Il Babylon sofa di Alessandro La Spada - Credits: Visionnaire
Plaza bed, disegnato da Mauro Lipparini - Credits: Visionnaire
La libreria disegnata da Alessandro La Spada - Credits: Visionnaire
Hemingway bed, disegnato da Samuele Mazza - Credits: Visionnaire
La libreria Brownie, disegnata da Samuele Mazza - Credits: Visionnaire
Sunny, la poltroncina disegnata da Alessandro La Spada - Credits: Visionnaire
Milano Design Week

Le due anime di Visionnaire

Visionnaire si mette in gioco nella settimana del design milanese.

Unita da un unico fil rouge che prevede sintesi, pulizia, forme e attenzione per i materiali, la filosofia del brand viene raccontata attraverso due spazi espositivi separati al padiglione 5 e 3 del Salone del Mobile.

Per farlo si avvale del lavoro di Alessandro La Spada, Samuele Mazza, Steve Leung e Mauro Lipparini interpellati per dare vita a prodotti in grado di raccontare due semplici concetti estetici: Luxury Interior e Pure design.

All’interno dello storico padiglione 5, Visionnaire presenta un ambiente contemporaneo disegnato da Alessandro La Spada; una Penthouse che strizza l’occhio all’arte e all’alta moda, per un’eleganza senza tempo espressa attraverso materiali raffinati e longevi quali la pelle, il marmo e l’ottone.

Non ci sono pareti o barriere di alcun tipo, ma solo grandi librerie e garbati separè, a riprova dell’attenzione riposta ad ogni singolo dettaglio.

Per il padiglione 3, la parola d’ordine è American Decò: ambienti luminosi tinti con tonalità soffici di colore, come il bianco e grigio, ispirati ai racconti di scrittori leggendari quali Fitzgerald e Capote.

Materiali eclettici e forme raffinate, espresse attraverso l’arte di Mauro Lipparini, Steve Leung e Samuele Mazza, interpreti di un’eleganza che non muore mai, destinata ad ambienti incredibilmente affascinanti.

Milano Design Week
Normann Copenhagen presenta la collezione Ace
Milano Design Week
Ladies & Gentlemen: le foto dell’evento
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Milano Design Film Festival 2019: un po’ di anticipazioni

Il mondo del progetto torna sul grande schermo. Dal 24 al 27 con la settima edizione della rassegna cinematografica ideata da Antonella Dedini e Silvia Robertazzi
Tra passato e futuro: Tbilisi e l

Tra passato e futuro: Tbilisi e l'architettura

La capitale delle Georgia è in piena trasformazione. E a rappresentare il volto sfaccettato della città è un mix architettonico in cui convivono edifici sovietici, architetture contemporanee e abitazioni tradizionali. Abbiamo fatto un giro tra i suoi landmark architettonici
Un rifugio in alta quota, in Norvegia

Un rifugio in alta quota, in Norvegia

A 1125 metri di altitudine, un’architettura in legno e vetro in grado di resistere alle condizioni climatiche più ostili. A firmarla lo studio di progettazione Arkitektvaerelset
Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Organizzare il vino: 10 portabottiglie di design

Creare un angolo della casa dedicato alle bottiglie di vino può essere molto elegante: ecco qualche portabottiglie per dare forma a una piccola cantina di design
Scrigno Mollino

Scrigno Mollino

Tagli, ritagli e frattaglie degli archivi torinesi che custodiscono i tesori creativi di uno dei più visionari e misteriosi architetti italiani del Novecento