Credits: Museo del Design 1880-1980, un interno (Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti)
Credits: Museo del Design 1880-1980, un interno (Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti)
Credits: Museo del Design 1880-1980, un interno (Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti)
Credits: Cast iron armchair, 19°secolo
Credits: Calvet chair, Gaudì, 1898-1904
Credits: Midway, Frank Lloyd Wright, 1913
Credits: Modello F51, Walter Gropius, 1920
Credits: Proust chair, Alessandro Mendini, 1979
Credits: Piatto di porcellana, Gio Ponti, 1930
Credits: Antropus, Marco Zanuso, 1949
Credits: Egg, Arne Jacobsen, 1959
Credits: Ultrafragola, Ettore Sottsass, 1970
News

Il 9 luglio apre a Milano il Museo del Design 1880-1980

Laura Barsottini

Finalmente anche Milano avrà il suo Museo del Design. Dedicato a un secolo di storia, dal 1880 al 1980, attraverso i capolavori dei più grandi maestri italiani della scena del design internazionalesi trova a Milano, in via Borsi 9, e conserverà una collezione tra le più importanti d'Europa, alla base del progetto museale originario ideato e fondato da Raffaello Biagetti (Firenze 1940 - Ravenna 2008). Un tesoro fino ad ora sconosciuto, riportato alla luce da Musei Italiani.

Siamo negli anni ’80: l'impianto curatoriale è affidato a Giovanni Klaus Koenig che, insieme a Filippo Alison e Giuseppe Chigiotti, costruisce la collezione creando un percorso fortemente didattico e coinvolgendo anche personaggi come Gae Aulenti, Dino Gavina e Pier Giacomo Castiglioni.

Il Museo racconta la storia dell’arredo dal 1880 al 1980 attraverso un percorso spaziale per isole cronologiche: si apre nel cuore dell’Art Nouveau - prosegue verso la Scuola Viennese e il Bauhaus, percorre gli anni 50 - attraverso le opere più emblematiche dei grandi progettisti francesi, scandinavi, americani - e gli anni 60, che vedono protagonista il boom economico italiano. Le espressioni rivoluzionarie del design radicale e la nascita dei movimenti Alchimia e Memphis, chiudono l’itinerario della mostra.

La neonata organizzazione Musei Italiani, tra l'altro, ha il preciso obiettivo di promuovere il patrimonio culturale italiano. Il Museo del Design proporrà moltissime attività, tra le quali anche incontri con i maestri del design internazionali.

Products
Tre fotocamere mirrorless: hi-tech ma dal gusto retrò
Storytelling
Tendenze: tornano le cucine a isola. Le tre più cool
You may also like
Think Next: la creatività che innova il futuro

Think Next: la creatività che innova il futuro

Un incontro sui trend del cooking nella Svizzera di Franke: ospiti di fama internazionale, idee e creatività per inventare il mondo del food di domani
Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell

Invertire la rotta: 5 hotel nei borghi e nell'entroterra

Prendendo spunto dal progetto Arcipelago Italia alla Biennale Architettura di Venezia, abbiamo creato un percorso attraverso paesi, campagne e piccole città dalla bellezza unica
Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Arte in vacanza: le mostre da vedere in viaggio

Lontano dalle grandi città, ecco gli appuntamenti con l'arte contemporanea da non perdere
Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

Compagni di viaggio: 7 libri da portare in vacanza

In spiaggia, in montagna o tra un'avventura e l'altra, abbiamo selezionato qualche novità da gustarsi durante le ferie estive
Le piscine abbandonate del Regno Unito

Le piscine abbandonate del Regno Unito

Il fotografo Gigi Cifali ne ha ritratte decine: il risultato è un progetto fotografico che racconta le trasformazioni sociali dell'ultimo secolo
Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Naoto Fukasawa: "Il mio obiettivo è creare qualcosa che faccia del bene"

Fukasawa è il designer giapponese che pratica la semplicità. Nelle sue forme equilibrate non esistono eccessi, solo quello che è necessario. In trentotto anni di carriera ha reinventato sedie, divani, mobili, lampade, congegni elettronici, telefoni. Il suo obiettivo? Migliorare con i suoi progetti la vita di tutti i giorni, attraverso un design “giusto”