Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Credits: Ph. Akihiro Yoshida
Milano Design Week

Il Fuorisalone di Nendo

Lo scorso anno Nendo ha dato spettacolo negli spazi con 50 Manga Chairs, una collezione di sedute ispirate all’universo dei fumetti.

Quest’anno lo studio guidato da Oki Sato sarà ospite dello showroom di Jil Sander in via Beltrami. Nei giorni del Fuorisalone presenterà una nuova collezione di vasi protagonista della mostra Nendo: Invisible outlines, un’indagine sulla materia e sul rapporto di quest’ultima con lo spazio, prendendo in esame concetti come interno ed esterno.

Jellyfish Vases è composta da trenta vasi in silicone ultrasottile che fluttuano delicatamente in un grande acquario, come un branco di meduse. Questo grazie al flusso d’acqua accuratamente regolato per creare delicati movimenti ondulatori che ritmano i vasi in una danza fatta di trasparenze e colore. «L’obiettivo è quello di riscrivere il ruolo di fiore, vaso e acqua», spiega il designer giapponese. «L’acqua permea sia l’interno che l’esterno e ridisegna il concetto convenzionale di vaso».

Accanto all’installazione, Nendo presenterà una capsule collection realizzata con Jil Sander, dove lo stile minimal del brand si mescola alla perfezione con l’universo progettuale del designer giapponese. Si compone di cinque pezzi: la t-shirt in cotone, l’iconica Xiao Bag, la borsa envelope e le strap sneaker. Filo conduttore della collaborazione sono i pois, volutamente quasi sfocati per dare una sensazione di movimento e bidimensionalità agli oggetti.