L'obelisco del Bottonuto, oggetto dell'intervento decorativo di Barnaba Fornasetti
Milano Design Week

L’intervento firmato Fornasetti per il Fuorisalone

In occasione del Fuorisalone, Fornasetti trasforma con un intervento decorativo pubblico uno dei monumenti storici della città di Milano, l’obelisco del Bottonuto. «Si trova proprio in quell’angolo di Milano in cui sarei cresciuto», racconta Barnaba Fornasetti, «se mio padre fosse riuscito a realizzare il suo sogno di abitare nella portineria di Villa Reale».

L’obelisco del Bottonuto fu costruito in granito rosa nei pressi di Piazza Duomo nel 1606 e benedetto dal cardinale Federico Borromeo. Circa nel 1785, terminati i lavori di realizzazione dei giardini pubblici di Corso Venezia, venne trasportata in via Marina su richiesta dell’architetto Giuseppe Piermarini, che fece apporre sulla sommità un sole raggiante in bronzo, ricordo del simbolo egiziano del dio Ra, il Sole.

«Nel ruolo, nella funzione e nella forma, l’obelisco è l’espressione massima dell’arte decorativa e di tutto il suo potere comunicativo», spiega Barnaba Fornasetti. «Ho pensato a una fila di bocche per riempire di baci un angolo di Milano a me caro, proprio durante la kermesse milanese del Salone del Mobile, quel momento in cui la città allestisce il suo spettacolo migliore, in cui arte, artigianato e industria s’incontrano. Proprio quell’unione che l’utopia di Ponti e Fornasetti avevano tanto desiderato…».