Icon Design Talks

Icon Design Talks 2018: giorno 5

Sabato 21 aprile si è conclusa l’edizione 2018 degli Icon Design Talks, il secondo appuntamento di Icon Design con i protagonisti del progetto.

La giornata si è aperta con un quesito: la grafica italiana gode di ottima salute? A rispondere tre tra i più autorevoli protagonisti del settore, Mauro Bubbico, graphic designer, Leonardo Sonnoli, graphic designer, Italo Lupi, architetto, orchestrati da Francesco Dondina, graphic designer.

Durante l’incontro Spreading the word: design and architecture on the web, Birgit Lohmann, fondatore e caporedattore di designboom, Nina Azzarello, director di designboom NY, e Michele Lupi, direttore di Icon Design, hanno affrontato il tema dell’editoria digitale, tra sfide, numeri e momenti di confronto con lettori e progettisti.

Alle 12.30 si è tenuto negli spazi del Cinema Anteo lo Special Event Curating and the City con l’architetto Stefano Boeri e il curatore Hans Ulrich Obrist. Una lunga chiacchierata incentrata sulla questione della curatela applicata alle diverse discipline creative. Per concludere questa seconda edizione, dopo un confronto sul tema delle nuove forme dell’entertainment, abbiamo brindato negli spazi della Microsoft House in compagnia di Alioscia Bisceglia, musicista, Giovanni Fiorin, imprenditore, e il direttore Michele Lupi.

Ecco il racconto della giornata conclusiva. Grazie a tutti per aver partecipato.

Gli ospiti dell'incontro "La grafica italiana gode di ottima salute" - Credits: Ph. Silvia Morara
Mauro Bubbico, graphic designer - Credits: Ph. Silvia Morara
Leonardo Sonnoli, graphic designer - Credits: Ph. Silvia Morara
Italo Lupi, architetto - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti degli Icon Design Talks - Credits: Ph. Silvia Morara
A sinistra, Francesco Dondina, graphic designer; a destra, Mauro Bubbico, graphic designer - Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti degli Icon Design Talks - Credits: Ph. Silvia Morara
I relatori del talk "Spreading the word: design and architecture on the web" - Credits: Ph. Silvia Morara
A sinistra, Birgit Lohmann, Fondatore e Caporedattore designboom, Milano; a destra, Nina Azzarello, Director designboom NY - Credits: Ph. Silvia Morara
Hans Ulrich Obrist, curatore - Credits: Ph. Silvia Morara
Credits: Ph. Silvia Morara
Gli ospiti dello Special Event "Curating and the City: a dialogue between Hans Ulrich Obrist & Stefano Boeri" - Credits: Ph. Silvia Morara
Stefano Boeri, architetto - Credits: Ph. Silvia Morara
Hans Ulrich Obrist, curatore - Credits: Ph. Silvia Morara
I relatori del talk "Nuove forme dell’entertainment" - Credits: Ph. Silvia Morara
A sinistra, Michele Lupi, direttore Icon Design; a destra, Giovanni Fiorin, imprenditore - Credits: Ph. Silvia Morara
Icon Design Talks
Icon Design Talks 2018: giorno 4
Products
Il design del comfort: i divani del Salone del Mobile
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”