I tubi di Sam Stewart per il Fuorisalone di Mango

I tubi di Sam Stewart per il Fuorisalone di Mango

Le vetrine dello store di Corso Vittorio Emanuele sono animate da un intreccio di tubi luminosi firmato dal designer newyorkese Sam Stewart
Le tele cosmiche di Tomás Saraceno per Bulgari

Le tele cosmiche di Tomás Saraceno per Bulgari

Al Civico Planetario Ulrico Hoepli, l'artista argentino è in scena con un'installazione immersiva realizzata per il Fuorisalone di Bulgari
Dfood, il distretto di food design al Fuorisalone

Dfood, il distretto di food design al Fuorisalone

In occasione del Fuorisalone, nella zona di via Paolo Sarpi nasce il primo Food District di Milano.
Guardare all

Guardare all'insù, a Milano

All'Anteo Palazzo Cinema, una mostra celebra lo skyline milanese attraverso gli scatti di Silvia Morara.
Il Fuorisalone targato LUZ

Il Fuorisalone targato LUZ

Un progetto che omaggia la creatività al femminile: sette donne scattate da Vito Maria Grattacaso e raccontate su Sapiens, il social magazine di LUZ
Il surrealismo di Alex Chinneck per IQOS al Fuorisalone

Il surrealismo di Alex Chinneck per IQOS al Fuorisalone

Durante il Fuorisalone, lo Spazio 400 di via Tortona è stato radicalmente trasformato dall'artista britannico Alex Chinneck per IQOS, dispositivo smoke-free di Philippe Morris International
Al via gli Icon Design Talks

Al via gli Icon Design Talks

A inaugurarli è stata la conferenza stampa di lunedì 8 aprile e un party alla Fondazione Riccardo Catella.
Fuorisalone 2019: gli eventi tra moda e design

Fuorisalone 2019: gli eventi tra moda e design

La Milano Design Week è anche un momento di contaminazione artistica: ecco le mostre più belle che faranno incontrare moda e design

Fuorisalone 2019: guida ragionata agli eventi da non perdere

Finalmente ci siamo. La Milano Design Week è arrivata e si preannuncia intensissima: dall'8 al 14 aprile, il Fuorisalone offrirà centinaia di mostre, eventi e installazione in ogni angolo della città. E se vedere tutto sarà impossibile, l'imperativo è quello di organizzare un piano d'attacco per non perdere l'imperdibile. Niente paura, però: a dare supporto in questa missione è il team di Icon Design con una selezione degli eventi da non mancare. Eccola qui di seguito.

Vito Nesta - Musica da Viaggio

In equilibrio tra artigianato e design, Vito Nesta attinge dalla memoria per creare opere che forgiano nuovi concetti di decorazione e nuovi dialoghi con la storia. E durante il Fuorisalone, la sua mostra non poteva che essere allestita in uno dei luoghi più storici di Milano: il Grand Hotel et de Milan, fondato centocinquanta anni fa, da sempre punto di incontro di artisti e intellettuali. Nelle stanze dove visse per trent'anni Giuseppe Verdi, viene dunque ambientato Musica da viaggio, progetto espositivo a cura di Annalisa Rosso. Per la prima volta nella storia dell'hotel, le stanze verdiane saranno abitate da una serie di installazioni in scala architettonica che giocheranno con la gamma cromatica e con il materiale della pelle, fornito dall'azienda Bonaldo. Storia, artigianato e architettura interagiranno con gli spazi dell'hotel tratteggiando una mostra immersiva.

  • Dove: Grand Hotel et de Milan, dal 9 al 14 aprile.

Icon Design Talks

Giungono alla terza edizione gli Icon Design Talks, quest'anno ospitati dalla Fondazione Riccardo Catella e diretti da Andrea Boschetto. La rassegna ruoterà attorno al tema Innovation Design District: Hospitality, riflettendo sul significato odierno dei concetti di sharing, socializing, welcoming, planninge e integrating. A discuterne, insieme ad Annalisa Rosso, direttrice di Icon Design e alla editor at large Maria Cristina Didero, saranno alcune delle più importanti personalità del mondo del design e dell'architettura come Stefano Boeri, Humberto Campana, Tom Dixon, Aldo Cibic, Naoto Fukasawa e Roberto Palomba. A questo link è possibile scoprire il programma della rassegna e iscriversi agli eventi.

  • Dove: Fondazione Riccardo Catella, via Gaetano De Castillia 28, dal 9 al 14 aprile.

Artek - FIN/JPN Friendship Collection

Azienda storica di design finlandese, Artek ha deciso di focalizzarsi sulla relazione tra Finlandia e Giappone in occasione dei 100 anni di rapporti diplomatici tra i due Paesi. Ne nasce un'installazione disegnata da Linda Bergroth che farà incontrare artigianato tradizionale e design contemporaneo attraverso una collezione di oggetti creati in collaborazione con architetti, designer e artigiani finlandesi e giapponesi come Jo Nagasaka, il duo finlandese-coreano Company, l'architetto e designer Koichi Futatsumata e il designer giapponese Akira Minagawa. Un'installazione che farà viaggiare con la mente.

  • Dove: Amy-d Arte Spazio, Via Lovanio, 6, dal 9 aprile al 13 Aprile.

SONY: Affinity in Autonomy – Focus su futuro della robotica

Qual è il futuro della robotica? E che impatto avrà sulle nostre vite? A chiederselo è SONY con la mostra Affinity in Autonomy- Envisioning the relationship between humans and robotics, che metterà in scena la visione robotica dell'azienda attraverso un percorso esperienziale, dove i visitatori avranno modo di scoprire il futuro della robotica e la sua evoluzione fatta (anche) di emozioni e vitalità.

  • Dove: Spazio Zegna, via Savona 56/A, dal 9 al 13 Aprile.

Alcova

Dopo il successo della prima edizione nel 2018, Alcova raddoppia: oltre alla sede di via Popoli Uniti, infatti, quest'anno ad accogliere le opere di designer internazionali saranno anche gli spazi di via Sassetti, in zona Isola. Fondato da Space Caviar e Studio Vedèt, Alcova presenterà una serie di mostre, eventi e incontri presso l’ex laboratorio di panettoni di G.Cova & Co di via Popoli Uniti e presso l’ex stabilimento tessile Fabbrica Sassetti, che dopo Alcova diventerà la nuova sede della Fondazione Kenta. Un doppio indirizzo da segnare in agenda per scoprire il design più sperimentale, con nomi come Bloc Studios, FormaFantasma per Dzek, MVRDV e Flatwig Studio.

  • Dove: via Popoli Uniti 11 e via Sassetti 31.

SEM

Lanciato un anno fa proprio durante la Design Week milanese, il marchio SEM fonde artigianato e industrial design in una serie di complementi d'arredo realizzati in collaborazione con artigiani e designer. Al Fuorisalone di quest'anno, sarà il turno di Valentina Cameranesi Sgroi con la collezione Simultanea, serie di vasi ispirati alla simultaneità degli accadimenti della vita che verrà presentata all'interno dello showroom SEM con un allestimento firmato dalla stessa designer. Realizzati in marmo, i vasi di Simultanea concretizzeranno forze centripete e centrifughe in cinque oggett. Inoltre, presso lo showroom SEM saranno presentate le nuove collezioni Paesaggio di Hannes Peer e le sedute Gomito di vormen, affiancate da un progetto tessile di Mae Engelgeer.

  • Dove: SEM, via Garofalo 31.

Issey Miyake - Journey of a Raindrop - The strange attraction of water

Per il Fuorisalone di quest'anno, Issey Miyake ha chiesto al designer olandese Jólan van der Wiel di condividere la sua visione del design attraverso un'opera che raccontasse il suo rapporto con la natura, per lui strumento di design e fulcro della progettazione. Il risultato è Journey of a Raindrop, e il nome dice già tutto: attraverso quattro installazioni che utilizzano acqua e aria, il designer farà osservare il mondo attraverso gli occhi di una goccia d'acqua. In dialogo con gli ambienti del flagship store di Issey Miyake, le sue opere offriranno un piccolo viaggio, un'esperienza ludico che farà scoprire nuove prospettive tra design, moda e natura.

  • Dove: Issey Miyake in Via Bagutta 12.

Guillermo Santomà – Rimowa x Kaleidoscope

Presso lo Spazio Maiocchi, il designer spagnolo Guillermo Santomà metterà in scena un'interpretazione futuristica dell'universo Rimowa, marchio storico tedesco di valigie di alluminio e policarbonato. Il progetto espositivo, realizzato in collaborazione con la rivista d'arte e studio creativo Kaleidoscope, consisterà in un cortometraggio, un'installazione e una pubblicazione. Fulcro della mostra sarà l'installazione GAS, ispirata alla serie fotografica di Ed Ruscha Twentysix Gasoline Stations, con cui il designer ha dato forma a un'automobile utilizzando l'alluminio delle valigie Rimowa. Completano il progetto il book fotografico e il cortometraggio realizzati dal regista e fotografo Thibaut Grevet.

  • Dove: Via Achille Maiocchi, 7.

Nendo per WonderGlass – Shape of Gravity

“Fare meno e ottenere di più è la cosa più complicata in assoluto”, dice Oki Sato di Nendo. A provarci è la sua esposizione Shape of Gravity per Wonderglass, azienda specializzata nella creazione di opere in vetro realizzate da mastri vetrai a Murano. Ed è così che presso l'Istituto dei Ciechi andrà in scena la sua Melt Collection, collezione di mobili in vetro fuso progettata per Wonderglass. Ispirata al lavoro degli artigiani nei laboratori dell'azienda, la collezione viene arricchita quest'anno da un nuovo lampadario chandelier. In un'ambientazione suggestiva, le opere sembreranno fluttuare nell'aria, suggerendo una nuova visione del concetto di gravità.

  • Dove: Istituto dei Ciechi, via Vivaio 7.

Hermès

Per il Fuorisalone di quest'anno, Hermes sbarca negli spazi della Pelota di via Palermo 10 con un'installazione architettonica concepita dalla progettista parigina Charlotte Macaux Perelman. All'interno, verrà presentata la nuova collezione della maison disegnata sotto la direzione artistica di Charlotte Macaux Perelman e Alexis Fabry, curatore ed editore francese. Lampade, oggetti d’arredamento, tessuti e carte da parati approfondiranno la ricerca nel campo dei materiali di Hermes tratteggiando uno scenario in cui architettura, design e decorazione si fonderanno l'uno nell'altro.

  • Dove: La Pelota, via Palermo 10.

5VIE art+design district

Vuole essere un museo diffuso del design, e durante il Fuorisalone offrirà una serie di mostre che uniranno arte e design in ambientazioni suggestive. Per questo Fuorisalone, il distretto delle 5vie avrà come main event tre mostre: Human Code di Roberto Sironi, a cura di Annalisa Rosso, progetto autobiografico che attraverso antropologia, tecnologia e data analysis tratteggerà un percorso attraverso le tappe salienti della specie umana; Il Pesce e gli Astanti del designer libanese Carlo Massoud, a cura di Maria Cristina Didero, che affronterà tematiche come la situazione delle donne velate o l’attuale costruzione selvaggia di Beirut; e L’Ultima Cera del designer svedese-cileno Anton Alvarez, curata da Nicolas Bellavance-Lecompte, che esplorerà la lavorazione del bronzo. Tappa obbligata nel tour del distretto sarà come ogni anno l'appartamento di via Cesare Correnti 14, che sará abitato dall'opera site specific di Kiki Van Eijk e Joost Van Bleiswijk.

  • Dove: 5vie, varie location. Qui il programma degli aventi.

Pretziada – Heavy Tourism

Nato quattro anni fa dalla decisione della designer californiana Kyre Chenven e dall'artista milanese Ivano Atzori di trasferirsi in Sardegna per dare voce agli artigiani locali, Pretziada è un progetto che fa incontrare design, artigianato, giornalismo e turismo in una serie di arredi realizzati in collaborazione con designer internazionali. Quest'anno, presso il nuovo spazio espositivo milanese Lucio Vanotti Haus in una ex fabbrica del 1938, andrà in scena Heavy Tourism, esposizione che avrà come protagonisti i nuovi lavori disegnati da Chiara Andreatti, P.A.M. (Perks and Mini), Pretziada Studio, Roberto Sironi, Sam Baron, Valentina Cameranesi & CP Basalti, Fratelli Argiolas, Mariantonia Urru, Su Maistu de Linna e Walter Usai. Tra i protagonisti della mostra, la collezione di tappeti Nuragic Satellitaria, realizzata dal designer Roberto Sironi insieme all'artigiana sarda Mariantonia Urru.

  • Dove: Lucio Vanotti Haus, via Valtorta, 9.

Salvatori – Hidden rooms

Per il Fuorisalone, lo showroom di Salvatori, azienda specializzata nell'interpretazione della pietra, si trasformerà in un ambiente dalla forte suggestione materica dove scoprire i lavori realizzati da John Pawson, Piero Lissoni ed Elisa Ossino per l'azienda. Progettato da Elisa Ossino, Hidden Rooms sarà un percorso all’interno dello spazio, dove si susseguiranno una serie di stanze da scoprire in una sequenza a sorpresa, che alternerà varie finiture, complementi di design e marmi. Pareti con tagli rotondi celeranno ambienti nascosti, mentre in una piccola stanza verranno create illusioni ottiche attraverso giochi di specchi. Al piano terra, poi, un grande murales, reinterpreterà la tecnica del bassorilievo in chiave contemporanea. Piccole stanze delle meraviglie da cui lasciarsi sorprendere.

  • Dove: Salvatori, via Solferino 11.

CITTÀSTUDIO

Non una mostra, ma un esperimento sociale che vuole dimostrare come il design possa migliorare la quotidianità delle persone. Nato a partire dall'iniziativa di un gruppo di designer che abitano e lavorano nel quartiere di Città Studi di Milano – tra cui Claudio Larcher e Francesco Fusillo, ideatori del progetto - CITTÀSTUDIO porterà al Mercato Fusina una serie di piccoli oggetti disegnati da 13 progettisti a partire dalle urgenze del quartiere. Venduti a un prezzo simbolico attraverso un distributore automatico, gli oggetti di CITTÀSTUDIO vogliono servire come piccoli “impegni” per gli abitanti a fare un buon uso dei pensieri e delle riflessioni donate dai progettisti. Tra fruttivendoli, macellai e giornalai, una riflessione su come il design possa inserirsi nella vita delle persone risolvendo i piccoli problemi del quotidiano.

  • Dove: Mercato Fusina, dall'8 al 13 aprile.

Leggi anche: Fuorisalone 2019: gli eventi tra moda e design