Icon Design Talks

Icon Design Talks 2018: giorno 1

La seconda edizione degli Icon Design Talks è stata inaugurata presso la Sala Excelsior di Palazzo del Cinema Anteo con lo Special Event dal titolo Constructed Narratives. Protagonista l’architetto ghanese naturalizzato britannico Sir David Adjaye, che nel corso dell’intervento ci ha condotto alla scoperta del museo nazionale di storia e cultura afro-americana di Washington DC.

Nel pomeriggio, sempre negli spazi del Cinema Anteo, si è tenuta la Lectio Magistralis con l’architetto Guido Canali, che ha ripercorso i progetti del suo studio seguendo un ordine tematico. Dal Palazzo della Pilotta a Parma al centro espositivo Gyeonggi a Seoul, passando per il più recente quartiere nel Portello a Milano.

Nella galleria fotografica qui in basso trovate una selezione di immagini dei talk e della festa di inaugurazione, che anche quest’anno si è svolta presso la Microsoft House di viale Pasubio 21, con il dj-set di Alioscia Bisceglia e Peter Adjaye. In apertura, invece, un breve video di riepilogo della giornata.

Gli ospiti dello Special Eventi ospitato a Palazzo del Cinema Anteo - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Sir David Adjaye sfoglia il nuovo numero di Icon Design - Credits: Ph. Silvia Morara
A sinistra, il direttore Michele Lupi, a destra, l'architetto Sir David Adjaye - Credits: Ph. Silvia Morara
Il direttore Michele Lupi - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Sir David Adjaye - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Sir David Adjaye presenta lo Special Event "Constructed Narratives" - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti dello Special Event "Constructed Narratives" - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
La Lection Magistralis dell'architetto Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti della Lectio Magistralis con Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
L'architetto Guido Canali - Credits: Ph. Silvia Morara
Da sinistra, il direttore Michele Lupi, l'architetto Guido Canali e l'architetto e grafico Italo Lupi - Credits: Ph. Silvia Morara
Il dj-set di Peter Adjaye - Credits: Ph. Silvia Morara
I cocktail firmati Prime Uve, partner della serata - Credits: Ph. Silvia Morara
Il dj-set di Alioscia Bisceglia - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti del party di Icon Design, ospitato presso la Microsoft House - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli stuzzichini a cura di Berkel, partner della serata - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli invitati al party - Credits: Ph. Silvia Morara
Milano Design Week
LightHenge, l'installazione di Edison firmata da Stefano Boeri Architetti
Milano Design Week
Citroën insieme a Bertone Design Interior per #Cactus4Comfort
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Si trova sul Passeig de Gràcia ed è caratterizzato da un particolare sistema di nicchie composto da elementi ceramici simili alle tegole
Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell

Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell'editoria indipendente

La settima edizione della fiera internazionale dedicata all’editoria d’arte indipendente. Da venerdì 1 a domenica 3 febbraio
Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Designer, artista, scenografo parigino, con una versatilità creativa che si nutre del disegno e del colore. Negli anni 80 incontra il design italiano e inizia a creare oggetti, senza mai pensare alle mode e alle pubbliche relazioni. Ma soltanto alle forme funzionali
I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

Dopo l’Italia è la volta della Cina. Ecco i nomi dei Rising Talent dell’edizione invernale della rassegna parigina
Caragh Thuring e l

Caragh Thuring e l'arte del tartan

La Thomas Dane Gallery di Napoli festeggia il suo primo anniversario con una personale dell'artista belga Caragh Thuring, che ha orchestrato una riflessione sui significati del tartan tra Napoli e la Scozia. L'abbiamo intervistata