Credits: Sawaya & Moroni
Credits: Sawaya & Moroni
Credits: Sawaya & Moroni
Credits: Sawaya & Moroni
Milano Design Week

Mew: l’ultima opera di Zaha Hadid

Un piccolo pezzo di eredità di Zaha Hadid.

In occasione del Salone del MobileSawaya & Moroni ha presentato uno degli ultimi pezzi disegnati prima della morte improvvisa dell’architetto britannico di origine irachena.

Due blocchi di poliuretano si intrecciano per dare visivamente l’idea di incastro; Mew è un tavolo dalle forme sinuose che poggia su due gambe di dimensioni diverse e in tre varianti di colore: rosso, nero o bianco.

Dal design intrigante, il prodotto gode di una certa eleganza trasmessa attraverso una leggera sensazione di movimento che riesce a suscitare.

Una vena orizzontale rappresenta l’incontro di due piani che si abbracciano e danno vita a una particolare postura: un’opera che solo Zaha Hadid sarebbe stata in grado di ideare.

Perfetto per la cucina o come postazione da lavoro, il tavolo è il prodotto del rapporto tra l’architetto e i protagonisti dell’azienda italiana di arredi: una collaborazione longeva, espressa dalle prime opere – la Mata Ray e la Z chair.

Mew è probabilmente la sua ultimissima opera, prestata al mondo del design e portata alla luce solamente in occasione del Salone di quest’anno.