Ford Social Home, a due passi dal Duomo di Milano - Credits: Luca Rotondo
Ford Social Home è una casa ad alta tecnologia ospitata presso gli spazi di Bou-Tek - Credits: Luca Rotondo
Ford Fiesta Active - Credits: Luca Rotondo
Un dettaglio della Ford Fiesta Active - Credits: Luca Rotondo
Un dettaglio della Ford Fiesta Active - Credits: Luca Rotondo
Un dettaglio della Ford Fiesta Active - Credits: Luca Rotondo
Un dettaglio della Ford Social Home - Credits: Luca Rotondo
Un dettaglio della Ford Social Home - Credits: Luca Rotondo
Un momento del talk 'Design: Il futuro dell’auto' - Credits: Luca Rotondo
Il direttore Michele Lupi - Credits: Luca Rotondo
Alessio Franco, Design Communication Manager di Ford Europa - Credits: Luca Rotondo
Gli ospiti dell'incontro - Credits: Luca Rotondo
Gli ospiti dell'incontro - Credits: Luca Rotondo
Gli ospiti dell'incontro - Credits: Luca Rotondo
Gli spazi di Bou-Tek - Credits: Luca Rotondo
Milano Design Week

Il futuro della mobilità

Al centro del dibattito sulla mobilità da qualche tempo si parla molto di auto che si guidano da sole. La trasformazione del settore automobilistico è in atto e i progressi nel campo della ricerca sono in continua evoluzione. Ci vorrà ancora del tempo ma l'autonomous driving è qualcosa di sempre più vicino a diventare realtà: le auto a guida autonoma e con guida assistita ci sono già e la loro diffusione sarà graduale.

Per conoscere meglio in che direzione si sta muovendo il settore delle quattro ruote, sabato 8 aprile alla Ford Social Home ospitata negli spazi Bou-Tek, a due passi da Duomo di Milano, è andato in onda l’incontro Design: Il futuro dell’auto con il direttore Michele LupiAlessio Franco, Design Communication Manager di Ford Europa. E dunque, che tipo di scenario dobbiamo aspettarci? La sicurezza su strada è destinata ad aumentare? E come potrebbe cambiare la nostra vita con l’avvento delle auto che si guidano da sole?

Nel corso della serata si sono toccati tanti temi, spaziando dalla regolamentazione stradale, alle infrazioni, passando per tematiche di natura etica e nuove realtà di condivisione come il car sharing e il pool sharing. Particolare attenzione è stata dedicata al grande tema del design degli interni, vero elemento caratterizzante di ogni auto, fatto di codici ben precisi che oggigiorno definiscono il dna delle case automobilistiche. Qui si gioca la sfida progettuale per i car designer, che non si limitano a trasferire il loro immaginario in realtà. A loro spetta il compito di valorizzare la vettura e soprattutto di essere interpreti dei cambiamenti e delle esigenze dei fruitori. Gli abitacoli vengono disegnati ripensando destinazioni e funzioni d'uso: dagli alloggi dedicati agli smartphone fino ad arrivare ai sedili mobili. E poi, come spiega Alessio Franco, c'è la personalizzazione: «una componente fondamentale all'interno del processo di acquisto».

Places
Milano, nuovi indirizzi tra design e architettura
Places
Luisa Castiglioni: lezioni di stile
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”