Lattice, il nuovo tappeto disegnato da Ronan ed Erwan Bouroullec per Nani Marquina - Credits: Nani Marquina
Milano Design Week

Tappeti di design dal Salone del Mobile 2016

Alessandro Mitola

Motivi geometrici, trame ardite e palette colore originali. I tappeti di design presentati in occasione della Design Week meneghina portano la firma dei più importanti progettisti in circolazione.

Complemento d’arredo unico e capace di rinnovare lo spazio abitativo, il tappeto viene interpretato seguendo forme più tradizionali oppure rompendo gli schemi, nel segno del cambiamento e dando vita a motivi originali e astratti. 

E lo spirito innovativo è sempre accompagnato da un’attenta ricerca dei materiali e una produzione rigorosamente artigianale.

È il caso di AMINI, che per la nuova collezione sceglie un blend di lane neozelandesi taftate a mano. Presentata in occasione del Salone del mobile, linea ha come protagonista Joe Colombo, uno dei più importanti progettisti del panorama italiano.

La serie Bubbles parte da un progetto grafico del designer applicato in diversi ambienti, tra cui quello dell’illuminazione, con la lampada da tavolo Bolle realizzata per Pallucco nel 1964. Si compone di cerchi di tre o quattro diametri diversi e la creazione di ritmi e schemi dinamici. La collezione ripropone gli studi grafici in una diversa scala con cromie specifiche che aggiornano gli accostamenti degli anni Settanta alla percezione odierna del colore.

La serie Isola, invece, ripropone il segno grafico presente nei disegni tecnici del progetto del designer per l’allestimento della ditta Hoeschst in occasione della fiera della plastica di Dusseldorf nel 1970. Gli accostamenti cromatici, combinati alla forma circolare, danno vita a un tappeto equilibrato e dinamico.

L’azienda spagnola Nani Marquina si affida nuovamente a Ronan ed Erwan Bouroullec. Il risultato è Lattice, che dà spazio all’immaginario organico dei fratelli francesi. Si tratta di una serie di tappeti di design dove irregolarità, proporzioni, colore e materiali di qualità trovano la giusta armonia. Tutti i tappeti della collezione sono infatti realizzati artigianalmente in Pakistan utilizzando lana afgana.

Infine, CC-Tapis propone una famiglia di tappeti di design interamente prodotta a mano, che va ad arricchire Credenza, la collezione di mobili realizzata per Spazio Pontaccio: credenza, mobile contenitore e paravento. La linea di tappeti racchiude di 5 pezzi, tre risultato di un lavoro a quattro mani tra Patricia Urquiola e il segno grafico di Federico Pepe, fondatore di Le Dictateur, e due interamente disegnati dalla designer spagnola.  

Bubbles, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Bubbles, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Bubbles, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Bubbles, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Isola, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Isola, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Isola, la serie di tappeti targata Amini, realizzata a partire da grafiche di archivio di Joe Colombo - Credits: AMINI
Lattice è realizzato a mano utilizzando lana afgana - Credits: Nani Marquina
Un dettaglio di Lattice, il nuovo tappeto disegnato da Ronan ed Erwan Bouroullec per Nani Marquina - Credits: Nani Marquina
Visioni, la serie di tappeti disegnata da Patricia Urquiola per CC-Tapis - Credits: CC-Tapis
Credits: Visioni, la serie di tappeti disegnata da Patricia Urquiola per CC-Tapis
Credenza, la serie di tappeti disegnata da Patricia Urquiola e Federico Pepe per Spazio Pontaccio, prodotta da CC-Tapis - Credits: CC-Tapis
News
Touchpoint: come nascono le idee?
Storytelling
Nello studio di Andrea Branzi
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

La nuova fabbrica 4.0 di Florim, a Fiorano Modenese

Uno stabilimento di 48 mila metri quadrati, nel cuore del distretto della ceramica italiana, tra tecnologia e automazione
Soluzioni all

Soluzioni all'autunno: 10 portaombrelli di design

Alcuni sono dei classici intramontabili del design italiano, altri sono modelli ironici e colorati, che portano allegria durante le giornate piovose. A ognuno il suo portaombrelli
Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Momento relax: ARGA di Jacuzzi


Una vasca che guarda al futuro, realizzata in collaborazione con lo studio Why Not, equipaggiata con infusore di sali e cromoterapia
A Treviso una mostra sul tema del riuso


A Treviso una mostra sul tema del riuso


Un percorso espositivo che indaga il rapporto che intercorre tra arte, oggetti d’uso comune e scarti. Dal 27 ottobre al 10 febbraio 2019


A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

A Berlino nello studio di Arno Brandlhuber

Nella disputa tra regola e libertà, pubblico e privato, proprietà e condivisione, l’architetto di Antivilla sceglie da che parte stare. Perchè è nella interazione che risiede la bellezza del progetto