Il nuovo volume edito da Rizzoli New York
Aesop UK Store Piccadilly Arcade
Aesop UK Store Piccadilly Arcade
Aesop UK Store Piccadilly Arcade
Aesop Pitt Street Sidney
Aesop Pitt Street Sidney
Aesop Pitt Street Sidney
News

Le novità di Aesop: un nuovo libro e le aperture di Londra e Sidney

Quello tra Aesop e il mondo del design è un amore ormai consolidato. Fin dagli esordi, il marchio australiano ha mantenuto un elegante minimalismo estetico rintracciabile in oggi particolare - dalle file di bottiglie di vetro ambrato che distinguono i suoi spazi fino alla funzionalità delle etichette e delle confezioni – diventando il simbolo di una nuova beauty routine attenta al design. Esempio di questo legame sono le tante collaborazioni con architetti e designer di fama mondiale - come Paulo Mendes da Rocha, Torafu e Ilse Crawford - che hanno interpretato l'anima del marchio attraverso la loro sensibilità.

Oggi, in occasione del suo trentesimo anniversario, Aesop ha presentato la sua prima pubblicazione, un saggio fotografico - edito da Rizzoli New York – che ripercorre la storia dell'azienda attraverso le immagini del fotografo Yutaka Yamamoto.

Protagonisti sono alcuni degli store realizzati in collaborazione con progettisti internazionali tra cui Frida Escobedo e Shinichiro Ogata. «Il libro non è inteso come una panoramica dettagliata, bensì come una selezione di alcune delle storie e delle persone che hanno contribuito ad Aesop», racconta Dennis Paphitis, fondatore di Aesop e co-autore del volume. Il risultato è un'immersione nello stile e nella filosofia del marchio, alla scoperta del legame tra cura della persona, architettura e design.

Oltre al volume, tra le ultime novità del marchio ci sono due nuove aperture: a Londra ha inaugurato l'Aesop Piccadilly Arcade, progettato da studiolucaguadagnino - che aveva già collaborato con l'azienda per il negozio di Roma - uno spazio che sembra sospeso nel tempo, caratterizzato dai giochi di geometrie e matericità; mentre a Sidney ha aperto un nuovo store a Pitt Street, firmato dallo studio Snøhetta. Per quest'ultimo gli architetti si sono ispirati all'opera Wrapped Coast di Christo e Jeanne Claude del 1968, che avevano trasformato la scogliera australiana di Little Bay in un paesaggio teatrale e lunare. Nello store di Sidney, la pietra arenaria e il granito si intrecciano in un dialogo che percorre gli interni e gli esterni dello spazio, dando vita a uno spazio dal carattere monumentale.

«Questo negozio rappresenta un'evoluzione dello spirito dei negozi Aesop. La domanda è: come può uno spazio monumentale dare una sensazione di comfort e intimità? Immaginate di essere in una cattedrale o in una vasta valle. Certo, a emergere è una sensazione di grandezza, ma anche un senso di introspezione, di prospettiva. È proprio questa contraddizione a muovere il nostro progetto», ha raccontato Peter Girgis di Snøhetta.