Milano Design Week

La magia del legno al Museo Poldi Pezzoli

Il legno è il materiale naturale per eccellenza, unico e dalle molteplici potenzialità. Ad esplorarle, in occasione del Fuorisalone, sono venti studenti di Creative Academy, la scuola internazionale di design del Gruppo Richemont con sede a Milano.

Sotto la guida di Alberto Nespoli e Domenico Rocca di Eligo, i designer sono stati invitati a misurarsi con due tecniche di lavorazione fra le più nobili e antiche: l’ebanisteria e la tornitura. Il risultato è Natural Talent, una collezione di oggetti in legno legati al tema della natura. Sud Africa, Cina, Corea del Sud, Francia, Inghilterra, Italia, Israele, Russia, Ucraina, Svizzera, Australia sono state fonte di ispirazione per temi, tipologie e suggestioni profondamente legate ai territori.

Queste tecniche di lavorazione del legno sono state interpretate dai designer in chiave contemporanea e hanno dato forma a manufatti inediti grazie alle mani di due maestri d’arte lombardi: l’ebanista Giordano Viganò e il maestro della tornitura Carlo Meloni.

La mostra sarà visitabile dal 4 aprile 30 maggio al Museo Poldi Pezzoli: al centro dell’esposizion  ci saranno i prodotti ma anche i progetti, fino ad arrivare al making-of e lo sviluppo didattico del concept.

News
Le ceramiche di Ettore Sottsass alla galleria Antonia Jannone
Storytelling
Effetto Lema
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento