Grand Executive by Vitra, design a cura di Antonio Citterio
Luisa by Cassina, design a cura di Franco Albini
Oxford by Republic of Fritz Hansen, design a cura di Arne Jacobsen
Tuffy by Magis, design a cura di Konstantin Grcic
Products

5 sedie per lo studio, ergonomiche e di stile contemporaneo

Alessandro Mitola

A casa o in ufficio, la scelta della sedia per completare lo scrittoio deve essere il giusto compromesso tra funzionalità, ergonomia e design.

Una seduta di qualità è certamente un buon punto di partenza per lavorare con continuità e in maniera produttiva. Ecco cinque modelli, tra grandi classici e novità.

Grand Executive, disegnata da Antonio Citterio per Vitra, è una seduta che unisce eleganza e funzionalità. Grazie allo schienale alto dotato di poggiatesta e braccioli, imbottiture morbide e finiture in pelle pregiata, offre il massimo comfort durante le ore lavorative. Gran Executive è segnata da una struttura volumetrica generosa, dove a fare la differenza sono i dettagli: il meccanismo Flowmotion consente di adattare in ogni circostanza la posizione di seduta.

Un grande classico del design che nel 1955 valse a Franco Albini il Compasso d’Oro. Luisa è una poltroncina che ha avuto una lunga gestazione: 15 anni di intenso lavoro per giungere alle versione definitiva del progetto. Il suo tratto distintivo è l’aumento di spessore degli elementi in legno nei punti di giunzione tra le parti. Luisa è prodotta da Cassina ed è disponibile in noce canaletto, frassino naturale o tino nero, nelle varianti tessuto o pelle.

In origine la seduta Oxford di Republic of Fritz Hansen era stata progettata per i professori del St. Catherine’s College di Oxford: lo schienale alto rappresentava il prestigio degli accademici. In seguito, la sedia ha subito un’evoluzione, comprendendo anche una versione con schienale basso e schienale medio, accolta tra le polemiche da parte della commissione, che ha poi deciso di premiare il danese Arne Jacobsen con un dottorato onorario.

Pollock Executive Chair, datata 1963 e firmata da Charles Pollock, è una vera icona del design Knoll. È una seduta avvolgente e confortevole dotata di tecnologia RIM, ovvero l’uso di una fascia in alluminio che disegna l’intero perimetro della seduta. Intramontabile, per la casa e per l’ufficio, è dotata di sedile e schienale imbottiti con schiuma di uretano e rivestimento in tessuto e pelle, con basamento a cinque razze in alluminio.

Con Tuffy, Konstantin Grcic si concentra sulla meccanica e sul suo ruolo nella progettazione della seduta. Tuffy è prodotta da Magis ed è caratterizzata da un meccanismo a vite tramite il quale è possibile regolare l’altezza del sedile girevole in legno massello di faggio. Lo schienale ergonomico in plastica stampata riprende una forma a T e si adatta perfettamente alla schiena in posizione di seduta.

Places
Il restauro della Chiesa di San Pellegrino a Lucca
News
Nendo al Taiwan Design Museum di Taipei
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

La nuova stazione di Matera, firmata Stefano Boeri Architetti

Verrà ultimata entro maggio del prossimo anno e sarà uno dei motivi di prestigio per la città capitale europea della cultura 2019
Un nuovo inizio per Rubelli

Un nuovo inizio per Rubelli

La storica azienda di tessuti apre le porte del suo nuovo showroom veneziano su progetto degli architetti Leo Schubert e Verdiana Durand de la Penne
Luigi Ghirri. Il paesaggio dell

Luigi Ghirri. Il paesaggio dell'architettura

La Triennale di Milano omaggia il celebre fotografo emiliano mettendo in luce l'importanza della sua opera nell'ambito dell'architettura. Dal 25 maggio al 26 agosto
La seconda edizione di Milano Arch Week

La seconda edizione di Milano Arch Week

Una settimana di dibattiti, incontri, eventi e mostre sul futuro delle città. Da mercoledì 23 a domenica 27 maggio, ecco il programma
Il nuovo flagship store Molteni a Manhattan, firmato Vincent Van Duysen

Il nuovo flagship store Molteni a Manhattan, firmato Vincent Van Duysen

Si trova al 160 di Madison Avenue, nel cuore del NoMad Design District, ed è il primo al mondo a riunire i tre brand del Gruppo: Molteni&C, Dada, e UniFor