Credits: Loewe
Milano Design Week

Loewe e l’arte dell’intarsio

Alessandro Mitola

In occasione del Salone del Mobile, Loewe presenta una linea di mobili in quercia e una serie di oggetti, tra lampade, scatole portasigari, agende e pochette, segnati molteplici frammenti in pelle colorati.

La maison spagnola, sotto l’attenta guida del direttore creativo Jonathan Anderson, espone la maestria pellettiera attualizzando esistenti forme artigianali in un processo basato su metodi tradizionali di rilegatura e falegnameria.

Intarsi di diversi materiali sono impiegati per impreziosire gli arredi: i ritagli di pelle applicati sulle superfici in legno creano decori tratti da stampe e motivi d’archivio.

L’ispirazione del progetto arriva dal design radicale dell’artista e critico Roger Fry, tra cui spiccano i mobili ricoperti da arditi motivi dipinti a mano, e dal Bloomsbury Group, associazione di artisti e scrittori londinesi degli inizi del XX secolo.

Gli atelier hanno utilizzato la rielaborata tecnica di lavorazione della pelle su sei oggetti di arredo risalenti all’inizio del XX secolo, accuratamente selezionati da Jonathan Anderson, tra cui un grande armadio e due sedie Baillie Scott, decorati da disegni in pelle che ritraggono fiori, paesaggi e illustrazioni.

Se da una parte i motivi riprodotti su pelle sono ripresi da stampe su seta di archivio, la raffigurazione ricorrente di una carpa è ispirata ai secolari paravento in legno giapponesi utilizzati da Anderson nelle collezioni passate.

Ogni motivo è reinterpretato, ingrandito o reso astratto con l’obiettivo di ottenere un mood contemporaneo. Le diverse tipologie di pelle sono state utilizzate per dare vita a un effetto pittorico dalle molteplici texture e sezioni contrastanti.

Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Credits: Loewe
Milano Design Week
Caran d'Ache, il Fixpencil firmato Mario Botta
Products
Pavilion, lo speaker Bluetooth dal design scultoreo
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

Zaha Hadid Architects reinterpreta un classico di Hans J. Wegner

La celebre seduta firmata dal progettista danese nel 1963 si rifà il look, optando per un connubio di pietra e compositi in fibra di carbonio
Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Garage Morelli è il più bel parcheggio del mondo


Si trova a Napoli, per la precisione nel quartiere di Chiaia, ed è costruito all’interno di una cava di tufo su sette livelli
Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Chip Kidd: noi, in questo mondo di (super)eroi

Un’ossessione da collezionista per Batman. E per i mobili di Eileen Gray. Il più acclamato designer editoriale al mondo rivela le sue passioni e ispirazioni
Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

Un laboratorio aperto all’Asilo Sant’Elia di Como

L’architettura firmata dal progettista comasco Giuseppe Terragni ospita le opere di 18 giovani artisti. Per un solo giorno: giovedì 19 luglio dalle 16.00 alle 22.00
Design hotel a Firenze 


Design hotel a Firenze 


Nei pressi della Fortezza da Basso, M7 Contemporary Apartments mette insieme il comfort di una casa e i servizi dell’hotellerie tradizionale