La cucina Ki di Scavolini, firmata da Nendo - Credits: Scavolini
La cucina Ki di Scavolini, firmata da Nendo - Credits: Scavolini
Un dettaglio della cucina Ki di Scavolini, firmata da Nendo - Credits: Scavolini
Il bagno Ki di Scavolini, firmato Nendo - Credits: Scavolini
Milano Design Week

Scavolini, le anteprime del Salone del Mobile 2016

Alessandro Mitola

Dalla collaborazione tra Scavolini e Nendo nasce la collezione Ki, una proposta d’arredo dedicata agli ambienti cucina e bagno, che verrà svelata in occasione del Salone del Mobile 2016.

Dopo Ora-ïto, Diesel Creative Team, Michael Young, Karim Rashid, King&Miranda Design e Giugiaro Design, è la volta dello studio guidato da Oki Sato, meglio conosciuto per il suo immaginario essenziale e rigoroso. «L’idea alla base di questa cucina è di farla scomparire in due oggetti, perché questo ambiente ne è in realtà sempre molto pieno», spiega il designer giapponese.

Scavolini Ki: stile minimal, ispirazione giapponese

La cucina Ki, dal giapponese legno, sintetizza il gusto minimale contemporaneo di Nendo, articolandsi in composizioni lineari, a isola e penisola. Il progetto vede protagonisti contenitori appoggiati sulle mensole a fungere da pensili oppure come lavello e piano cottura. Ante, gole, alzatine, schienali, zoccoli e piani sono proposti in monofinitura. L’apertura di basi e cestoni è regolata da un’anta con lato maniglia sagomato e da un top con profilo inclinato a 45°.

Da appoggio, incasso e freestanding, il contenitore bagno viene scelto come sistema alternativo ai pensili e per disegnare il lavabo, mentre le specchiere, lastre dalle linee essenziali, nascondono un funzionale sistema di illuminazione led studiato ad hoc, completato da luci a parete o sospensione.

Products
10 sgabelli d’autore, tra estetica e funzionalità
Storytelling
Alessio Sarri e l'arte della ceramica
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento