Icon Design Talks

La seconda edizione di Innovation Design District

Innovation Design District compie il suo primo giro di boa e torna in occasione della Milano Design Week con un programma di appuntamenti denso, pensato per valorizzare l'area compresa tra Porta Nuova e Porta Volta.

Il distretto voluto da Mediamond e Gruppo Mondadori con il patrocinio del Comune di Milano e la main partnership di Edison sarà un luogo di confronto, dibattito e sperimentazione. «Quello tra Mondadori è il design è un rapporto storico», ha dichiarato Carlo Mandelli, direttore generale Periodici Italia del Gruppo Mondadori. «Con Innovation Design District vogliamo avvicinare i contenuti al pubblico».

Il tema individuato per l’edizione 2018 è Common Future, ovvero come i processi di innovazione che vengono innescati oggi, attraverso un dibattito aperto, possano impattare sulle generazioni future. Protagonisti del confronto saranno designer, architetti, artisti, scienziati, chef e giornalisti. «iDD è un punto di osservazione sempre più internazionale, che nasce per mettere in dialogo tre soggetti: i cittadini, il mondo dell’impresa e la pubblica amministrazione», ha commentato durante la conferenza stampa Davide Mondo, amministratore delegato di Mediamond.

Noi di Icon Design vi aspetteremo negli spazi della Microsft House con la seconda edizione degli Icon Design Talks, dove ospiteremo alcuni dei nomi di punta dell'architettura e del design internazionale. Tra gli ospiti confermati: David Adjaye, Joe Gebbia, Guido Canali, Stefano Boeri, Hans Ulrich Obrist, Andrea Boschetti, Formafantasma, Michael Anastassiades, Stefan Diez, Studio Swine, Konstantin Grcic, Ron Gilad, Giulio Cappellini, Marc Newson e Jasper Morrison.

A due passi da piazza Gae Aulenti, CasaFacile guiderà i visitatori del distretto attraverso un percorso multisensoriale dal titolo 5 SENSI + 1: vista, tatto, udito, olfatto, gusto + immaginazione. Lo spazio sarà inoltre animato da workshop creativi e incontri.

La rivista Interni Panorama renderà omaggio al 1968, di cui quest'anno ricorre il cinquantesimo anniversario, con una mostra-evento curata da Francesca Molteni, tra oggetti di industrial design ancora in produzione, documenti e immagini. L'appuntamento, accompagnato da una rassegna cinematografica, si terrà al Palazzo del Cinema Anteo dal 16 aprile al 16 giugno 2018. Durante la serata di inaugurazione è in programma la proiezione del film SuperDesign, prodotto da Muse e dalla galleria R&Company di New York, con la regia di Francesca Molteni.

Gli spazi di The Mall ospiteranno space&interiors, di cui MADE eventi ha affidato la curatela a Stefano Boeri Architetti. La mostra/evento The future of living and the planet of the future sarà un viaggio alla scoperta del Pianeta Rosso, Marte, tra materiali, prodotti e finiture per l'architettura presentati attraverso un contesto multimediale immersivo.

Infine, Stefano Boeri, insieme a Edison, curerà un’istallazione luminosa all’interno del distretto, Giulio Cappellini sarà presente con un’indagine intorno all'evoluzione dell'industrial design dal punto di vista della formazione, e l’architetto Andrea Boschetti affronterà il tema della mobilità sostenibile insieme a Volvo attraverso due incontri in scena presso il Volvo Studio di Milano.

Storytelling
Resilienze: Arcangelo Sassolino
Products
Gli orologi da parete e la rivincita dell'analogico
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Il nuovo store di Camper a Barcellona, firmato da Kengo Kuma

Si trova sul Passeig de Gràcia ed è caratterizzato da un particolare sistema di nicchie composto da elementi ceramici simili alle tegole
Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell

Fruit Exhibition: a Bologna torna la fiera dell'editoria indipendente

La settima edizione della fiera internazionale dedicata all’editoria d’arte indipendente. Da venerdì 1 a domenica 3 febbraio
Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Pierre Charpin: "Il mio modo di lavorare parte dall’intuizione"

Designer, artista, scenografo parigino, con una versatilità creativa che si nutre del disegno e del colore. Negli anni 80 incontra il design italiano e inizia a creare oggetti, senza mai pensare alle mode e alle pubbliche relazioni. Ma soltanto alle forme funzionali
I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

Dopo l’Italia è la volta della Cina. Ecco i nomi dei Rising Talent dell’edizione invernale della rassegna parigina
Caragh Thuring e l

Caragh Thuring e l'arte del tartan

La Thomas Dane Gallery di Napoli festeggia il suo primo anniversario con una personale dell'artista belga Caragh Thuring, che ha orchestrato una riflessione sui significati del tartan tra Napoli e la Scozia. L'abbiamo intervistata