Uno dei progetti di Nendo parte dell'esposizione "Nendo: forms of movement" - Credits: Ph. Akihiro Yoshida
"Design in the Age of the Experience", il progetto di Kengo Kuma per Dassault Systèmes
Japan Design Week
Superloft, Rod Bean di Living Divani
Superloft, Meisterwerke, paravento
Superloft, Poliform e Varenna
Milano Design Week

Fuorisalone 2018: gli appuntamenti di Superdesign Show

Superdesign Show si avvicina ai vent’anni di attività e inaugura l’edizione 2018 con il tema Only the best. «Per guardare al futuro senza rinnegare il passato ogni anno cerco di riprogettare totalmente l’evento Design calibrandomi sulle ultime tendenze, sulle intuizioni, sulle proposte più significative», ha dichiarato Gisella Borioli, che anche quest’anno ha scelto di avere accanto Giulio Cappellini in qualità di art director e protagonista.

Fulcro dell’appuntamento ospitato presso negli spazi di Superstudio Più è la mostra personale di Nendo intitolata Nendo: forms of movement. 800 metri quadri, suddivisi in 10 concept, sveleranno i prodotti e il modus operandi dello studio capitanato dal designer giapponese Oki Sato.

Sempre in tema Giappone, l’artista della luce Takahiro Matsuo presenta l’installazione Crystal Rain realizzata insieme all’azienda Kawai: un pianoforte a coda trasparente che galleggia su uno specchio d’acqua. E ancora: Japan Design Week, il festival di design nipponico promosso dalla Design Association npo per la diffusione delle tradizioni dell’arte e dell’artigianato locali nel mondo.

Il Superloft immaginato da Cappellini propone una abitazione completa di wellness-room, cucina, camere da letto, veranda e spazi di servizio. «Ho cercato di creare un ambiente di ampio respiro che non sia solo uno status da esibire, ma che racconti il piacere di vivere in spazi accoglienti, circondati da oggetti belli, ora discreti ora gridati, che diventino presenze fondamentali nella nostra esistenza», spiega Giulio Cappellini.

Kengo Kuma and Associates, in collaborazione con Dassault Systèmes, propone un’installazione che risponde al problema crescente dell’inquinamento dell’aria. Mentre il designer danese Niklas Jacob rende omaggio al colosso svedese IKEA con IDEA - The Design Supermarket. 18 designer provenienti da 6 nazioni diverse presentano i loro progetti flat-pack ad assemblaggio “fai da te” .

Con l’art direction dell’architetto Giulio Ceppi e il patrocinio del Comune di Milano, prende forma la seconda edizione della mostra-evento prodotta da Material ConneXion, dal titolo Smart City: Materials, Technologies & People, che riflette sul tema della città intelligente.

L’Istituto Marangoni Milano – The School of Design, insieme alla maison orologiera svizzera Rado, svela il progetto finale del Rado Star Prize Italia 2018: un pop-up store ispirato al tema del Natural Freedom realizzato dagli studenti delle aree Interior, Product, Visual, Fashion e Accessories Design.

Video
Nike Epic React Flyknit secondo Fabio Tonetto
News
Il mondo del clubbing in mostra al Vitra Design Museum

You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”
Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Ad Amatrice la Casa del Futuro firmata Stefano Boeri

Un polo di innovazione sostenibile dedicato ai giovani: ecco il progetto di recupero e rifunzionalizzazione del Complesso Don Minozzi