La cucina Ki di Scavolini, firmata da Nendo - Credits: Scavolini
La cucina Ki di Scavolini, firmata da Nendo - Credits: Scavolini
Un dettaglio della cucina Ki di Scavolini, firmata da Nendo - Credits: Scavolini
Il bagno Ki di Scavolini, firmato Nendo - Credits: Scavolini
Milano Design Week

Scavolini, le anteprime del Salone del Mobile 2016

Alessandro Mitola

Dalla collaborazione tra Scavolini e Nendo nasce la collezione Ki, una proposta d’arredo dedicata agli ambienti cucina e bagno, che verrà svelata in occasione del Salone del Mobile 2016.

Dopo Ora-ïto, Diesel Creative Team, Michael Young, Karim Rashid, King&Miranda Design e Giugiaro Design, è la volta dello studio guidato da Oki Sato, meglio conosciuto per il suo immaginario essenziale e rigoroso. «L’idea alla base di questa cucina è di farla scomparire in due oggetti, perché questo ambiente ne è in realtà sempre molto pieno», spiega il designer giapponese.

Scavolini Ki: stile minimal, ispirazione giapponese

La cucina Ki, dal giapponese legno, sintetizza il gusto minimale contemporaneo di Nendo, articolandsi in composizioni lineari, a isola e penisola. Il progetto vede protagonisti contenitori appoggiati sulle mensole a fungere da pensili oppure come lavello e piano cottura. Ante, gole, alzatine, schienali, zoccoli e piani sono proposti in monofinitura. L’apertura di basi e cestoni è regolata da un’anta con lato maniglia sagomato e da un top con profilo inclinato a 45°.

Da appoggio, incasso e freestanding, il contenitore bagno viene scelto come sistema alternativo ai pensili e per disegnare il lavabo, mentre le specchiere, lastre dalle linee essenziali, nascondono un funzionale sistema di illuminazione led studiato ad hoc, completato da luci a parete o sospensione.

Products
10 sgabelli d’autore, tra estetica e funzionalità
Storytelling
Alessio Sarri e l'arte della ceramica
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Bijoy Jain: "L’architettura è un mezzo attraverso cui esprimo il lavoro"

Bijoy Jain: "L’architettura è un mezzo attraverso cui esprimo il lavoro"

Il fondatore di Studio Mumbai fa dello strumento creativo una libera scelta. Attraverso l’architettura, la creazione di arredi e l’arte, lavora solo a una condizione: prendere il tempo necessario per fare ricerca e pensare
I cinque articoli più letti del 2018

I cinque articoli più letti del 2018

Le nuove aperture tra design, arte e food; le novità in fatto di sedute, lampade e tavoli; le tendenze per l’arredo bagno. Ecco la classifica degli contenuti più letti durante l’anno
Museo Ferrari: raccontare il mito

Museo Ferrari: raccontare il mito

In occasione del 120° anniversario della nascita di Enzo Ferrari, il museo di Maranello presenta due mostre che ripercorrono la storia dell'azienda. Ma non solo: anche un restyling del museo firmato Benedetto Camerana
Flying Nest: l’hotel nomade firmato Ora-ïto

Flying Nest: l’hotel nomade firmato Ora-ïto

Nasce da un’idea del gruppo alberghiero francese AccorHotels, con il progetto del designer francese. Per montarlo basta mezza giornata
Arredare con il legno

Arredare con il legno

Tavoli, tavolini, sedie, sgabelli e molto altro. Da scoprire nel servizio fotografico di Jeremias Morandell con il set design di Martina Lucatelli