BOY e l’universo della Urban Pop Art

TV BOY e l’universo della Urban Pop Art

Una chiacchierata con Salvatore Benintende, in arte TV BOY, uno dei più importanti esponenti della street art in Italia. Un viaggio nella città catalana a bordo della nuova SEAT Ibiza
BlueProject Foundation ed Espronceda: arte a 360 gradi

BlueProject Foundation ed Espronceda: arte a 360 gradi

In conversazione con la curatrice Ilaria Termolino, un viaggio alla scoperta degli angoli meno noti della città di Barcellona a bordo della nuova SEAT Ibiza
Peugeot Onyx, nata per ispirare

Peugeot Onyx, nata per ispirare

La concept car di Peugeot arriva a Milano. Guarda, immagina e crea.
Outdoor d’autore

Outdoor d’autore

B&B Italia festeggia i dieci anni della sua collezione Outdoor con nuovi progetti esclusivi firmati da Antonio Citterio che si potranno ammirare al Fuorisalone.