Credits: Herman Miller
Products

Back to work: 10 scrivanie regolabili per lavorare in piedi e seduti

Se ne parla sempre di più e numerosi studi lo confermano: stare seduti troppo tempo davanti al pc danneggia la salute. La prolungata sedentarietà provocherebbe infatti l'irrigidimento dei muscoli con dolori al collo e mal di schiena, il rallentamento del metabolismo, problemi cardiovascolari e di postura, cattiva digestione, ecc ecc. Se però il nostro lavoro ci impone computer e vita sedentaria, ecco trovata la soluzione: le scrivanie regolabili, o standing desk.

Dotate di gambe allungabili e piani inclinabili, permettono di lavorare sia da in piedi che da seduti. Una vera e propria rivoluzione: secondo alcuni esperti, lavorare in piedi per almeno due ore al giorno sarebbe un vero e proprio toccasana. Non solo per il fisico, ma anche per creatività e produttività. Il motivo? La maggiore mobilità migliora la circolazione e favorisce il rilassamento dei muscoli della schiena. E per chi è costantemente a dieta, farà piacere scoprire che fa bruciare anche più calorie.

Insomma, le scrivanie regolabili sono un must da procurarsi subito. Noi ne abbiamo selezionate dieci, tutte iper flessibili e funzionali, dedicate a chi vuole unire smart work e benessere.

Manerba- T-Leg. Un sistema di scrivanie dal design minimale che riprende la T rovesciata tipica delle scrivanie degli anni 80-90. Grazie alla sua funzione sit&stand è ideale per chi desidera alternare la posizione seduta a quella in piedi. Ma non solo: si può trasformare in piano d'appoggio per riunioni informali e veloci.
Emmesystem – Conform Tecnus. Quando la tecnologia incontra il design: la scrivania Conform Tecnus di Emmesystem si caratterizza per la colonna centrale regolabile con struttura in acciaio verniciato. Premendo semplicemente un pulsante è possibile alzare e abbassare la colonna elettrica motorizzata a 3 stadi. Ma non solo: l'altezza della scrivania è regolabile anche attraverso lo smartphone grazie alla app Desk Control.
Ikea – Bekant. Un set di scrivanie completamente personalizzabile pensato per favorire la creatività e i meeting informali: i piani di lavoro Bekant sono disponibili in diverse dimensioni e possono essere abbinati fra loro per creare postazioni di lavoro modulari. Inoltre, sono dotati di una rete per organizzare i cavi.
Herman Miller – Atlas Office Landscape. Design by Tim Wallace. Quando la postazione di lavoro è smart: l'azienda americana ha pensato all'ufficio del futuro creando un sistema di scrivanie che incontra le esigenze del 21° secolo. Piani di lavoro completamente flessibili, regolabili in altezza e inclinabili a seconda dei bisogni e delle preferenze.
Egotron – WokFit-D. Un tavolo da lavoro regolabile in modo semplice e senza motorizzazioni. Grazie alla tecnologia brevettata CF, il freno integrato blocca il tavolo nella posizione prescelta e basta un solo tocco per disinserirlo e regolare l’altezza come si desidera. Può essere integrato con il braccio per tastiera estraibile Neo-Flex.
Artexport – Ergomax. La scrivania Ergomax di Artexport possiede gambe in metallo e piano scrivania in finitura bianco e bordo antiurto. Alzarla e abbassarla è semplicissimo, grazie alla regolazione motorizzata. È dotata di un ampio passacavi rettangolare.
Estel – Evo Sit&Stand. Per un ufficio all'insegna del benessere: Estel ha creato il sistema di scrivanie Evo Sit&Stand, caratterizzato da schermi frontali fonoassorbenti in tessuto e da gambe regolabili in altezza. Tra una postazione di lavoro e l'altra possono essere inseriti dei sottili pannelli divisori in vetro.
Vitra – Hack. Design by Konstantin Grcic. Modulare, funzionale e iper-personalizzabile: è l'ufficio secondo Vitra. Proprio da questa visione è nato Hack, un set di pannelli di legno grezzo che si trasforma in quello che si vuole: scrivanie regolabili, basi d'appoggio per sedute, tavoli e tavolini bassi. Il tutto, completamente ripiegabile in una scatola piatta trasportabile con semplicità. Insomma: un ufficio ready-to-use. Il pensiero corre subito al mondo delle start up e delle realtà più giovani e dinamiche.
Sedus – Temptation C. Coniuga design ed ergonomia il tavolo da lavoro Temptation C di Sedus. Consente di scegliere tra 5 tipologie di regolazione d'altezza: manuale, a manovella, con attrezzo, con cartuccia a gas e con elettromotore. Dal design lineare e pulito, si caratterizza per la struttura in acciaio e il piano in melaminico.
Kinnarps – Series (P). Flessibile ed eco-sostenibile: la linea di scrivanie Series (P) dell'azienda svedese Kinnarps è stata creata per facilitare la mobilità e il benessere di chi lavora. Premendo un pulsante sarà possibile regolare la scrivania come si desidera. Inoltre, le scrivanie sono dotate di un vano nascondi-cavi, di una powerbox e di un cassettino per riporre gli oggetti più piccoli.
Milano Design Week
Icon Design Talks 2017: the protagonists
News
Icon Design di settembre
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano