La Superleggera con seduta imbottita colorata - Credits: Cassina
La Superleggera con seduta imbottita colorata - Credits: Cassina
La Superleggera rivestita con tessuto Boxblocks dell’artista olandese Bertjan Pot, per celebrare i 60 anni della collaborazione tra Cassina e Gio Ponti - Credits: Cassina
La Superleggera nella versione laccato nero - Credits: Cassina
La Superleggera in frassino laccato bicolore bianco e nero - Credits: Cassina
Fiat 1100 con fornitura di sedie 699 - Credits: Archivio Storico Cassina
Products

I 60 anni della Superleggera di Gio Ponti

La sedia 699 progettata da Gio Ponti nel 1957, entrata nella storia come Superleggera, non è mai uscita di produzione.

Riconosciuta dallo stesso architetto e designer milanese come uno dei suoi tre capolavori, insieme al grattacielo Pirelli a Milano e la Concattedrale di Taranto, è considerata un pezzo da collezione che unisce solidità e leggerezza. Pesa appena 1,7 kg e si solleva con un dito.

Ancora oggi la sedia 699 Superleggera è prodotta nel reparto falegnameria di Cassina di Meda, nel cuore della Brianza. Il legno viene lavorato con l’aiuto dei macchinari più moderni, ma restano invariati alcuni passaggi altamente artigianali, l’incollaggio, la levigatura e l’assemblaggio.

Il modello classico in frassino naturale, laccato nero o bianco con seduta in canna d’India, è accompagnato da alcune varianti provenienti dalla produzione di Cassina degli anni Cinquanta con seduta imbottita colorata in pelle o tessuto sfoderabili, insieme alle versioni speciali come il modello con struttura laccata bicolore bianca e nera disegnato per le esposizioni e mai messa in produzione.

Per celebrare i 60 anni di questa icona del design, quest’anno Cassina presenta un’inedita variante che va ad arrichire il catalogo. Si tratta di un’edizione limitata di 60 pezzi con struttura rossa e seduta in una versione rielaborata del tessuto Boxblocks dell’artista olandese Bertjan Pot.

Milano Design Week
5VIE art+design, le novità della quarta edizione
Products
Fornasetti e Comme des Garçons, tra design e moda
You may also like
Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Duddell’s, un nuovo ristorante da scoprire a Londra

Nasce sulle ceneri della storica Grade II-listed St Thomas Church, a due passi dal London Bridge, tra buona cucina e opere d’arte contemporanea
Francesco Igory Deiana: cronache dell

Francesco Igory Deiana: cronache dell'altro mondo

Un artista Italiano amante dell’architettura brutalista e del surf ha trovato casa a Los Angeles, dove vive e lavora in più di mille metri quadrati. Sperimentali
Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Sette progetti Alessi premiati con il Good Design Award 2017


Dalla collezione Alessi Circus dell’olandese Marcel Wanders fino ad arrivare alla grattugia Forma dell’iraniana Zaha Hadid
Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

Il caos secondo il duo creativo Mathery
 Studio

A Milano, terzo ed ultimo appuntamento espositivo dedicato al tema della dimensione contemporanea. Mercoledì 31 gennaio presso The Box
Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Da vecchio garage a ristorante, a Tel Aviv

Ecco Mansura Restaurant, un progetto del duo creativo al femminile This is IT in equilibrio tra antico contemporaneo
Le 999 domande di Stefano Mirti

Le 999 domande di Stefano Mirti

Intervista al curatore della mostra "999. Una collezione di domande sull'abitare contemporaneo" in scena alla Triennale di Milano