Milano Design Week

Fuorisalone 2017: gli appuntamenti di SuperDesign Show

Il conto alla rovescia per la Milano Design Week è ufficialmente cominciato. E anche quest’anno torna l’appuntamento con SuperDesign Show, progetto espositivo nato da un’idea di Gisella Borioli con la direzione artistica dell’architetto Carolina Nisivoccia.

L'indirizzo da segnare in agenda è quello del Superstudio Più, via Tortona 27, per un percorso espositivo propone contaminazioni tra arte e design, industria e artigianato, tradizione e futuro.

Il Temporary Museum for New Design ospita le celebrazioni del 70esimo compleanno di LG, che presenta un artwork curato dal giapponese Tokujin Yoshioka: un arazzo di luce che unisce arte e tecnologia. Il duo londinese Raw-Edges e Jin Kuramoto presentano Touch, un vetro da toccare realizzato in collaborazione con AGC Asahi Glass.

Food e design sono le tematiche affrontate da PepsiCo con Mix it Up, in collaborazione con Mathieu Lehanneur, Luca Nichetto, Fabio NovembreDavide Oldani, Studio Job Patricia Urquiola.

Sunbrella presenta le ultime novità in fatto di tessuti da esterno e una mega installazione che accoglierà i visitatori all’ingresso del corpo centrale di Superstudio a cura dell’artista e fotografo francese Charles Pétillon. Mentre Radici Contract svela un tappeto arcobaleno appositamente realizzato per SuperDesign 2017 su disegno di Carolina Nisivoccia.


Materials Village torna con un focus dedicato ai materiali a cura di Material ConneXion. Protagonista è la mostra-evento dal titolo New Materials for a Smart City, accanto all’installazione all’ingresso di Superstudio Più firmata Patricia Urquiola per 3M.

Spazio anche alle scuole con Polish Design, Tomorrow is Today, a cura di Dorota Koziara, la prima mostra collettiva che offre uno sguardo sul futuro del design polacco con la partecipazione di 8 Università Statali da tutta la Polonia. Il design giapponese è invece rappresentato dall’Università Keio che manda in onda una mostra interattiva curata da Manabu Tag.

E ancora: Discovering: People&Stories, con l’intervento artistico di Alessandro Guerriero e la collaborazione di eBay; Dassault Systèmes presenta una serie di soluzioni all’avanguardia per il design creativo e la progettazione d’interni, per abbozzare nuove idee di prodotti direttamente in 3D su un tablet e visualizzarle subito con rendering fotorealistici in un ambiente virtuale immersivo interattivo; Gore-Tex utilizza la realtà virtuale per comunicare la duttilità e il confort del materiale: ogni visitatore vedrà formarsi su un LED wall in modo interattivo un proprio profilo colorato e un diverso skyline naturale. Infine IBM si confronta con il tema dell'intelligenza artificiale e presenta Watson, il famoso robot dalle sembianze umane, ospitato nell’area Material Village, prototipo degli umanoidi di domani.

Storytelling
Il peso della leggerezza
News
La storia della sedia di plastica
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”