H - Credits: Objest
Products

Objest, orologi da polso dal design sartoriale

Alessandro Mitola

Objest è un nuovo marchio nato nel segno del design e della semplicità, che riflette un’estetica contemporanea ed elegante.

Forte dell’esperienza maturata presso le agenzie Conran Design e IDEO, il londinese Jared Mankelow ha plasmato un progetto che unisce tradizione artigianale e materiali di alta qualità.

Objest vede il suo debutto con Hach, una collezione di orologi al quarzo di manifattura svizzera che strizza l’occhio al mondo del design, dell’architettura e della moda.

«Il piacere è il cuore pulsante di Objest. Se da un lato ci preoccupiamo di progettare prodotti dal design contemporaneo e accattivante, dall’altro il nostro approccio si contraddistingue per genuinità e spensieratezza», spiega Jared Mankelow.

La linea Hach si compone di cinque modelli ed è un omaggio alla semplicità e all’attenzione per i dettagli: quadrante e cinturino sono caratterizzati da silhouette morbide e sinuose, in netta contrapposizione con le creste geometriche incise nel quadrante. L’ispirazione arriva direttamente dalle pieghe di Issey Miyake e dalle architetture di John Pawson.

Alcuni sketch della collezione firmata Objest - Credits: Objest
Un dettaglio del processo di produzione degli orologi - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hatch, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Un dettaglio del quadrante - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Hach, la collezione di orologi firmata Objest - Credits: Objest
Products
Nendo ripensa gli accessori per animali da compagnia
Storytelling
Luisa delle Piane, gallerista e interprete dei cambiamenti
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Icon Design Talks 2018: giorno 4

Icon Design Talks 2018: giorno 4

Dal racconto del quartier generale meneghino di Amazon al confronto a due voci tra il designer Giulio Iacchetti e il direttore Michele Lupi. Ecco il video racconto della quarta giornata degli Icon Design Talks
10 tavoli dal Salone del Mobile

10 tavoli dal Salone del Mobile

Sottili e affusolati, pronti a spiccare il volo, oppure solidi e robusti: ecco alcuni dei tavoli presentati durante la Design Week milanese
Icon Design Talks 2018: giorno 3

Icon Design Talks 2018: giorno 3

Storie di design, smart living e nuovi scenari per la mobilità urbana. Ecco come è andata la terza giornata della rassegna
Hablo Kettal

Hablo Kettal

I loro arredi outdoor sono diventati oggetti iconici. Grazie anche a collaborazioni con i guru del design mondiale. Ma l’obiettivo dell’azienda spagnola è la qualità dei prodotti, realizzati a mano, a suon di musica
L

L'albero della vita di Elena Salmistraro per Timberland

In piazza XXV aprile è stata allestita l'opera realizzata da Elena Samistraro per il marchio Timberland: una quercia che evoca la forza generatrice della natura e che si illumina quando viene abbracciata