Alberto di Fabio, Copia di 1 Polvere Cosmica, 2015, acrilico su tela, 200x130 cm
Alberto di Fabio, Copia di 2 Corpo Astrale Corpo Fisico, 2015 acrilico su tela, 200x130 cm
Alberto di Fabio, Copia di Neuroni in oro, 2010, mosaico, 60x60 cm
Alberto di Fabio,
Alberto di Fabio, Dio Quantico, 2015, acrilico su tela, 97x76 cm
Alberto di Fabio, Divina Signi, 2015, acrilico su tela, 100.5x75 cm
Alberto di Fabio, Corpo Aurico, 2016, acrilico su tela, 150x150 cm
Alberto di Fabio, Capitolino, Neurone di Fidia, 2009, mosaico, 100x80.5 cm
News

La pittura di Alberto Di Fabio in mostra a Milano


Il 2018 è stato l’anno del ciclo espositivo On Reflection, nato dalla collaborazione tra Gaggenau e il progetto no profit Cramum, ospitato presso la sede milanese Gaggenau DesignElementi HUB.

Il 2019 si apre con un progetto artistico inedito, intitolato In-Material, che durante il corso dell’anno andrà ad animare gli spazi di corso Magenta al numero 2. Anche questa volta la curatela è affidata al direttore artistico di Cramum, Sabino Maria Frassà.

Il primo capitolo di In-Material è Trascendenza, la mostra personale di Alberto Di Fabio: un percorso tra alcune opere provenienti dalla sua collezione personale che riflettono e indagano il legame tra materia e immaterialità.

«Alberto Di Fabio è il pittore dell'infinito invisibile. È un artista che non si accontenta di dipingere il cielo così come lo vediamo, ma va oltre e analizza l'infinito, sia esso interiore che astrale», racconta Sabino Maria Frassà a proposito dell’artista di Avezzano. «Del resto ogni categoria di analisi della realtà - dentro/fuori, piccolo/grande, noi/altri, presente/passato - è in realtà una costrizione - relativa e semplicistica - che la mente si impone per analizzare una realtà troppo complessa».

Classe 1966, Alberto di Fabio ha esposto in numerosi spazi espositivi: nel 1996 al Rupertinum di Salisburgo, nel 1997 al Kunstverein di Bregenz, nel 2012 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, nel 2013 alla Estorik Collection di Londra e alla Mairie du 4eme di Parigi, nel 2014 al CERN di Ginevra e Castel Sant Elmo Napoli, nel 2015 al MART di Rovereto e al Macro Testaccio di Roma, e nel 2019 alla Fondazione Bullukian di Lione. La mostra presso Gaggenau DesignElementi HUB sarà visitabile dal 13 febbraio al 5 aprile.