Il divano Ace, disegnato da Hans Hornemann - Credits: Normann Copenhagen
Milano Design Week

I 10 migliori divani della Design Week

C’è qualcosa di innegabile da sottolineare riguardo alla Design Week: la rassegna ingloba una quantità sterminata di installazioni e prodotti.

Possiamo affermare con sicurezza di aver raccolto abbastanza materiale e appuntato dozzine di nomi sul nostro taccuino per poter comporre una lista di 10 divani di design che - tra tutti - si sono fatti notare.

Forma e funzione si uniscono in oggetti raffinati e di qualità, firmati dalle migliori matite in circolazione per le più disparate aziende del design, che recentemente fanno leva sulla componibilità come punto di forza.

Dopo le sedie, è la volta dei divani che più ci hanno colpito nelle interminabili camminate del Salone del Mobile e Fuorisalone. Da sfogliare nella gallery fotografica.

Mdf presenta Thea: un sistema composto da sei moduli e organizzabile in un'ampia gamma di combinazioni. La collezione è completata da sei accessori funzionali, disegnati per esprimere la natura pratica e versatile di questo divano. - Credits: MDF
Enfasi orizzontale e classico contemporaneo per il nuovo divano Vitra disegnato da Jasper Morrison. È l'espressione pura del suo "Super normal design": grande comfort senza fronzoli - Credits: Vitra
Dal genio di Hans Hornemann per Normann Copenhagen nasce Ace, una collezione pensata sulle necessità dei giovani danesi. Questa seduta è disponibile in due tessuti - in velluto o lana Nist e imbottita fronte e retro. Dall’aspetto rilassato e piacevole. - Credits: Normann Copenhagen
Componibilità ed eleganza: il divano Pagoda di Fendi Casa incarna lo spirito della maison grazie agli iconici dettagli Selleria con cui è impreziosito il bracciolo. - Credits: Fendi
Disegnato da Damian Williamson, questo divano dalla struttura in acciaio è monoblocco, componibile e pouf. Piedini 
in lega di alluminio lucidato
 verniciato colore nero oppure ricoperti in cuoio pigmentato 90. - Credits: Zanotta
Dalla matita di Patricia Urquiola, il Beam Sofa System è un sistema componibile di sedute morbide sorretto da una trave, un gesto netto, che ‘solleva’ i cuscini flessibili e leggeri dello schienale e dei braccioli, che si incontrano in un abbraccio. - Credits: Cassina
Zeno è una famiglia di divani componibili messa a punto da Antonio Citterio per Flexform. La particolarità risiede nel bracciolo in tubolare di metallo rivestito in cuoio che assume la forma di una piccola ala. - Credits: Flexform
Componibile, morbido ed elegante. Il divano Lapis di Amura rispecchia tutte le caratteristiche necessarie per essere perfetto in qualsiasi tipo di ambiente contemporaneo. - Credits: Amura
I Bourellec non si fermano mai: questa volta, in occasione della collaborazione con il brand danese Hay sfornano Can, un divano semplice da acquistare con diverse combinazioni di colore. Ispirato dalla semplicità dell’acquisto su internet: scegli, clicca, compra e ricevi. - Credits: HAY
Il divano Riva disegnato da Jasper Morrison per Kettal. Struttura in legno, eleganza e massimo comfort per un divano perfetto per l’outdoor. - Credits: Kettal
Places
Fondazione Volume! Riformulare lo spazio come un’idea
News
Utopia, la serie fotografica dedicata al Brutalismo inglese
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

I giovani talenti di Maison&Objet da tenere d’occhio

Dopo l’Italia è la volta della Cina. Ecco i nomi dei Rising Talent dell’edizione invernale della rassegna parigina
Caragh Thuring e l

Caragh Thuring e l'arte del tartan

La Thomas Dane Gallery di Napoli festeggia il suo primo anniversario con una personale dell'artista belga Caragh Thuring, che ha orchestrato una riflessione sui significati del tartan tra Napoli e la Scozia. L'abbiamo intervistata
Thierry Lemaire: "Nessuno mi chiede di essere minimal"

Thierry Lemaire: "Nessuno mi chiede di essere minimal"

A Parigi, a casa del designer e interior decorator che arreda gli interni dell’alta società internazionale. Disegnando anche pezzi speciali e collezioni ad hoc
Un anno sabbatico per rivitalizzare Grottole, a due passi da Matera

Un anno sabbatico per rivitalizzare Grottole, a due passi da Matera

Un'idea di Airbnb per promuovere il borgo lucano dimenticato, in occasione di Matera Capitale della Cultura 2019
La nuova boutique Aesop a Bath, in Inghilterra


La nuova boutique Aesop a Bath, in Inghilterra


A firmarlo è lo studio creativo londinese JamesPlumb e, tra le altre cose, al piano superiore include una biblioteca