La Wishbone Chair è stata progettata nel 1949 ed entrata in produzione nel 1950
In occasione del 103esimo anniversario del designer Hans J. Wegner viene presentata in una versione in legno di olmo
La Wishbone Chair si compone di 14 parti in legno assemblate a mano
La seduta è realizzata artigianalmente impiegando 120 metri di corda di carta
La limited edition presenta la firma del designer sul lato interno del telaio
Products

La Wishbone Chair in limited edition

Un’edizione limitata per un giorno solo. In occasione del 103esimo anniversario della nascita del designer danese Hans J. Wegner, giovedì 27 aprile Carl Hansen & Son svelerà un’inedita versione della Wishbone Chair, conosciuta ai più per il suo peculiare schienale a forma di forcella.

La seduta, presentata per la prima volta nel 1950, viene rieditata in una versione in legno di olmo proveniente dalle foreste nordamericane, successivamente trattato ad olio. «Oggi questa varietà di legno, che in qualche modo ricorda il legno di quercia, è meno utilizzata per la realizzazione di mobili», spiega Knud Erik Hansen, CEO dell’azienda. «Questo rende la sedia un pezzo unico, assicurando l'interesse da parte di collezionisti ed estimatori di Wegner. Carl Hansen & Son aveva già reso omaggio in altre occasioni a questo maestro del design di sedie con edizioni speciali delle sue opere iconiche. Riconosciuti come il maggior produttore mondiale di mobili firmati Wegner, per noi è naturale festeggiare l’anniversario della sua nascita».

La Wishbone Chair, quasi 70 anni dopo la sua nascita, viene ancora realizzata artigianalmente dagli esperti di casa Carl Hansen & Son. Le 14 parti che la compongono vengono assemblate a mano, così come l'intreccio della seduta, che richiede 120 metri di corda di carta. E a fare la differenza sono i dettagli: la limited edition presenta un’incisione a laser con la firma e la data di nascita del designer posizionata sul lato interno del telaio della sedia.

News
Carte Blanche a Palazzo Grassi di Venezia
News
La prima edizione di Milano Arch Week
You may also like
La caldaia si trasforma in uno specchio

La caldaia si trasforma in uno specchio

Una caldaia che unisce funzionalità ed estetica, diventando vero e proprio elemento d’arredo. Ecco Osa di Unical
Albert Clock, l’orologio che insegna la matematica

Albert Clock, l’orologio che insegna la matematica

Tra addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni, leggere l’ora esatta diventa un gioco adatto per adulti e bambini. Per mantenere la mente allenata
A bordo di Eilean con Angelo Bonati, Ceo di Officine Panerai

A bordo di Eilean con Angelo Bonati, Ceo di Officine Panerai

Per scoprire come i suoi grandi amori, il lavoro e il mare, si sono congiunti dando vita alla celebre regata riservata alle vele d’epoca.
Una sala da pranzo in alta quota

Una sala da pranzo in alta quota

A Roma Frigo 2000 allestisce uno spazio speciale che fa da cucina, sala da pranzo e location per eventi. Il tutto sollevato da una gru, a 30 metri di altezza
Un rifugio appollaiato tra le White Mountains, negli States

Un rifugio appollaiato tra le White Mountains, negli States

Un’architettura in simbiosi con la topografia del luogo, con una vista a 360° gradi sulle vette che dominano il panorama
Spazio, Forma, Luce

Spazio, Forma, Luce

Divani, sedie, tavoli, cassettiere, lampade e tappeti. Nel servizio fotografico di Jeremias Morandell e Cameranesi & Pompili