Speciale Biennale

L’architettura ha un’anima sottile

ICON DESIGN PER Panariagroup

Per il primo Padiglione della Santa Sede alla XVI Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, Panariagroup è stata scelta per accompagnare, con le sue innovative lastre sottili in gres porcellanato laminato, la visione di uno dei più importanti architetti italiani, Francesco Cellini, che ha progettato una cappella nel bosco di San Giorgio a Venezia.

Il bosco è una metafora del labirinto della vita. E nel silenzio del bosco dell'isola di San Giorgio, a Venezia, si incontra una delle dieci cappelle che compongono il primo Padiglione della Santa Sede alla Biennale di Architettura. Le sue linee sono pulite ed essenziali e così le ha volute l'architetto Francesco Cellini, professore ordinario di Composizione Architettonica all'Università di Palermo e Roma Tre, ispirato dalla natura in cui la struttura si sarebbe inserita: un piccolo luogo di raccoglimento contraddistinto da un volume a forma di parallelepipedo rettangolare e da un transetto centrale che interseca perpendicolarmente il soffitto ospitando i due simboli principali della cappella, l’altare e il leggio. A curare l’installazione sono stati Francesco Dal Co e Micol Forti insieme a un pool di 10 architetti di fama internazionale tra cui premi Pritzker.

Il progetto di Cellini è una riflessione sul senso degli spazi sacri, sulle loro proporzioni, relazioni e funzioni, sul ruolo che vi ricopre la luce naturale. Si percepisce un senso di raccoglimento dato dalla configurazione del giardino, fatta di piccole radure circondate da grandi alberi, che autorizza a privare l’edificio di parte del suo involucro, affidando il suo senso d’internità all’ambiente che lo circonda. Inoltre, la cappella non poggia sul terreno, o piuttosto lo fa per punti, ancora per rispetto verso un luogo che, vista l’effimera durata dell’edificio, è meglio resti intatto.

L'essenzialità del progetto è esaltata anche dai materiali utilizzati per la costruzione, le grandi lastre ultrasottili in gres porcellanato laminato di Panariagroup, prima azienda, attraverso i suoi brand Cotto d'Este, Panaria Ceramica e Lea Ceramiche, a credere fin dal 2004 nelle potenzialità del gres laminato e a promuoverne la diffusione sul mercato.

Le lastre ceramiche di Panariagroup sono il risultato di una continua innovazione tecnologica che ha trasformato la natura del materiale e ne ha ampliato il valore estetico e le potenzialità di impiego. Non più solo pavimenti e rivestimenti, quindi, ma anche applicazioni diversificate che vanno dai complementi d'arredo alle pareti ventilate ai rivestimenti di grandi opere. Più sottile e resistente del gres tradizionale, e al contempo leggero e flessibile, il gres ultrasottile Panariagroup è disponibile in diversi spessori (3,5 mm, 5,5 mm e 6,5 mm rinforzati con fibra di vetro e 6 mm) e grandi dimensioni (da 100 x 300 cm, 120 x 260 cm e relativi sottoformati).

Inoltre, le lastre di Panariagroup sono ideali in ambito residenziale e commerciale, sia di nuova costruzione che ristrutturazioni, grazie a plus esclusivi: le materie prime, di eccellenza assoluta; il processo produttivo con un’unica pressatura che conferisce loro compattezza ed elasticità; la speciale lavorazione delle superfici, per una straordinaria resa estetica; il rinforzo della fibra di vetro, per una resistenza oltre il possibile. Infine la sostenibilità ambientale: perché ridurre lo spessore significa ridurre il consumo di materie prime, la produzione di anidride carbonica e l’inquinamento dovuto al trasporto.  

Applicate al progetto, le superfici in gres porcellanato laminato di Cotto d’Este, Lea Ceramiche e Panaria scelte dall'architetto Cellini ne esaltano la leggerezza e conferiscono un aspetto di estrema naturalezza anche grazie all'aspetto esterno opaco, mentre all'interno le finiture sono lucide e riflettenti, per lasciar entrare il sole e il verde del bosco.
Per scoprire tutto sul progetto e sulle lastre ultrasottili di Panariagroup e le loro potenzialità, visita il sito http://events.panariagroup.it/.